Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Il coraggio.


Apro gli occhi, chiamo all’appello tutti i sensi. Sono viva. Ancora un’alba da vedere, da sola. A volte no… e sono felice.
Mentalmente riguardo i sogni appena terminati oppure rimasti lì appesi tra luce e ombra. Se solo potessi fermarli!
Inizia il mio giorno. Apparentemente uguale al precedente, scandito da riti più o meno necessari e più o meno piacevoli. Dipende.

Quando tu sei qui, sei la forma di vita più Bella che io abbia il piacere di contemplare. In questi momenti il coraggio sei tu.
Uomo, quante volte ancora dovrò venire a cercarti in punta di respiro nel tuo luogo segreto perfino a te stesso?
Potessi trattenerti e non sentire quello strappo quando il ciclo della vita fisica riprende dopo l’apparente pausa della notte…

Sono figlia della notte, una sua creatura che in quelle ore si trasforma. Penso. Ammiro. Prego. Ricordo.

In fulminei blitz temporali rivivo storie, persone, attimi. Gioiosi anche. Davanti a questo monitor si spalancano innumerevoli vite. Il coraggio sono loro. La comunità di Palombara e l’amico Adriano Curci che difendono il diritto alla salute – che nei successi e nelle sconfitte appartiene  all’universalmente umano -, Il compagno di sempre Marco, vigile del fuoco sardo dolorosamente trapiantato a Milano, la lotta per la dignità dei malati portata avanti da Mina Welby e dall’Associazione Luca Coscioni, il coraggio della verità di Radio Cento Passi e la vita breve e piena di Peppino Impastato e di tutti i siciliani onesti e difensori della Bellezza ad ogni costo…
Nel cuore tante storie di coraggio che emerge nell’avventurosa giornata di tutti… di Lillo, di Luisa, di Lina, di Luca che piange per il figlio mai nato, di chi un figlio l’ha perso… nomi e volti innumerevoli, la rete diventa un mare di varia umanità, da ascoltare, rispettare, contrastare a volte…sempre e comunque amare in nome di un’ Umanità più estesa, quella figlia della non-violenza e del perdono.

E di me che dire?

Il manifesto della mia vita è rappresentato ogni giorno da tre ‘discorsi’ : il discorso della Montagna pronunciato da Gesù nel Vangelo, quello del pacifista Arrigoni che sintetizzo col suo ‘STAY HUMAN’ a me molto caro e quello silenzioso degli innocenti.

Un abbraccio, sempre Vicky!

Annunci

18 novembre 2011 - Posted by | Esperienze, Idee, Persone | , ,

2 commenti »

  1. è il coraggio della vita
    è la forza del voler vivere
    è la pace nteriore che accompagna

    ciao

    Mi piace

    Commento di Giovanni Monopoli | 18 novembre 2011 | Rispondi

  2. Quanti penzieri, quante volontà, quanto di quanto…ricordi, riflessioni…
    e poi la sveglia per poter continuare a vivere ad occhi aperti.
    Per vagliare, riflettere, provare, gridare e ammutolire.
    ENRICO

    Mi piace

    Commento di Enrico | 19 novembre 2011 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

ROSLIE'S

"Quel che importa è non mancare la propria vita"

Mosul Eye

To Put Mosul on the Global Map

Calogero Mazza

In un mondo in cui tutti (ma proprio tutti) dicono la loro... io vorrei dire la mia.

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

HUMAN TRIBE

storie incredibili del genere umano

Empowered

Everyday

MaBeautility

Inner beauty and outer beauty!

Spongebob

E la bellezza d'esser bionda guidando una Aygo rossa.

Paroledipolvereblog

Ciò che per alcuni è strano, per altri è normalità (Tim Burton)

La libreria di Farfalla Legger@

gocce di libri letti e qualcosina in più...

MiddleMe

Becoming Unstuck

DUST IN THE WIND (poesía)

"El raquitico dios de la tierra sigue siendo de igual calaña y tan extravagante como el primer día. Un poco mejor viviera si no le hubieses dado esa vislumbre de luz celeste, a la que da el nombre de Razón y que no utiliza sino para ser más bestial que toda bestia" Goethe

Think Thoughts

Academic Essays: Literature | General Issues

Education Motivation Inspiration

Warm welcome! This is more than an exploration. Discovery of new ideas and new ways of being.

Life lessons

This site is all about enlightenment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: