Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Ritiriamoci un po’ in disparte.


Un programma di vita, un progetto sociale, scritto nella lingua dell’amore.

« Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati gli afflitti, perché saranno consolati.
Beati i miti, perché erediteranno la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati a causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli »   (Vangelo secondo Matteo)

Questo il messaggio che Gesù ha lasciato ai suoi e a tutti quelli che vogliono seguirlo. Assomigliano molto a certi discorsi di saggi antichi, di Gandhi, di uomini giusti e onesti di ieri e di oggi. Ne sento tanto il bisogno. La nostalgia. E non solo io credo. Con queste poche parole ci ha indicato come comportarci. Dove gli ignoranti e i falsi ancora disputano sull’origine del nulla, lui ha già preparato tutto. Proprio il contrario di quanto ci viene urlato in tv da pubblicità, telegiornali, donne e uomini di colori e convinzioni diverse. Mi piacerebbe osare interpretarlo questo discorso come lo sento io, come se fosse rivolto a me: qui e ora. Senza pretese, solo lasciando risuonare dentro le parole e cogliendo quanto evocano. Facendo solo una premessa: il regno dei cieli non è l’aldilà, ma la terra dove c’è pace e giustizia.

‘Sarai felice se sentendoti povera e umile, bisognosa di imparare, ti lascerai riempire dalla sapienza del tuo prossimo. Sarai felice quando la tua tristezza muoverà il cuore dell’altro, facendoti sentire amata. Sarai felice se manterrai la calma, non aggredendo il tuo prossimo e suscitando il dialogo e la gratitudine reciproca per un miracolo avvenuto. Sarai felice se andando stasera a letto sentirai di aver fatto il tuo dovere e di non esserti risparmiata per egoismo o superficialità. Sarai felice tutte le volte in cui vedrai il tuo prossimo come se fossi allo specchio e ti riconoscerai, provando finalmente il perdono. Sarai felice quando, onesta con te stessa, penserai di essere in pace con l’uomo, colpevole o innocente che sia, perchè il giudizio ultimo non ti appartiene. Infine sarai felice quando, in un mare di critiche, cattiveria, errori, imperfezione e falsità un giorno ti scapperà una lacrima ripensando a un ‘grazie’ ricevuto senza parole. Tutte queste cose tu le potrai conoscere perchè è possibile farne esperienza, perchè l’occhio deve andare oltre l’apparenza e far posto all’anima che coglie la Bellezza invisibile’.

Vi saluto sempre col linguaggio migliore: la musica, quella di un guerriero senza spada. Ciao a tutti, Vicky.

Annunci

30 luglio 2009 - Posted by | Senza categoria | , ,

7 commenti »

  1. Una cascata immensa di parole bellissime che si intrecciano in una casualità inquietante nel mio articolo postato su:
    http://claxarticle21.blogspot.com/2009/07/la-pena-di-morte-visibile-e-invisibile.html
    Dove l’inizio riferito al Vangelo secondo Matteo si erge a protezione di chi soffre e di chi è ultimo, per chi sparisce e muore per sempre toccato da una mano che sanguina.
    Un Vangelo che alza la voce per la pace e a protezione dei poveri e delle anime, dell’amore per il prossimo.
    CHE NESSUNO TOCCHI MAI CAINO!!!!!!

    Mi piace

    Commento di Claudio | 30 luglio 2009 | Rispondi

    • Che bello trovarsi ‘sintonizzati’ inconsapevolmente sui temi ‘alti’ di giustizia e pace. Un segno.

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 30 luglio 2009 | Rispondi

  2. Parole sante..e bellissimo video grazie

    Mi piace

    Commento di M.Leonardo | 30 luglio 2009 | Rispondi

  3. non c’è altro da aggiungere

    Mi piace

    Commento di brunella | 30 luglio 2009 | Rispondi

    • Grazie Brunella per la piacevole sorpresa! Un abbraccio.

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 30 luglio 2009 | Rispondi

  4. Le Beatitudini fanno sempre parte di coloro che cercano conforto, perchè in questo mondo cosi frenetico si perdono quei valori fondamentali dell’umanità e non ci si accorge di quello che ci sta in torno. Magnifiche parole le Tue, ma stridono un pò nella vita di tutti i giorni.

    Mi piace

    Commento di Romeo Doglio | 9 agosto 2009 | Rispondi

    • Stridono se crediamo che questo o quello sia perso. Io non smetto di credere anche a un solo spiraglio. Quello che noi teniamo aperto. Ti voglio bene.

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 9 agosto 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

ROSLIE'S

"Quel che importa è non mancare la propria vita"

Mosul Eye

To Put Mosul on the Global Map

Calogero Mazza

In un mondo in cui tutti (ma proprio tutti) dicono la loro... io vorrei dire la mia.

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

HUMAN TRIBE

storie incredibili del genere umano

Empowered

Everyday

MaBeautility

Inner beauty and outer beauty!

Spongebob

E la bellezza d'esser bionda guidando una Aygo rossa.

Paroledipolvereblog

Ciò che per alcuni è strano, per altri è normalità (Tim Burton)

La libreria di Farfalla Legger@

gocce di libri letti e qualcosina in più...

MiddleMe

Becoming Unstuck

DUST IN THE WIND (poesía)

"El raquitico dios de la tierra sigue siendo de igual calaña y tan extravagante como el primer día. Un poco mejor viviera si no le hubieses dado esa vislumbre de luz celeste, a la que da el nombre de Razón y que no utiliza sino para ser más bestial que toda bestia" Goethe

Think Thoughts

Academic Essays: Literature | General Issues

Education Motivation Inspiration

Warm welcome! This is more than an exploration. Discovery of new ideas and new ways of being.

Life lessons

This site is all about enlightenment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: