Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Ogni bimbo nasce libero.


 

Secondo il nuovo regolamento del comune di Goito (Mn) sarebbero ammessi alla frequenza dell’asilo comunale – quindi pubblico – solo bambini cristiani, i cui genitori sottoscrivano questa appartenenza religiosa all’atto dell’iscrizione.

QUI STIAMO IMPAZZENDO! IN QUALE CRISTO CREDETE?

Io sono cristiana cattolica, ma non condivido per niente questa decisione. La Cei di Mantova dia un esempio di vero cristianesimo e receda da quel documento infamante per tutti i cristiani veri che non hanno paura del diverso. Sulle suore meglio che non mi pronunci.

Questa notizia, tratta da La Stampa di oggi: http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/201002articoli/52558girata.asp

L’articolo:

Mantova, polemica per il nuovo regolamento: bambini discriminati
FRANCO GIUBILEI
MANTOVA
Una scuola per l’infanzia, sì, ma solo per l’infanzia ispirata da una visione cristiana della vita. Il regolamento approvato l’altra sera dal consiglio comunale di Goito, paese del Mantovano guidato da una giunta di centrodestra, è di quelli destinati a far discutere fin dalla premessa, che recita testualmente: «La scuola Angeli Custodi accoglie i bambini regolarmente iscritti dalle famiglie e persegue finalità educative e di sviluppo della loro personalità in una visione cristiana della vita». L’articolo 1 del testo, che prevede le modalità di accesso alla struttura, butta altra benzina sul fuoco: «L’iscrizione avviene previa accettazione del regolamento ed è richiesta dai genitori al Comune di Goito».

 

Se la si vede come una condizione per poter iscrivere i figli all’asilo, interpretazione che ha fatto saltare sulle sedie i consiglieri dell’opposizione, ne deriva logicamente che per mettere i bambini in quella scuola materna bisogna far propri i principi di un’educazione cattolica. Il capogruppo dell’Unione civica per Goito Franco Casali, del Pd, dice: «La nostra deduzione è che chi non ha una visione cristiana della vita è tagliato fuori, il che è incostituzionale perché quella è una scuola pubblica pagata con soldi del Comune, non una struttura privata. In Consiglio abbiamo cercato di far presente che un’impostazione del genere contrasta con la Carta europea dei valori della cittadinanza e dell’integrazione ma da parte della maggioranza c’è stata una chiusura totale».

Per il sindaco Anita Marchetti, invece, si sta facendo «tanto rumore per nulla: da trent’anni c’è una sezione della scuola comunale che ha per insegnanti delle suore. L’anno scorso abbiamo fatto una convenzione con la curia di Mantova e abbiamo adottato il regolamento della Fism (la Federazione italiana scuole materne riconosciuta dalla Cei che raggruppa le scuole cattoliche). E’ da 30 anni che la struttura funziona con personale religioso, questo regolamento disciplina una situazione di fatto». E se qualcuno non condivide l’impostazione cristiana che fa? Manda i figli altrove?

Secondo il sindaco, sostenuta da una maggioranza Pdl-Lega Nord, è un falso problema: «Non è vero che non sono accettati quanti non si riconoscono in una visione cristiana, è una scuola pubblica e chiunque può essere iscritto. E comunque a Goito ci sono anche nove sezioni di scuola statale. La sezione comunale ha semplicemente un altro retaggio: io a scuola dicevo le preghiere e non ci trovavo niente di strano». Qualcosa di strano invece lo trova Rita Scapinelli, consigliere d’opposizione, di sinistra e cattolica: «Avevo chiesto di ritirare questo regolamento, mi è stato risposto che, siccome la scuola materna è gestita da sempre dalle suore, andava sancita formalmente tale situazione. Del resto anche nella delibera della convenzione con l’opera diocesana, relativa alla conduzione della struttura, si è scritto che l’insegnante è di chiara ispirazione cristiana».

Mi dissocio assolutamente da questa visione settaria della vita prima e del Cristianesimo autentico poi. Oltre che, come cittadina, sollecitare le coscienze di tutti i genitori amanti della verità e della giustizia. La nostra Costituzione non ammette eccezioni. O ci sono le solite deroghe?

Un saluto a tutti, sempre senza distinzione…. per bimbi ed adulti. Vicky.

 

(Ho imparato a sognare – Negrita)

Annunci

24 febbraio 2010 - Posted by | Idee, News, Persone | , ,

7 commenti »

  1. Per questi demenziali atteggiamenti di questi dilettanti della politica locale ai quali spero che qualcuno li spinga a calci nel sedere rimandandoli alle scuole elementari ma in Arabia Saudita, c’è poco da dire. Io me la prendo con chi li vota e li mette dove purtroppo stanno e dove fanno danni.Se succedono queste cose la colpa è del popolo sovrano che non fa un emerito ceppo di nulla per dirgli qualche parolina che li mettano sotto traccia come è successo a Ghedini a Roma.Infatti gli aquilani sono stati l’unici con le palle e hanno tirato fuori l’orgoglio, tutto il resto dimostra che siamo un paese di pecoroni, di vecchi e privi di idee, e quel che peggio stracolmi di Sciura Maria e Sciur Giuseppe….

    Commento di ventodeldeserto | 24 febbraio 2010 | Rispondi

    • La coscienza civile va risvegliata con la verità. E’ l’unica strada percorribile. Sia in politica che nella vita strettamente personale come quella religiosa o comunque interiore. Cristiana oppure no.

      Commento di vincenza63 | 24 febbraio 2010 | Rispondi

  2. Pazzia…. sono cristiano-cattolico…e proprio per questa ragione ritengo pazzia fare ordinanze di questo tipo…
    certo, la chiesa dovrebbe far sentire la sua voce in difesa…degli altri…”diversi”.Spero ….che il vescovo locale si muova…subito!!!!

    Commento di pietro | 25 febbraio 2010 | Rispondi

  3. Spesso sono i bambini che insegnano, spero che in questa occasione, aprano gli aochi ai genitori, che spessosi preoccupano di chi frequentano e non di chi non volgio che si frequenti.

    Commento di simone | 25 febbraio 2010 | Rispondi

  4. Bene! Dopo gli strepitii sono seguiti i fatti alle parole???? Se l’opposizione di quel comune ritiene di avere ragione, faccia immediatamente ricorso al TAR Lombardia… è inutile lamentarsi, se poi non si utilizzano i mezzi messi a disposizione dalla legge…

    Commento di Mario | 28 febbraio 2010 | Rispondi

    • Un’ottima idea per chiederglielo! Informiamoci e facciamo domande, anche scomode.

      Commento di vincenza63 | 28 febbraio 2010 | Rispondi

  5. Siamo un paese con retaggio medievale ostaggio di un paesuncolo abitato da pederasti e truffatori

    Commento di Alfonso | 28 febbraio 2010 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

quel quid in più

mi hanno detto che ho quel "quid" in più: che cazzo è?

marcellocomitini

il disinganno prima dell'illusione

The Diary Of A Muslim Girl

Dare ◦ To ◦ Live ◦ Your ◦ Legacy

words and music and stories

Let's recollect our emotions in tranquillity

nz

Online zeitung

Be Bold be Beautiful Be you

this and that the tid bits of life

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

il Salotto di Silvia

quattro chiacchiere in libertà

Viaggiatore non per caso

Il più bel viaggio è quello che non è stato ancora fatto

UnUniverso

Un Mondo Migliore

Un mondo vicino e lontano...

Riflessioni personali su Dio, sulla bellezza della Natura e della Creatività umana, in un mondo vicino e lontano...

IL Girasole

Non privare gli altri della felicità

Il cassetto nel cassetto

Un Mondo di Parole

Grigio antracite

Pensieri e racconti brevi

Last Waltz Under The Moonlight

☽ Come and dance with me this last waltz under the moonlight ☾

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: