Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

La catena.


Lo osservo. Ogni giorno, ogni volta che passo.
E’ un cane. Legato a una catena.
Metafora applicabile a me, a te che leggi.

E’ lui il protagonista, pur essendo sottomesso.
Fa sentire la sua voce.
Mi sforzo di capirla, di decifrarla.

La catena è la sua condanna.

Immagino che tirando si spezzi.
Due possibili esplosioni.
Di rabbia: troppe volte è stato maltrattato.
Di festa: non vedeva l’ora di mostrare il suo affetto fedele.

Voglio che si spezzi la mia catena.

Che la rabbia esca, che la gioia emerga, che la vita scorra!

Sempre Vicky!

Annunci

13 gennaio 2012 - Posted by | Esperienze, Sentimenti | , ,

12 commenti »

  1. “metafora applicabile a me, a te che leggi”…..niente di più vero e più che mai attuale visto che abbiamo solo l’illusione di vivere in completa libertà, illusione che si affievolisce ogni giorno di più e man mano che gli anni passano. Non siamo legati ad una catena d’acciaio, ben visibile ma ad una molteplicità di catene invisibili che attentano alla nostra libertà ogni giorno e chissà che qualche volta non ci riescano. Non c’è la catena e non c’è il manganello (almeno per ora) ma c’è una violenza mediatica, a volte spudorata, a volte suadente, a volte cattiva, a volte gentile, vero strumento di condizionamento e controllo di una maggioranza di cervelli massificati; maggioranza che quando va a votare incensa il potere. Non sto a fare un elenco di casi concreti perchè non basterebbe un’enciclopedia e non mi sembra questo lo spazio adatto. Grazie Vincenza per lo spunto che mi hai dato, Ciao, buona serata!!!!

    Commento di Gianpietro Valota | 14 gennaio 2012 | Rispondi

    • Amico mio, anche questo è lo spazio adatto! Un abbraccio a te Gianpietro.

      Commento di vincenza63 | 14 gennaio 2012 | Rispondi

  2. Come vorrei spezzare quella catena, ma con le mie mani…quante catene dobbiamo spezzare durante l’arco della nostra vita? Tutte le volte che lo facciamo…che cosa proviamo? Non sempre però riusciamo nel nostro intento.

    Commento di ossidiana70Ossidiana | 14 gennaio 2012 | Rispondi

    • Ossidiana, costa sangue e dolore… più di sforziamo più soffriamo! Chi può aiutarci?

      Commento di vincenza63 | 15 gennaio 2012 | Rispondi

  3. Spezzare le catene…. per vivere… per essere felici…
    Grazie Vicky è bellissima!!!

    Commento di ermanna ragonese | 15 gennaio 2012 | Rispondi

  4. a volte la catena resta invisibile, ma procura sempre quella sofferenza che inconsciamente si è costretti a subire, la speranza che resti nulla è auspicata e cercata.

    ciao

    Commento di Giovanni Monopoli | 15 gennaio 2012 | Rispondi

  5. Ti credo che ti senti come in catena…ma chiedi ud un cane in un canile in gabbia…non si pùo muovere….la tua gabbia ha ruote, cammina, ti porta , forse le troppe barriere architettoniche ti intralciano, ma altre non ti ostacolano.
    Cosa vorrebbe fare un cane in catene, fuggire fuori, andare su di un prato, quello che vorresti fare anche tu, tu puoi uscire, essere aiutata a sedere , si aiutata tu puoi…ma il cane resta lì, e sa che ci rimarrà, legato alla catena…ho in una gabbia, poi la camera a gas l’attende…
    ENRICO

    Commento di Enrico | 15 gennaio 2012 | Rispondi

    • Hai ragione, Enrico. La realtà più dolorosa, credimi, è quella invisibile agli occhi. Un abbraccio.

      Commento di vincenza63 | 15 gennaio 2012 | Rispondi

  6. Chi di noi non si rispecchia in questo post?!
    Bellissimo! Emozione nel leggerlo e strascico di emozioni dentro, dopo averlo letto…
    Il potere delle parole… 🙂 Grazie Vicky, un abbraccio forte per la bella persona che sei!
    Annamaria

    Commento di Annamaria | 23 gennaio 2012 | Rispondi

    • Grazie Annamaria!

      Commento di vincenza63 | 24 gennaio 2012 | Rispondi

  7. Spezza la catena, trionfa 😉

    Commento di lordbad | 3 marzo 2012 | Rispondi

    • Gli ‘amici’ servono anche a questo…incoraggiare.

      Commento di vincenza63 | 3 marzo 2012 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La libreria di Farfalla Legger@

gocce di libri letti e qualcosina in più...

MiddleMe

Becoming Unstuck

DUST IN THE WIND (poesía)

"El raquitico dios de la tierra sigue siendo de igual calaña y tan extravagante como el primer día. Un poco mejor viviera si no le hubieses dado esa vislumbre de luz celeste, a la que da el nombre de Razón y que no utiliza sino para ser más bestial que toda bestia" Goethe

Think Thoughts

Academic Essays

Education Motivation Inspiration

Warm welcome! This is more than an exploration. Discovery of new ideas and new ways of being.

Life lessons

This site is all about enlightenment

Sobrevivir a Trabajar en Casa

Trabajo en casa, ¿Tú también? ¡Bienvenid@! ¿No trabajas casa pero quieres saber de qué va la historia? ¡También eres bienvenid@!

Etiliyle

Lascia un messaggio nella bottiglia e affidalo alle onde...

Un bosco nella mente

Sogna sempre in grande

Trust and Believe in the Unseen

Live with Light of Faith

Lost Route

Riscopriamo la bellezza della natura, camminando. Itinerari e percorsi adatti a tutti gli escursionisti, prevalentemente nella nostra bellissima Toscana.

Ecrire À l'aventure...

“Il n’y a pas de liberté sans risque, sans ignorance, sans aventure.”Jacques Attali

Sunday mood

·Don't look back. You are not going that way·

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: