Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Una giornata come tante.


Conosci l’elefante e la farfalla? E’ una metafora, anzi qualcosa di più. E’ la fotografia di Vicky, quella che a tratti è evidente…quella che qualche volta vorrebbe essere oscura… quella sfrontatamente e vergognosamente viva! Non le basta, una vita. Deve viverne due o più, secondo quelle che sono le sue idee, oppure quelle altrui. Cos’hanno in comune? Scoprilo.

Guardami. Sono il deserto, la terra brulla che vedi qui sopra. A tratti liscia, poi improvvisamente arida. E ancora lacerata da improvvise e profonde spaccature. Mi trovi dappertutto… nelle ascese e nelle cadute. In cima a un arbusto, sul fondo di un crepaccio. Catturami. Afferrami. Poi, lasciami andare. Fammelo credere, di poter volare. Oggi non mi sono riflessa in uno specchio. Sono uscita, ho provato a sbrigare le piccole enormi commissioni che a te non pesano e per me sono montagne da scalare.

Sono farfalla. Mi sposto velocemente. Passo tra la gente… quasi inosservata spero. E invece no.
Sono elefante. Ho caricato il mio corpo motorizzato al supermercato. Voglio dimostrarti, voglio dimostrarmi che ce la posso fare. A volte ci riesco.
Sono aquila… Guardo le piccole cose dal’alto. Quelle risolte. Oggi ho volato oltre le montagne. Come aquila posso planare in un crepaccio e poi risalire. Fantastico! Dovresti provare

Plasmami. Puoi farlo. Formami su un tuo modell0 mentale. Mi vedi. Attraverso la strada tra le auto, ho comprato perfino un maxifustino per lavatrice, ce l’ho qui dietro, insieme a pane per i miei cari, alle banane che piacciono a lui,  a un piccolo pensiero… stasera forse lo vedrò, forse no. Esiste. Io per lui anche. Questa è la farfalla che non vedi. Tu continua a guardare l’elefante… quello che goffo sta attento a non urtare cose e persone… quello che non vuole disturbare.

Peccato. Non hai osservato oltre. Non hai guardato nei miei occhi, nei miei sacchetti… ci avresti scoperto la leggerezza e la vivacità dei suoi colori. Quanto si impara se solo…

Fermati. Chiedimi che ho fatto oggi, che farò. Mi daresti l’opportunità di raccontarti dei miei voli, delle mie cadute. Magari ti piacerebbe ascoltarmi e cominceresti a raccontarmi di te. Sul serio, di quello che desideri, che sogni. Potrei aiutarti. E tu me.

Pensami. Sono quella sconosciuta che hai visto oggi consegnare i suoi campioni di sangue in Humanitas a Rozzano, perchè non vuole delegare nessuno e rivendicare ad ogni costo la sua piccola grande indipendenza. Sono quella che di corsa ha attraversato la strada per non perdere il pullman. Ero io al CAF della CGIL da quella signora sorridente ormai diventata familiare. Con un sorriso mi da’ la ricevuta. ‘Lei è la signora che inizia per R, vero?’ Sono io, sì! Ancora da sola, accompagnata solo da sguardi. Mi sento bene. Questa Vicky da sola sta in paradiso. Torna ad avere gambe, mani… tutto. E’ perfetta, dentro e fuori.

Scrutami. Sono vera. Non una proiezione dei tuoi pensieri. Sto entrando in posta. Mi manca la raccomandata di disdetta da spedire a Fastweb. Sì sì, quella scritta ieri. Ho diritto di scegliere e lo esercito. Mi sento viva. Importante. Sorridi? Ti ringrazio: era questo il mio intento. La farfalla Vicky per questi pochi minuti ti ha fatto dimenticare quell’altra… l’elefante.

Per un po’ sei stato aquila con me! Sempre Vicky!

Annunci

9 marzo 2011 - Posted by | Esperienze, Persone, Sentimenti | , ,

7 commenti »

  1. Bello scritto Vicky rende l’idea anche se malgrado l’ottimismo avverto anche grinta e voglia di far capire agli altri che sei esattamente come loro forse di più. Un bacio

    Commento di tamara | 9 marzo 2011 | Rispondi

    • Proprio così Tam!

      Commento di vincenza63 | 9 marzo 2011 | Rispondi

  2. brava super mamma continua così!

    Commento di emanuela | 9 marzo 2011 | Rispondi

    • Grazie super figlia!

      Commento di vincenza63 | 9 marzo 2011 | Rispondi

  3. Complimenti , una bella espressione,
    peccato che a modugno non lo potuto sentire

    Commento di Edoardo Curto | 9 marzo 2011 | Rispondi

  4. Vicky sei una forza, il tuo spirito indomito è d’esempio per noi “normali” che ci arrendiamo di fronte a insignificanti difficoltà mentre tu affronti problemi ben più grandi senza mai darti per vinta. Emanuela ha perfettamente ragione a dirti che sei una super mamma… Hai grinta sufficiente per te e per noi che abbiamo avuto la fortuna di averti conosciuta e che ogni giorno che passa ti vogliamo bene un po’ di più. Perché tu sai farti voler bene.
    Ti mando un abbraccio e un bacione.
    Alberto, quello che condivide la tua forma d’aquila… :-* ♥

    Commento di Alberto Sati | 9 marzo 2011 | Rispondi

  5. L’importante è, non voler fare troppe cose oltre i propri limiti.

    Commento di simone | 10 marzo 2011 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

quel quid in più

mi hanno detto che ho quel "quid" in più: che cazzo è?

marcellocomitini

il disinganno prima dell'illusione

The Diary Of A Muslim Girl

Dare ◦ To ◦ Live ◦ Your ◦ Legacy

words and music and stories

Let's recollect our emotions in tranquillity

nz

Online zeitung

Be Bold be Beautiful Be you

this and that the tid bits of life

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

il Salotto di Silvia

quattro chiacchiere in libertà

Viaggiatore non per caso

Il più bel viaggio è quello che non è stato ancora fatto

UnUniverso

Un Mondo Migliore

Un mondo vicino e lontano...

Riflessioni personali su Dio, sulla bellezza della Natura e della Creatività umana, in un mondo vicino e lontano...

IL Girasole

Non privare gli altri della felicità

Il cassetto nel cassetto

Un Mondo di Parole

Grigio antracite

Pensieri e racconti brevi

Last Waltz Under The Moonlight

☽ Come and dance with me this last waltz under the moonlight ☾

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: