Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Ti voglio bene da lontano.


  Tra pochi mesi, esattamente il 15 luglio, data del mio esame di maturità, ricorderò l’ultimo giorno in cui ho vissuto nella mia famiglia d’origine, che è anche la tua, il giorno in cui ho fatto la mia scelta, la prima importante tra tante da quel giorno in poi. Non è di questo che voglio parlarti però oggi.

Mi concentro su questo numero: 28.

E’  il numero degli anni che mi separano da quella data. Quasi quanto quelli che mi separano da te. Da allora TI VOGLIO BENE DA LONTANO. Io ho preso la mia strada con l’uomo che avevo scelto, tu la tua restando a capo di una situazione drammatica come uomo, non come ragazzo. Altro che i famosi ‘bamboccioni’! Uomini nel senso vero del termine si nasce e tu lo sei!

Sono volati. Ti voglio bene da lontano. E’ una frase nata in questi ultimi giorni, dopo il tuo recente intervento, le complicazioni, le ore passate lì ad aspettare e non riuscire a pensare a niente. Solo al bene silenzioso. Discreto, non invadente. Da sorella che non ruba la scena a nessuno, se non con la sua presenza che suo malgrado non passa inosservata… non certo per l’abbagliante avvenenza!

Finalmente! Esci da lì, mi sono assentata qualche minuto prima e non ti ho visto! Ti incrocio, solo per un momento mi passi accanto. Sei sveglio, un po’ intontito. Le infermiere si fermano. Giusto un minuto tutto mio, ti chiamo per nome, ti accarezzo un po’: credo sia la prima volta in vita mia che lo faccio. Cosa ce lo impedisce, qual è il muro che spesso in famiglia ci impedisce di essere affettuosi?

Ti dico: Sono Vicky! Mi rispondi, mi guardi. Che bello, siamo un momento da soli… Non posso emozionarmi, meglio lasciarti tranquillo.

Ciao Freddy! Alla prossima occasione. Una dedica in musica. Un brano che ascoltavo con te a casa. Sempre Vicky. 

 

Annunci

5 marzo 2010 - Posted by | Persone, Sentimenti | , ,

5 commenti »

  1. vorrei anche io dare una carezza a mio fratello, come tu hai fatto cn il tuo ma il mio l’ho perso nn sò per quale motivo tanti anni fà…. e abita a 10 mn da casa mia. ke tristezza, mi sono sempre sentita figlia unica… ogni tanto ci peso, ma me ne sono fatta una ragione,cn tristezza, ma l’ho quasi dimenticato…. un bacio vicki

    Mi piace

    Commento di rosalba | 7 marzo 2010 | Rispondi

    • Rosy, chiamalo tu! Che t’importa? Fatti conoscere…
      Un abbraccio, da regalare.

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 7 marzo 2010 | Rispondi

  2. Capisco perfettamnte, a me è capitato con mio padre e tutt’oggi mi fermo a ripensare e dico “ho l’opportunità di farlo ma xkè siamo così idioti e nn ci lasciamo andare mai’ ai sentimentalismi?”….. Purtroppo ci rendiamo conto di quante volte nn ci lasciamo prendere dai sentimenti, solo nei momenti in cui si tocca con mano il dolore….. Vi auguro ke tutto si risolva x il meglio e ke avrete momenti di dolce affetto da condividere in situazioni gioiose.
    Un abbraccio Vicki

    Mi piace

    Commento di Nuvola_4 | 7 marzo 2010 | Rispondi

    • Grazie Mary, so che l’importante è iniziare e io ho deciso e l’ho fatto!

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 7 marzo 2010 | Rispondi

  3. E’ vero Vicky..come sempre acutissima..in famiglia c’e’ un muro che ci impedisce di essere affettuosi.Per me e’ la stessa cosa..sembra una cosa da niente ma e’ un muro molto molto robusto

    Mi piace

    Commento di Alfonso | 13 marzo 2010 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

ROSLIE'S

"Quel che importa è non mancare la propria vita"

Mosul Eye

To Put Mosul on the Global Map

Calogero Mazza

In un mondo in cui tutti (ma proprio tutti) dicono la loro... io vorrei dire la mia.

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

HUMAN TRIBE

storie incredibili del genere umano

Empowered

Everyday

MaBeautility

Inner beauty and outer beauty!

Spongebob

E la bellezza d'esser bionda guidando una Aygo rossa.

Paroledipolvereblog

Ciò che per alcuni è strano, per altri è normalità (Tim Burton)

La libreria di Farfalla Legger@

gocce di libri letti e qualcosina in più...

MiddleMe

Becoming Unstuck

DUST IN THE WIND (poesía)

"El raquitico dios de la tierra sigue siendo de igual calaña y tan extravagante como el primer día. Un poco mejor viviera si no le hubieses dado esa vislumbre de luz celeste, a la que da el nombre de Razón y que no utiliza sino para ser más bestial que toda bestia" Goethe

Think Thoughts

Academic Essays: Literature | General Issues

Education Motivation Inspiration

Warm welcome! This is more than an exploration. Discovery of new ideas and new ways of being.

Life lessons

This site is all about enlightenment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: