Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Conto Arancio – Ing Direct: j’accuse!


 

No! Questa volta non sarò umiliata, non dirò: ‘Ok, arrivederci.’ come se niente fosse successo! IO ACCUSO LA CONTO ARANCIO – ING DIRECT DI AVERMI NEGATO UN DIRITTO ELEMENTARE per qualsiasi altro cittadino: aprire un conto corrente online, DISCRIMINANDOMI IN QUANTO DISABILE impossibilitata alla firma (come da fotocopia del mio documento in loro possesso dal 31/10/2009) e da contratto da me accettato nella stessa data e stipulato con la sig.ra Elisabetta Gerosa presso il Centro Commerciale Il Fiordaliso a Rozzano (Mi) alla presenza del mio fidanzato, sig. Claudio Carnevali. L’incontro per la stipula del contratto era stato anticipato da una visita di mia figlia allo stesso stand, durante la quale era stato eventualmente previsto il caso che firmasse mia figlia per procura.

Secondo le leggi che riporto di seguito coi relativi link l’impedimento alla firma è così regolamentato:

Fonti legislative :

Decreto Presidente Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa” – Titolo I art. 3 (R) e art. 4 (R);

Decreto Presidente Repubblica 20 ottobre 1998, n. 403, “Regolamento di attuazione degli articoli 1, 2 e 3 della Legge 15 maggio 1997, n. 127, in materia di semplificazione delle certificazioni amministrative“, in particolare art. 4;

– e ancora: http://www.superabile.it/web/it/COMMUNITY/L’esperto_risponde/Superabilex/info1880139403.html

Non so se i funzionari Conto Arancio siano più informati, ma mi hanno liquidata telefonicamente dicendo che ‘non potevano accettare l’apertura di conti con procura’…. ma CHI GLIELO HA CHIESTO?

Secondo le leggi qui sopra citate, oltre all’autorevole fonte INAIL, io NON HO BISOGNO DI PROCURA ma solo di allegare documento valido di identità. Io ho seguito le regole. Secondo ancora le stesse leggi questo è quanto serve per un atto amministrativo. APRIRE UN CONTO CORRENTE E’ UN ATTO AMMINISTRATIVO.

Signori, o cambiamo la legge o mi fate sapere il motivo della discriminazione nei miei confronti. Nel frattempo non contate sul fatto che io resti in umile attesa di vostre notizie. La presente nota informativa sarà domani stesso da me inviata all’ABI Associazione Bancaria Italiana per le delucidazioni del caso, nonchè diffusa tra amici e parenti per avere sostegno, condividere e far circolare informazioni.

Tutto quanto sopra descritto costituisce testo di un messaggio e-mail inviato stasera alle 20.28 a: servizioclienti@ingdirectitalia.it e a info@pattichiari.it (contatto ABI).

 Vi saluto come sempre in musica! Vostra Vicky. 

Advertisements

15 novembre 2009 - Posted by | Senza categoria | , , , ,

13 commenti »

  1. Anche perchè la carta d’identità è già di per sè un documento valido, tantochè il comune non lo rilascia a casaccio, ma previo accertamento, e comunque tu firmi, o chi per tè, sotto la vidimazione di un pubblico ufficiale, che di per sè certifica l’atto e la veridicità del documento e l’appartenenza di esso.
    Quindi credo che la firma non sia necessaria, tanto è vero che per esempio, la unipol, accetta di creare conti online, gestibili addirittura online, non serve nemmeno che ti rechi in banca da loro.
    Oltretutto il codice fiscale è anche una seconda garanzia, sempre rilasciata dallo stato, quindi questi signori del conto arancio, stanno letteralmente andando contro un apparato governativo, rimettendolo in discussione, con semplici allusioni alla tua invalidità.
    Mi resta da dire solo una cosa a loro:

    VERGOGNA!

    Commento di simone | 15 novembre 2009 | Rispondi

    • Ti farò sapere… in caso mi succedesse qualcosa io non ho lo scudo spaziale.. ooopppsssssssssss! fiscale! 🙂

      Commento di vincenza63 | 15 novembre 2009 | Rispondi

      • Temo di essermi confuso, forse era unicredit, boh!

        Commento di simone | 15 novembre 2009

  2. Non ti curar di loro ma guarda e passa……………
    Tu non hai mai trovato nessun asino che ti dicesse: “deve accettare la sua malattia” verrebbe da rispondere:”anche lei”.
    Forse non ti meritano………..

    Commento di franca | 15 novembre 2009 | Rispondi

    • Non mi meritano.

      Commento di vincenza63 | 15 novembre 2009 | Rispondi

  3. VAFFANCULO A TUTTI GLI ISTITUTI DI CREDITO CHE SIANO ONLINE O CHE SIANO REALI…SONO PALETTI BUROCRATICI CHE VENGONO FICCATI NEL CULO ALLE PERSONE CHE NE HANNO PIENAMENTE DIRITTO E CHE HANNO LA SFORTUNA DI CHIAMARSI DISABILI. INVECE PER I MAFIOSI, CORRUTTORI E EVASORI FISCALI POSSONO FARE QUEL CHE CAZZO VOGLIONO!!!!

    Commento di claxarticolo21 | 15 novembre 2009 | Rispondi

    • Mi sento Calimero… è un’ingiustizia però!

      Commento di vincenza63 | 15 novembre 2009 | Rispondi

  4. Cambierei strada..fossi in te Vicky..visto il trattamento.Poi di questi ”spacciatori di sogni” non mi fido a priori

    Commento di Alfonso | 15 novembre 2009 | Rispondi

    • Ma le cose vanno raccontate comunque… e io ero e sono tutt’ora arrabbiata!

      Commento di vincenza63 | 15 novembre 2009 | Rispondi

  5. Vicky anch’io ho conto arancio on line. Sono basita, mi sembra strano, Non è che sei incappata in una celebralmente lesa?
    Se vuoi ti do il nome della persona con la quale ho stipulato il contratto

    Commento di tamara | 16 novembre 2009 | Rispondi

  6. Che dire?L’ignoranza valica anche i confini dell’impossibile!

    Commento di gianni mascia | 16 novembre 2009 | Rispondi

  7. E a completamento di quello che ho esposto nel commento nr.3 andiamo a leggere questa VERGOGNA DISUMANA:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Scudo_fiscale
    Questo fa ancora disgustare alla luce di quanto detto da Vicky. E’ possibile (come dice tante volte Sasà Usala) che siamo la 7 potenza mondiale e stiamo a queste condizioni? Rendiamoci conto che basta pagare il 5 per cento non dichiarato per farla franca riciclando capitali di provenienza illecita anche mafiosa. E rompiamo le palle a una persona che vuole esercitare i suoi giusti diritti? Perchè è impossibilitata alla firma come risulta dalla sua carta di identità? Questa gente merita di FALLIRE!!!!!

    Commento di Claudio | 16 novembre 2009 | Rispondi

    • Giusto! Infatti molte banche chiudono. Ci sarà un po’ di giustizia! Mi dispiace solo per i lavoratori.

      Commento di vincenza63 | 16 novembre 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sveva's Hacks

Be yourself, accept yourself, embrace life and never forget that there's no better you than the you that you are!

FRANZ

un navigatore cortese

Skyscapes for the Soul - Jeni Bate

"I paint the skies with peace and passion, because that's the way they paint me."

❀ Rоѕa ❀

♥ chiunque può simpatizzare con il dolore di un amico,ma solo un animo nobile riesce a simpatizzare con il suo successo ♥

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

Mona_Khaan

tha blogs is about styles beauty health true story's love poetry many more )): my blog my own thoughts) http://www.yourquote.in/mona-khaan-be8e/quotes/

Pietrobrilla's Blog

Just another WordPress.com site

La giraffa

tutto può accadere, l'importante è ricordare chi sei

Autobiografia del Blu di Prussia

“Tutti gli usi della parola a tutti. Non perché tutti siano artisti, ma perché nessuno sia schiavo” (Gianni Rodari)

Marco Gasperini

poesie, racconti, frammenti esistenziali

majazze

Quello che dirò non è un segreto...

Storie di Ritratti

Inseguendo Itaca

quelcherestadellafesta

uno sguardo sui locali e sulle discoteche di Bologna e della Romagna

Frank Iodice

Education is the most powerful weapon which you can use to change the World (Nelson Mandela)

controlemafie

"Questo è il Paese felice in cui, se ti si pone una bomba sotto casa, e la bomba per fortuna non esplode, la colpa è tua che non l'hai fatta esplodere" (Giovanni Falcone)

Caroline Criado-Perez

A Pox on the Patriarchy

Mezquita de Mujeres

Activismo, Conocimiento y Espiritualidad

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: