Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

La metamorfosi.


Un’ispirazione, uno spunto da un brano di Piero Pelù, ‘Il mio corpo che cambia’ e poi dal romanzo ‘La metamorfosi’ di Franz Kafka:

 

Apparentemente quello che leggete e vedete su non ha alcuna attinenza a quello che dirò. Seguitemi però, io cercherò di spiegarmi meglio e quando non riuscirò chiederò aiuto alla vostra pazienza ed alla musica.

Tutto è cominciato ascoltando dopo anni il brano dei Litfiba, solo il titolo è bastato per riportare la memoria alla lettura del romanzo di Kafka e dire: ‘Io sono quel diverso!’. Non sono certo un insetto ma, come nella metamorfosi il mio corpo è cambiato.

In seguito al cambiamento apparente si modella dentro anche quello non visibile, quello importante. Quello che percepisci piano piano. Ti misuri col tuo io precedente e non ti riconosci. Non avere identità è terribile, disperante, soprattutto se TU SAI DI ESSERE QUELLO LI’! Resti per qualche tempo (ore, giorni, anni?) in sospeso, per capire chi sei diventato. Ci riuscirai?

 Una parte di te non tornerà più. Non è un arrivederci. E’ un addio, a un corpo che è cambiato, come nel romanzo, senza chiederti il permesso.

Dopo un po’ ci familiarizzi, ti osservi, e… ti piaci ancora! Non importa ciò che vedono gli altri, importa ciò che vedi tu. E quello che vedi è un corpo che si è fuso col tuo animo e la tua mente che nel frattempo hanno fatto pace con lui, perdonandogli l’iniziativa personale e indipendente di quel cambiamento!

Che gran giorno è quello! Io per fortuna l’ho vissuto e ho trovato una Vicky nuova, fisicamente più attraente, interiormente più serena e allegra, più sensibile e coraggiosa. Sono io.

Un saluto in musica, un genere magari un po’ meno diffuso ma che apprezzo molto: Whisky Trail, Copperplate – un brano allegro che mette voglia di ballare, di muoversi… Dedicato a chi visibilmente non può più farlo come me, ma che mentalmente e con l’anima vola (in ordine sparso): Salvatore ‘Sasà’ Usala, Alessandra Incoronato, Paola B., Marco Belotti, e tanti altri compagni di viaggio. Siete grandi, dei giganti!  

 

 

Annunci

7 novembre 2009 - Posted by | Senza categoria | , , ,

13 commenti »

  1. Ogni giorno che nasce è luce, aria, voglia di vivere. Conquistare le proprie idee e convinzioni, accettarsi tutto questo è metamorfosi. Il corpo si nutre di questo, e con questo è come un motore del tempo che passa. La tua grandezza consiste in questo. Belle parole, come un canto poetico.Ti amo immensamente.Tuo Claudio

    Commento di claxarticolo21 | 7 novembre 2009 | Rispondi

    • Io le vivo queste cose. Prima erano solo dentro. Poi qualche anno fa sono uscite, trasformandomi anche fuori. Tu lo sai, hai visto, ci sei ora con me. E ne sono felice, perchè puoi vedere attraverso di me e altri esempi come ci si può positivamente trasformare.
      Con tutto il cuore, tua Vicky.

      Commento di vincenza63 | 7 novembre 2009 | Rispondi

  2. Una lezione di vita quello che hai detto

    Commento di Alfonso | 7 novembre 2009 | Rispondi

    • Alfonso, la vita è maestra.. non io.

      Commento di vincenza63 | 7 novembre 2009 | Rispondi

  3. Certo,parlavi di identita’.Io ad esempio mi sento un alieno..a volte..spesso..

    Commento di Alfonso | 7 novembre 2009 | Rispondi

  4. Vincenza quello che dici lo sento mio,col tempo sono ingrassato,non mi muovo più come prima,ma dentro di me mi sento agile è giovane.Ho voglia di vivere,ma ne nessuno se ne accorge,lentamente mi sto lasciando andare…… ciao giacomo

    Commento di giacomo branca | 7 novembre 2009 | Rispondi

    • Ciao Giacomo, grazie per la confidenza. Una persona come te potrebbe sviluppare le passioni che ha, come la fotografia in cui, da ignorante, ritengo tu sia davvero bravo. Uno usa ciò che ha, tu usa la tua macchina. Per te con autoritratti e per gli altri ritraendo magari immagini di vita quotidiana. Io per questo scopo ho usato la webcam, per osservarmi.. non potendo usare le mani. Provaci!
      Ciao, Vicky.

      Commento di vincenza63 | 7 novembre 2009 | Rispondi

  5. La vita è crudelle in tante cose, ma non sempre vince, son contento per tè, io sono ancora in balia, una balia silenziosa, ma sempre nell’assurdità di un vento che non si capisce nè dove porta nè da dove viene, comunque seguirò la nave dove sono imbarcato, che si sfracelli o che si salvi, un augurio a tutti coloro che son naviganti, in questo mare misterioso, bacio a tè vicki che ti sei salvata dalle intemperie……. 🙂

    Commento di simone | 7 novembre 2009 | Rispondi

    • Io non mi sono salvata Simone. Ho solo cercato di imparare a nuotare…
      Grazie per il tuo bellissimo e commuovente commento 🙂
      bacio

      Commento di vincenza63 | 7 novembre 2009 | Rispondi

  6. Io so che quello che dirò sembrerà folle ma avendolo provato, so se solo passandoci si capisce…………… è illogico forse, irrazionale ma solo passando dalla sofferenza e dal dolore, anche fisico, ci si alleggerisce delle banalità dei “normali”. Non è una rivalsa, è una constatazione, in realtà il mondo per così dire evoluto, come modelli ti da il volgare ed il piatto nel migliore dei casi.
    Tutte le persone che sono in altre condizioni sono assolutamente speciali, hanno una sensibilità ed un’intelligenza che deriva dal vivere vero, concreto.
    Un bacio a tutti i miei amici ed a quelli che lo diventeranno.

    Commento di franca | 7 novembre 2009 | Rispondi

    • …saranno molti Franca. Tu vivi davvero. Un bacio.

      Commento di vincenza63 | 7 novembre 2009 | Rispondi

  7. Ciao Vicky, bello il tuo pensiero, questa tua pagina di vita reale che ti paragona al bruco per poi diventare farfalla e volare in quella che è la tua, quella presente..hai dato lo spunto ad Alfonso e Giacomo, come ad altri di potersi sentire vivi..mlgrado la vita abbia regalato qualche cosa di poco gradevole…ma la voglia di vivere, di volare…e sentirsi giovani è nel dna della persona…io voglio incoraggiare Alfonso e Giacomo, voglio dire di sfruttare questa voglia e questa energia interiore, di metterla a frutto, proprio come hai suggerito tu Vicky, perchè la vita è bella, e val la pena di esser vissuta pur nella precarietà delle condizioni in cui ci si possa trovare. Un saluto per tutti..

    Commento di cristina | 8 novembre 2009 | Rispondi

  8. Ogni giorno qualcosa in noi cambia.E’l’essere in divenire.A volte il nostro corpo segue i riflessi dell’anima ed altre volte invece è l’inverso.Anch’io ho visto il mio corpo che cambiava dopo un solo anno di vita,senza neanche rendermene conto diventava quasi inerte in tre dei suoi quattro arti.Poi la vita ha cominciato a restituirmi qualcosa di quello che mi aveva tolto.Dopo dieci anni di lotte riuscivo a muovermi,ad essere quasi indipendente.Poi mi avvolse il vortice del vivere,turbinio di luoghi,emozioni,lingue,culture differenti. Ricchezza è la vita!Oggi ho 51 anni e sono un ragazzo in cerca di sapienza,che si è realizzato nella sua scrittura che qualcuno in Italia comincia anche a conoscere ed apprezare.Ho avuto molti amori,ma il più importante è quella perla rara con la quale divido la mia vita,Monia,mia moglie da dodici anni.E’ bella la vita!Anche quando sembra volerti togliere tutto,toglierti l’amore delle persone più care che se ne vanno in altra vita,in altra dimensione,anche quando tutto si oscura c’è sempre una luce dentro di noi che non si spegne,che irradia nuovamente il suo calore e ci riporta al sole.E la profondità della notte si avvicina all’alba…E’ bella la vita quando percepiamo chiaramente che in realtà essere giovani vuol dire progredire giorno dopo giorno.Un abbraccio a te Vincenza e a tutti coloro che preferiscono essere piuttosto che apparire!
    Hasta la poesia,siempre!
    Gianni Mascia

    Commento di gianni mascia | 8 novembre 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

quel quid in più

mi hanno detto che ho quel "quid" in più: che cazzo è?

marcellocomitini

il disinganno prima dell'illusione

The Diary Of A Muslim Girl

Dare ◦ To ◦ Live ◦ Your ◦ Legacy

words and music and stories

Let's recollect our emotions in tranquillity

nz

Online zeitung

Be Bold be Beautiful Be you

this and that the tid bits of life

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

il Salotto di Silvia

quattro chiacchiere in libertà

Viaggiatore non per caso

Il più bel viaggio è quello che non è stato ancora fatto

UnUniverso

Un Mondo Migliore

Un mondo vicino e lontano...

Riflessioni personali su Dio, sulla bellezza della Natura e della Creatività umana, in un mondo vicino e lontano...

IL Girasole

Non privare gli altri della felicità

Il cassetto nel cassetto

Un Mondo di Parole

Grigio antracite

Pensieri e racconti brevi

Last Waltz Under The Moonlight

☽ Come and dance with me this last waltz under the moonlight ☾

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: