Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Presidente Napolitano, mi spieghi…

       

 

“Onorevole Presidente Napolitano,

sono una signora di 46 anni con grave disabilità motoria in quanto tetraplegica da 14 anni. Sarò breve nell’esposizione in quanto al momento, oltre ad avere i miei soliti problemi causati dalla mia malattia, ho anche problemi di estrema debolezza e di stanchezza dovuta ai postumi di una polmonite che sto ora ancora curando a domicilio secondo le indicazioni dello specialista dell’ospedale nel quale sono stata ricoverata per nove giorni, fino al 25 marzo scorso. Infatti, per poter redigere il testo presente, utilizzo software vocali che sostituiscono l’uso delle mie mani.

Per questo motivo non mi dilungherò molto nella mia esposizione, ed approfitto di un mezzo come quello del mio blog per comunicarle il mio malcontento nel sentirmi privata del diritto di voto a me garantito dalla nostra costituzione, Titolo IV articolo 48.

Nonostante l’approvazione della legge 1359 del maggio 2009 relativa al voto domiciliare delle persone con disabilità, mi sono trovata mio malgrado fuori dalle categorie previste all’articolo 1 delle leggi anche antecedenti. Non sono attaccata permanentemente, grazie a Dio, ad apparecchiature elettromedicali, come previsto dalla vecchia legge per ottenere il voto domiciliare. Allo stesso modo era impossibilitata a recarmi al seggio e meno che meno ad espletare in autonomia l’iter burocratico di approvazioni e pellegrinaggi da un ufficio all’altro previsto dalla nuova legge 1359.

Onorevole Presidente, mi fermo qui. Il resto, se vorrà, lo troverà esposto nel post al seguente indirizzo: https://vincenza63.wordpress.com/?p=1468

Inutile aggiungere quale sia la mia delusione rispetto a quanto le istituzioni facciano, o meglio non facciano, per facilitare vita dignitosa di milioni di cittadini nelle mie stesse condizioni, che per impedimenti diversi dal mio rinunciano al diritto-dovere di votare, e chissà a quanti altri ancora di cui non importa a nessuno. Spero che non sia il suo caso.

Resto in attesa di sue cortesi comunicazioni riguardo l’accaduto e della possibile azione nella giusta direzione per la risoluzione di questa problematica così importante.

Cordiali Saluti.

Vincenza Rutigliano

 

30 marzo 2010″

 

Facendo seguito al mio post sul mancato voto, condivido con voi il testo della mia email spedita nel pomeriggio al nostro Presidente della Repubblica, primo garante dei nostri diritti costituzionali. Tra questi, quello fondamentale del voto. Attendo sviluppi.

Un saluto, musica e immagini. Sempre Vicky.

 

30 marzo 2010 Posted by | Esperienze, Idee | , , | 5 commenti

Io, ovvero Vicky l’invisibile.

Eccola, guardatela… Ma che dico, se è invisibile non potete vederla! Eppure c’è… Vicky esiste, ha un corpo, una mente, un’anima – lei ci crede -, un documento d’identità che attesta la sua appartenenza alla razza ‘ariana’ nordica-padana, ha una tessera elettorale che le da’ facoltà di votare nella sua circoscrizione e di esercitare il suo diritto/dovere sancito dalla costituzione… ma…

VICKY NON è ABBASTANZA MORIBONDA PER POTER VOTARE A DOMICILIO E COSì… NON HA POTUTO VOTARE.

Questa le leggi in materia, per chi volesse saperne di più: decreto legge 3 gennaio 2006 n. 1legge 27 gennaio 2006 n. 22 e decreto legge 1539 del 2009 (testo approvato). 

Non le importa di chi non è andato a votare. Almeno quello ha avuto diritto di scelta, se essere invisibile o meno. LEI NO! E’ stata censurata, costretta agli arresti domiciliari da una polmonite, innocente ha pagato il prezzo del disimpegno, una vergogna mai provata in vita sua…

Chi pagherà per tutto questo?

Dovete sapere che una persona con disabilità non può votare a domicilio se non in condizioni di dipendenza continuativa da apparecchiature elettromedicali (es. respiratore). La nuova legge del 2009 estende ad altre persone con disabilità la possibilità di voto domiciliare ma… leggete i requisiti per favore! Bisogna sforzarsi di conoscere! In difesa di chi non può farlo per sè.

Vicky grazie a Dio non è ancora ridotta così, ma le è stato proibito di uscire almeno per una settimana dopo la dimissione dall’ospedale – giovedi 25 marzo 2010 – e di ‘comportarsi come se fosse ancora ricoverata. Prima uscita concessa: breve gita di Pasquetta’ (Dottoressa Lucia Testoni – Pneumologa presso il reparto D3 in Humanitas, Rozzano, Mi).

Deve esserci qualcosa che non quadra… E questo tipo di ingiustizie fanno agitare molto Vicky.

In una sovranità dell’assenteismo e del disimpegno lei nel suo piccolo impegno ci crede. Non si fermerà. Dovesse arrivare in…    

Avrete sue notizie!

Un caro saluto, con l’amata musica, sempre Vicky.

30 marzo 2010 Posted by | Esperienze, Idee, Persone | , | 4 commenti

   

Willing Yourself To Win

Life, love and destiny.

Pensieri Parole e Poesie

Sono una donna libera. Nel mio blog farete un viaggio lungo e profondo nei pensieri della mente del cuore e dell anima.

Il blog di Mammaformica

Cuoca per caso, tester per hobby, mamma per vocazione

Yolanda - "Det här är mitt privata krig"

Kreativ text, annorlundaskap, dikter, bipolaritet, Aspergers syndrom, samhällsdebatt

parole e basta

d'amore, sesso, vita e poesia

EmoticonBlu

Mi contraddico? Certo che mi contraddico! Sono grande, contengo moltitudini! (W. Whitman)

cocinaitaly

comida italiana

❤AAISHA ❤ GOUR❤

❤❤❤अधूरे ख्वाबो को पूरे करने की हिम्मत रखती हु पंख नही है तो क्या हुआ हौसलो से उड़ान भरती हु ❤❤❤

BE THE CHANGE

Refresh and start a new chapter

The 4th Dimension

Random Stuff I Think You'll Like

RIVA OMBROSA

Quando si ama si dona

deluarhossain336@gmail.com

deluarhossain336@gmail.com

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

Meereskind

Reisen beginnt im Kopf

SCEGLI TU...POI TI CONSIGLIO IO

"IL MONDO SAREBBE UN POSTO MIGLIORE, SE UNO DEI CINQUE SENSI FOSSE STATO L'IRONIA"

Jakob Iobiz

Scrittore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: