Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Una stella… Il Sole…


  Tanti la chiamano stella cometa, altri stella cadente… Il nome non cambia il fatto che attira la nostra attenzione, ci fa alzare gli occhi verso il cielo, affascinati, ipnotizzati, magari con un po’ di malinconia e romanticismo.

Ora, voi mi chiederete: cos’hanno in comune l’immagine sopra con quelle che vi mostrerò di seguito? Hanno tutto e niente. NON STO DISSACRANDO O ALTRO, ANZI… La prima immagine non avrebbe senso senza le due successive. Ho bisogno però di lasciarmi ispirare e cullare dal Bello e dal Buono cantati in questo brano che evoca in me tanti ricordi…

  Questa l’immagine elaborata dal computer, tratta dalla Sacra Sindone che, per i credenti, rappresenterebbe il volto di Gesù. A chi più di lui potremmo volgere lo sguardo, lui innalzato da terra per aprirci il cielo per sempre, la Stella più luminosa, il Sole?

Eppure… CI SONO STELLE LUMINOSE SU CUI DOBBIAMO FISSARE LO SGUARDO! Sono stati sulla Terra, per breve tempo come lui eppure hanno impresso il loro viso nel mio cuore e nella mia mente… due icone moderne della Sindone, due visi sofferti. Altre facce di Cristo.

   Questa l’ultima immagine di Federico Aldrovandi, morto a Ferrara, ucciso a botte e lasciato così come lo vedete sull’asfalto la notte del 25 settembre 2005, a soli 18 anni. Nel 2009 i poliziotti colpevoli saranno condannati a poco più di 3 anni, in seguito saranno rilasciati grazie all’indulto (fonte: Wikipedia). Come non vedere i segni, il sangue? Non potrò mai più essere la stessa perchè i miei occhi hanno visto, fissato, guardato. E si sono ricordati del dolore di un viso più ‘antico’ ma sempre vivo… di un’altra morte ingiusta, più di 2000 anni fa. Si sono ricordati di una vita spezzata e dilaniata con violenza. Proprio come questa.

  E questa l’ultima immagine di Stefano Cucchi, morto non si sa ufficialmente come, ma al cui volto dobbiamo e vogliamo guardare. Senza giudicare, e soprattutto senza pensare ‘Se l’è cercata!’ Dobbiamo: perchè luce sia fatta sulla verità che deve essere anche di questo mondo. Vogliamo: per la sua giovane vita interrotta con la crudeltà, per il suo corpo violato… Non vogliamo guardare altrove, potrebbe esserci nostro figlio lì… Un’altra icona dell’ingiustizia e della vita non custodita. Una stella luminosa caduta. Ancora…

VOGLIO GRIDARE QUI E ORA IL MIO BASTA! Non voglio più vedere stelle cadute, non voglio più guardare verso soli spenti…

Spero che l’icona del Cristo sofferente lasci per sempre questi volti per fare posto al Sole di Giustizia.

Un saluto. Sempre in musica, la quale ci prende per mano e ci indica la Bellezza anche dove c’è l’orrore. Vicky. 

Annunci

15 dicembre 2009 - Posted by | Senza categoria | , , , ,

9 commenti »

  1. Un pensiero PER le mamme delle ”stelle cadute” ……….

    Commento di mary | 15 dicembre 2009 | Rispondi

  2. Cara Vicky, anche io voglio associarmi al tuo grido per dire BASTA..
    a cosa serve tutta questa violenza, solo a creare male sul male, dalla morte di Cristo sono passati più di 2000 anni. Cristo è morto per uno scopo preciso..la salvezza del mondo. E gli altri che hai menzionato e quelli che non si conoscono neppure..per quale ragione sono morti? Non si sa e meglio non approfondire, ma una cosa è certa, l’ingiustizia umana avanza..è stata ed è sempre pronta a colpire, in tutte le sue svariate forme.
    Anche tu sei una stella del firmamento, e lo dimostri manifestando la tua sensibilità e l’amore verso la vita e gli altri.
    Un abbraccio.

    Commento di Cristina | 16 dicembre 2009 | Rispondi

    • Io sono una che luccica di luce riflessa… a volte nemmeno. Anche per me ci sono eclissi, ma so che in realtà la faccia oscura della luna non esiste. Quindi attendo il mio Sole.

      Commento di vincenza63 | 16 dicembre 2009 | Rispondi

  3. Le stelle cadute che incontriamo durante la nostra vita ci sfiorano appena lasciando sempre un segno profondo dentro ,altrimenti non sarebbero stelle.
    Luca Benigno era una di quelle ,una persona che conoscevo a malapena che però ha sconvolto tutti con la sua scomparsa.
    Un ragazzo come noi ,un marciapiede , un casco e una famiglia che ha perso la sua stella

    Commento di ema | 16 dicembre 2009 | Rispondi

    • Tutte le volte che vado a trovare papà al cimitero non manco mai dai miei fissi: papà, che io amo e amerò sempre, luca benigno e luca bollo, due giovani che ci hanno resi poveri andandosene, bianca… piango sempre per me che ho perso un’anima con cui mi intendevo anche con pareri opposti su quale Bellezza contasse nella vita, barbara beraud, teresa palumbo, la battistini, saletti…. mi sento molto sola nella mia comunità. E chiedo luce per continuare ad amare, nonostante l’eclissi.

      Commento di vincenza63 | 16 dicembre 2009 | Rispondi

  4. Anch’io vedo e sento tanta rabbia repressa..basta uscire di casa e mettersi in macchina.C’e’ tanta gente frustrata che non aspetta altro che una rissa.Poi ci sono i frustrati vigliacchi che se la prendono con i piu’ deboli come e’ successo a Cucchi e Aldrovrandi.Ma la cosa piu’ inquietante e’ che puo’ succedere a tutti.Quando si gira per le strade bisogna stare molto attenti e non cadere in provocazioni

    Commento di Alfonso | 16 dicembre 2009 | Rispondi

    • Maurizio, mai come oggi abbiamo bisogno di luce che ci illumini il cammino. Alcune volte basta poco ed esplodiamo.. Guarda i drammi familiari. Sono il crollo di un modello di riferimento, ognuno pensa e da’ conto solo a se’ stesso. Non va bene.

      Commento di vincenza63 | 16 dicembre 2009 | Rispondi

  5. Sono anch’io una mamma, sono rimasta senza parole, solo ………. perchè?

    Commento di franca | 17 dicembre 2009 | Rispondi

    • Nei casi di cui ho descritto esistono i colpevoli. Che paghino. In nome della giustizia.

      Commento di vincenza63 | 17 dicembre 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

The Godly Chic Diaries

Smiling • Writing • Dreaming

Sfumature d'arcobaleno

Blog di sfumature di vita, scritto da qualcuno, da qualche parte, in qualche momento...

alemarcotti

io e la mia vita con la sm

solomari

"se scrivo ciò che sento è perchè così facendo abbasso la febbre di sentire" (F. Pessoa)

inpuntadipiedinaturalmente

dai rimedi naturali fatti in casa alla riflessologia

lucialorenzon

"La mia diversitá é la mia forza,la mia debolezza,la mia dignitá."

Not an Autism Mom

Hold Tight... It's a Wild Ride!

quel quid in più

mi hanno detto che ho quel "quid" in più: che cazzo è?

marcellocomitini

il disinganno prima dell'illusione

The Diary Of A Muslim Girl

Dare ◦ To ◦ Live ◦ Your ◦ Legacy

words and music and stories

Let's recollect our emotions in tranquillity

nz

Online zeitung

Be Bold be Beautiful Be you

this and that the tid bits of life

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

il Salotto di Silvia

quattro chiacchiere in libertà

Viaggiatore non per caso

Il più bel viaggio è quello che non è stato ancora fatto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: