Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Hurt: la mia scoperta.


               

 

 

Due generazioni a confronto, quella di Trent Reznor dei Nine Inch Nails (NIN) e quella di Johnny Cash. Entrambi una scoperta per me. Entrambi perfettamente sconosciuti. Eppure… Emozionanti.

Questo il testo:

I hurt myself today
To see if I still feel
I focus on the pain
The only thing that’s real
The needle tears a hole
The old familiar sting
Try to kill it all away
But I remember everything
What have I become?
My sweetest friend
Everyone I know
Goes away in the end
You could have it all
My empire of dirt
I will let you down
I will make you hurt
I wear my crown of shit
On my liar’s chair
Full of broken thoughts
I cannot repair
Beneath the stain of time
The feeling disappears
You are someone else
I am still right here
What have I become?
My sweetest friend
Everyone I know
Goes away in the end
You could have it all
My empire of dirt
I will let you down
I will make you hurt
If I could start again
A million miles away
I would keep myself
I would find a way

 

Un testo essenziale, duro, senza sconti… Proverò a tradurlo come posso. 

 

Oggi mi sono fatto del male
Per vedere se lo sento ancora
Mi concentro sul dolore
L’unica cosa reale
L’ago apre un buco
Il vecchio caro ago
Provo a rimuovere tutto
Ma ricordo ogni cosa
Cosa sono diventato
Amico mio dolcissimo?
Chiunque io conosca
Alla fine va via
E potresti averlo tutto
Il mio impero di sporcizia
Io ti deluderò
Io ti farò del male
Indosso la mia corona di merda
Seduto sul mio trono di bugiardo
Pieno di pensieri spezzati
Che non so rimettere insieme
Sotto la macchia di tempo
Il sentimento scompare
Tu sei qualcun altro
Io sono ancora qui.
Cosa sono diventato
Dolcissimo amico mio?
Chiunque conosca
Alla fine va via
E potresti averlo tutto
Il mio impero di sporcizia
Io ti deluderò
Io ti farò del male
Se potessi ricominciare tutto
Milioni di miglia lontano da qui
Resterei me stesso
Troverei un modo.

 

Un testo apparentemente di facile interpretazione e comprensione. Effettivamente lo sarebbe se noi solo concentrassimo la nostra attenzione sui due interpreti. Cos’hanno in comune? Graffiano in profondità, Trent e Johnny, pur con età estremamente diverse, sicuramente mossi da questo testo con motivazioni differenti. Autodistruttivo il primo, estremamente solo il secondo.

Per chi non le conoscesse, così come non le conoscevo io, è utile dare un’occhiata alle biografie di entrambi gli artisti. Ho imparato molto dalle biografie, spesso chi vive d’arte attinge dalla propria vita. Conoscerla diventa una chiave di lettura. Per chi non si accontentasse… :

http://it.wikipedia.org/wiki/Trent_Reznor

http://it.wikipedia.org/wiki/Johnny_Cash

 

Spero di non avervi annoiato con le mie divagazioni o peggio i miei deliri! Sempre GRAZIE per l’attenzione. Quello che segue è un duetto live di Trent Reznor con David Bowie. Sempre Vicky.

 

Annunci

1 febbraio 2010 - Posted by | Persone, Sentimenti | ,

2 commenti »

  1. Reznor lo conosco poco..ma Cash una di quelle voci che non passano inosservate alle mie orecchie

    Mi piace

    Commento di Alfonso | 1 febbraio 2010 | Rispondi

    • Si sente che è un’anima ‘vissuta’ in tutti i sensi. Di Reznor apprezzo l’originalità e la bravura.
      Alfonso, amo parlare di musica. Tanta. Parla di me.

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 1 febbraio 2010 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Giornalista Indipendente

Riproduzione Riservata - Testata Giornalistica n.168 del 20.10.2017

mydaphne

this my world, this mydaphne

Giusy Carofiglio

And as imagination bodies forth The forms of things unknown, the poet’s pen Turns them to shapes and gives to airy nothing A local habitation and a name. – William Shakespeare

Primo non sprecare

Una genovese in cucina: piatti liguri, altri inediti, oppure i classici in versione sprint. Per il massimo risultato con il minimo sforzo.

TwinMirrors

Look into our mirrors...You will see the most amazing things...

AMERICA ON COFFEE

Americans' daily coffee ritual.....

ZEN'S FAMILY BLOG

Hey My Family. This is Justin Zen and I am here to share my thought's and experience. I am on a journey to help everyone and bring out everyones potential and talent through my blog.

Al Ghurabaa Magazine per la Donna Musulmana

Storie quotidiane di donne e mamme musulmane

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

La Mia Visione Della Vita

"La nostra realtà è un caleidoscopico ed ignoto viaggio onirico"

Les faits Plumes

Des enquêtes à pas de loup pour apprendre sur-tout...

wwayne

Just another WordPress.com site

...

Finding clever solutions to tricky problems since forever

LE PAROLE PER DIRLO

"La scrittura è la voce incomparabile del silenzio". (Andrea Emo)

Hollywood Makes Me Sick

Notizie curiose dal mondo dell'entertainment

InvestInYourselfFirst!!

Be A Warrior 🎯 And Get Out From The Misconceptions Of Your Life!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: