Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Le chiese si svuotano.


Cristo Redentore - Brasile Le chiese si svuotano. E’ un dato di fatto, almeno per quanto riguarda la Chiesa Cattolica e la frequenza alla messa e ai sacramenti in generale. Una triste realtà anche per me che da parecchio tempo non ci vado. Esattamente dalla Domenica delle Palme con Claudio. Senza aver ricevuto l’Eucarestia, ovvio, visto che vivo con un uomo separato.

Mi pongo la domanda evangelica: Chi ci separerà dall’amore di Cristo?  

Prima o poi la Chiesa istituzionale dovrà dare una risposta a tante questioni senza risposta che si pongono i fedeli (come io mi ritengo) nel proprio cuore e per le quali sono emarginati ed esclusi. Un giorno verrà presto in cui il popolo di Dio riempirà le chiese per fare festa, per riconciliarsi senza formalismi. Sogno che arrivi un nuovo tempo di Misericordia (cito: ‘Misericordia voglio, non sacrifici’) nel quale ognuno sia accolto com’è, senza giudizio. Per quello basta Dio per tutti, per chi crede.

  Voglio dare qui una testimonianza della mia esperienza fatta durante una messa nella Basilica di S. Eustorgio a Milano. La prima di tantissime liturgie alle quali ho poi partecipato.

Principalmente 2 cose colpirono me allora, e ancora ne provo nostalgia e a S. Eustorgio è un pezzo del mio cuore e Dio sa quant’altro. Dicevo 2 cose semplici e grandi: ACCOGLIENZA e COMUNIONE.

 Io posso dire che l’ho vissuta e mi sono commossa allora per quello che vedevo e ora per quello che ricordo.

All’inizio della messa l’accoglienza, che non è solo un rito ma un INCONTRARE L’UOMO, UN ANDARE VERSO DI LUI. La messa è un invito a nozze, una festa che mi manca. Don Pigi viene verso la porta della chiesa per presentarsi, dare il benvenuto, una stretta di mano, un abbraccio. Come noi faremmo con un parente o un amico che viene a trovarci. Che sorpresa per me! Che emozione! Non do mai nulla per scontato nella mia vita e faccio bene…

La messa si svolge, secondo i momenti, con gioia e raccoglimento. Mi sento a casa, come fosse la prima messa festiva per me. La cosa che però ricorderò per tutta la vita è il momento della Comunione. Al microfono tutti sono invitati da don Pigi ad avvicinarsi, anche quelli ‘esclusi’ per motivazioni varie, che non potendo ricevere l’Eucarestia, possono però essere benedetti e sentirsi così davvero CHIESA e non fratelli di serie B. E’ un miracolo quello a cui sto assistendo. Avevo pensato tante volte al Paradiso: durante quella Liturgia l’ho intuito, la prima di tante volte.

La commozione è stata enorme, la tenerezza anche!

Ora io mi trovo in quella stessa condizione e penso ai separati, ai divorziati, ai gay, alle prostitute, a quelli considerati ‘diversi’, ai peccatori. Penso al giorno in cui ritroverò la forza di entrare ancora lì e mettermi al mio posto, quello che è stato preparato solo per me. Riceverò l’amore di Cristo, dal quale nessuno, neppure la legge, mi può separare.

Pace. In musica…quella di una voce amica e stimata, oltre che coerente. Vicky.  

Annunci

29 novembre 2009 - Posted by | Senza categoria | , , , ,

14 commenti »

  1. Chi ci separerà dall’ amore di Cristo? Forse che l’amore di Cristo sia soggetto a selezione naturale? Solo Dio vede il cuore di ogni uomo. Anche il Centurione e la Maddalena starebbero fuori dalla porta ,anche Pietro padre della chiesa che ha fondato le sue basi da fragile uomo .
    Per questo le chiese si svuotano di cuori e si riempono di ipocrisie.

    Commento di maria | 30 novembre 2009 | Rispondi

  2. C’è un parallelismo, se così si può dire, nelle nostre vite. Sono simili, non uguali ma simili.
    A noi è capitato questa estate, partecipavamo purtroppo ad un funerale, la moglie di un collega di Gigi, ed il prete rivolse lo stesso invito ai presenti.
    Per la verità tutti si guardarono un pò straniti, perchè?
    Se Dio è amore, coerentemente, non è che dice, a te si a te no, anche perchè se vogliamo essere onesti, chi sarebbe degno della comunione?
    L’importante è essere veri, leali, sapere che facciamo tante cretinate, e cercare di modificare il nostro atteggiamento, per andare verso l’altro, non è scontato che ci piaccia, magari ci sta anche sullo stomaco. Ed il miracolo è lì, andargli incontro ed amarlo, per ora mando un bacio a tutti voi, ciao

    Commento di franca | 30 novembre 2009 | Rispondi

    • Certo che Dio è amore! Ci tengo per chiarezza a precisare che quel giorno s s.eustorgio si trattò di benedizione per chi si presentava all’altare con le mani incrociate sul petto per segnalare che desiderava ricevere la benedizione anzichè la comunione, senza dare alcuna spiegazione a nessuno.

      Commento di vincenza63 | 30 novembre 2009 | Rispondi

  3. Non sapevo che la comunione non la prendono nemmeno chi vive insieme ad una persona separata.

    Quanto alla chiesa, al di là della fede, ultimamente si stà svuotando di fedeli, ma riempendo di farisei, quando essa la smetterà di giudicare al posto di Dio, solo allora forse ci sarà una vera porta aperta al mondo cristiano.

    Commento di simone | 30 novembre 2009 | Rispondi

  4. Chi vive con un separato è considerato adultero in quanto il matrimonio è considerato indissolubile. L’adulterio è un peccato mortale, quindi…
    La chiesa si sta svuotando per l’incoerenza e la scarsa o nulla accoglienza che si riceve. Senza voler generalizzare questo è quanto vivo io.

    Commento di vincenza63 | 30 novembre 2009 | Rispondi

  5. Durante gli anni la Chiesa Cattolica si e’ abbastanza ripulita dalle sacche di fanatismo che conteneva ma dietro la bella facciata rimangono ancora quei ”difettucci” d’origine.Ci sarebbe ancora molto da fare e questo sicuramente e’ il peggior Papa che poteva capitare se da lui ci si aspettano aperture

    Commento di Alfonso | 30 novembre 2009 | Rispondi

  6. le chiese al mio paese sono sempre piene …..si frequenta la chiesa con frequenza

    Commento di maria cristina | 1 dicembre 2009 | Rispondi

    • Finalmente una bella notizia che scalda il cuore!

      Commento di vincenza63 | 1 dicembre 2009 | Rispondi

  7. Vicky, Gesù ha detto: sono venuto per i peccatori, non per i giusti. Il problema della Chiesa istituzionale è che ha dimenticato il suo insegnamento e soprattutto la ragion d’essere della fede in Cristo: la resurrezione!
    Tutto ciò che è in questo mondo non è la regola, perchè viviamo in un mondo appartenente a una dimensione troppo bassa. La resurrezione si conquista durante la vita e consiste nel superare la prova di questo mondo, per non ripeterla più e per poter risalire verso il luogo dove effettivamente ci troviamo. Chi è fedele nel poco lo sarà anche nel molto!!! Vicky, mi piace quello che tu scrivi riguardo alla vera fede, in te c’è presente in modo vivo la luce dello Spirito! Lo Spirito Santo ti ha dato un grande carisma, mettilo a servizio degli altri!!!!!

    Commento di Mario | 1 dicembre 2009 | Rispondi

    • Io ho bisogno di tutto e tutti. Cosa posso dare? Quello che scrivo è dettato dall’amore e dalla com-passione vera che provo per il mio prossimo. Tutto questo possono darlo anche altri, anche tu.

      Commento di vincenza63 | 1 dicembre 2009 | Rispondi

      • Tu puoi dare proprio quello che scrivi!!! Ti pare poco?!?

        Commento di Mario | 2 dicembre 2009

      • Ne parliamo quando ci vediamo! Fammi sapere!

        Commento di vincenza63 | 2 dicembre 2009

  8. Salve .. Ti scrivo perchè anche io sono molto credente.. sulla comunioneai separati io non prendo nessuna difesa nè dell’uno nè dell’altro… perchè so che a volte esserlo non è una colpa e mi piac pensare che io accoglie tutti quindi non fa distinzione.. però credo che non tutte le situazioni siano uguali..
    Inervengo di più per dirti che questo non è l’unico e solo motivo per cui le Chies si svuotano.. vivendo quasi in Chiesa.. ti assicuro che molti lo fanno per noia.. per diffidenza a Dio.. per negligenza.. insomma i motivi perchè si svuotano vann cercati ovunque..
    Grazie e scusate..

    Commento di elena | 1 dicembre 2009 | Rispondi

    • Non devi scusarti per niente 🙂 Apprezzo tanto i commenti di chi vuole dialogare e soprattutto non crede di avere tutte le risposte in tasca. Proprio come te. Grazie Elena. Torna a trovarmi quando vuoi. 🙂

      Commento di vincenza63 | 1 dicembre 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Nocompensa

Not Another Travel Blog

DIARIO DI SOSTA

Benvenuti nel mio blog !

C.E Hall

Freelance Content Writer

memoriediunavagina

m'hanno detto che essere donna è bello, ma nella prossima vita preferirei rinascere maschio, magro e superdotato

Il diario della Persiceti

Solo me, me stessa, io.

phehinothatemiyeyelo - Vento nei Capelli

Kola cekiye slakiyawo - Consacra l'Amico

Happy Magician

Sii il cambiamento che vorresti nel mondo

Il Vizio di Leggere

"Non ci sono libri belli o brutti. Solo libri scritti bene o male, è tutto." (Oscar Wilde)

Sephiroth

"Scrivere sulle cose, mi ha permesso di sopportarle".

Poe di Elish_Mailyn

❣️Pensieri Stupendi tradotti in Poesia❣️ 🏆 Semper pugnare, non deficere 🏆 La vita è come andare in bicicletta, per mantenere l'equilibrio bisogna sempre stare in movimento (A. Einstein)

PhilosoBia

Between the world and me

Oregon Dogs

because writing about dogs just never gets old

wanderlust-connection.com

Esplora il mondo con me e ti porterò hasta el fin del mundo!!!

Mrinalini Raj

I LEAVE YOUR ROAD TO WALK ON MY GRASS.

.:alekosoul:.

Just another wanderer on the road to nowhere

onceuponahug

è il momento giusto per andare via, sempre, soprattutto adesso

The Godly Chic Diaries

Smiling • Writing • Dreaming

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: