Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Bologna: la piazza e il cuore


Cosa resta dopo un’esperienza? Dopo un viaggio, un pranzo, una conoscenza, un libro o quant’altro?

La più recente delle mie guerre di Indipendenza è avvenuta in piazza Maggiore a Bologna sabato scorso. Che onore! Ignorante come sono, non sapevo che questa città così affascinante, rossa e calda fosse stata insignita della Medaglia d’Oro al Valore per le battaglie partigiane. Piazza Nettuno è tappezzata di foto… un brivido… sembra Dachau.

Potrei descrivere tanta bellezza in cui affondare lo sguardo, non basterebbe. Così, racconterò qualcosa di nuovo per me che spero arrivi al vostro cuore come ha toccato profondamente il mio.

Vivere Bologna è stare più che andare. O meglio, è sostare. Così sabato per me piazza Maggiore è diventata un Hyde Park nostrano.

Un uomo si ferma, in mezzo alla piazza, proprio davanti al Comune e, dopo esser salito su uno sgabellino in plastica bianca, comincia a parlare dall’altezza di quel pulpito. Nasce così l’assemblea, una persona dopo l’altra interviene con ordine, un moderatore non deve sforzarsi più di tanto perchè gli interventi avvengano con ordine. Sorrido. Quando tocca a me, dico di non aver bisogno dello sgabellino visto che mi sono portata la mia sedia da Milano… la risata di una settantina di persone rieccheggia in piazza. Mi sento a casa anche qui.

Fernando – quell’uomo – sorride e agita le mani in segno di allegria e approvazione, secondo l’intervento. E’ fantastico ascoltare ‘l’uomo e la donna della strada’, ovvero della piazza. Prendono la parola persone apparentemente opposte tra loro, che mi comunicano quelli che sono i pensieri, le speranze, i timori che sono qualche volta anche i miei.

In mezzo a migliaia di parole e decine di volti che mi diventano piano piano familiari, emerge una forte consapevolezza riguardo le idee dei miei compagni di viaggio che si sono fermati per una sosta intelligente. Anzi, a pensarci bene, le impressioni che prendono forma sono sostanzialmente due: la prima è che in questo periodo di crisi ci sentiamo un non popolo con valore indotto di mercato prossimo allo zero; la seconda, apparentemente diretta conseguenza della prima, è che aspettiamo un ‘qualcuno’ che ci guidi al sicuro fuori da questo esodo. Siamo pecore sgomente in cerca di pastore.

Ho improvvisamente paura. La storia anche recente è piena di esempi di varia umanità repressa con la violenza perchè in cerca e ricerca disperata di certezze che più nessuno poteva promettere. Mi guardo intorno. Le facce mi guardano a loro volta. Dico: ‘Possiamo uscirne! Provarci! Noi siamo già un piccolo popolo unito qui, la rivoluzione è questa: persone che si fermano, parlano, abbattono muri, costruiscono idee. Discutiamo, cerchiamo soluzioni. Ci vogliono far credere di essere soli, troppo soli per vedere una soluzione.

Comunichiamo. Un ragazzo cileno, che scatta foto da un po’, mi chiede il mio indirizzo e-mail, un ragazzo egiziano racconta come è iniziata la rivoluzione nel suo paese. Mi sento un calore nuovo dentro, una voglia di restare e al tempo stesso di andare. Penso ai discepoli di Emmaus. In viaggio invertono la rotta e tornano a Gerusalemme.

Oggi Bologna è il cuore, è la piazza, è la nostra Gerusalemme. Un altro giorno è cominciato, mai uguale a quello precedente nè a quello successivo. E’ il presente. Ci siamo! Siamo vivi!

Un abbraccio dal cuore a un bolognese che sabato non c’era. Sempre Vicky!

16 Maggio 2012 - Posted by | Corpo, Esperienze, Persone, Sentimenti | , , , , , ,

12 commenti »

  1. Piazza che ti piazzi……………

    "Mi piace"

    Commento di sim70 | 16 Maggio 2012 | Rispondi

  2. Siamo lontani anni luce da Milano..lo avrebbero tirato giu dallo sgabello!! bello il post mum!!!

    "Mi piace"

    Commento di cipi | 16 Maggio 2012 | Rispondi

  3. Bellissimo Vicky!!!! Io amo Bologna perchè è la città dei miei genitori e dei miei nonni. Ho dei ricordi stupendi che partono dall’infanzia e arrivano fino ad oggi. Quando torno a Bologna respiro aria di casa ma non vedo però l’ora di tornare al mio paesello sulle rive del fiume Po. Leggendo le tue parole ho respirato i tuoi sentimenti e le tue sensazioni. Grande Vicky forte guerriera. Notte, Cri

    "Mi piace"

    Commento di cristina | 16 Maggio 2012 | Rispondi

    • Cri, Bologna è viva!

      "Mi piace"

      Commento di vincenza63 | 16 Maggio 2012 | Rispondi

  4. Splendida città Bologna e grazie dei tuoi pensieri, dei tuoi sentimenti, del tuo vivere! Un abbraccio Ermanna

    "Mi piace"

    Commento di ermanna ragonese | 16 Maggio 2012 | Rispondi

    • Sì, Ermie… ci tornerò ❤

      "Mi piace"

      Commento di vincenza63 | 16 Maggio 2012 | Rispondi

  5. Oh….vichy mi hai stupito….sembri una di quei seri reporter che girano il mondo…e poi scrivono…e con le parole ti portano il mondo in casa…..mi hai lasciata senza parole…..almeno queste due o tre che ti ho scritto!!!complimenti!!!

    "Mi piace"

    Commento di teresa mastroianni | 16 Maggio 2012 | Rispondi

    • Grazie di cuore Teresa, a domenica! Teniamoci in contatto

      "Mi piace"

      Commento di vincenza63 | 17 Maggio 2012 | Rispondi

  6. Carissima Vicky, che piacere sentire queste parole, e dico sentire perchè le sento veramente, mi risuonano dentro! Certo amica mia, ce la possiamo, ce la dobbiamo fare senza aspettare il ducetto di turno che venga a guidarci dietro promesse menzognere. Dobbiamo prendere coscienza di quello che siamo, di quanti siamo, e smettere di delegare ad altri le decisioni che dobbiamo prendere noi.
    Un forte abbraccio
    Gianni

    "Mi piace"

    Commento di colorisdelimbas | 17 Maggio 2012 | Rispondi

    • Caro Gianni, voi dalla Sardegna ci state dando grandi prove di democrazia. Vi voglio bene!

      "Mi piace"

      Commento di vincenza63 | 17 Maggio 2012 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Willing Yourself To Win

Life, love and destiny.

Pensieri Parole e Poesie

Sono una donna libera. Nel mio blog farete un viaggio lungo e profondo nei pensieri della mente del cuore e dell anima.

Il blog di Mammaformica

Cuoca per caso, tester per hobby, mamma per vocazione

Yolanda - "Det här är mitt privata krig"

Kreativ text, annorlundaskap, dikter, bipolaritet, Aspergers syndrom, samhällsdebatt

parole e basta

d'amore, sesso, vita e poesia

EmoticonBlu

Mi contraddico? Certo che mi contraddico! Sono grande, contengo moltitudini! (W. Whitman)

cocinaitaly

comida italiana

❤AAISHA ❤ GOUR❤

❤❤❤अधूरे ख्वाबो को पूरे करने की हिम्मत रखती हु पंख नही है तो क्या हुआ हौसलो से उड़ान भरती हु ❤❤❤

BE THE CHANGE

Refresh and start a new chapter

The 4th Dimension

Random Stuff I Think You'll Like

RIVA OMBROSA

Quando si ama si dona

deluarhossain336@gmail.com

deluarhossain336@gmail.com

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

Meereskind

Reisen beginnt im Kopf

SCEGLI TU...POI TI CONSIGLIO IO

"IL MONDO SAREBBE UN POSTO MIGLIORE, SE UNO DEI CINQUE SENSI FOSSE STATO L'IRONIA"

Jakob Iobiz

Scrittore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: