Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Le mani.


C’era una volta… la mia storia. La racconto senza rispettare una cronologia, attraverso le mie mani, come la direbbe una persona che amava cantare e alla quale hanno rubato la voce o solo il fiato… Questa è stata sostituita in parte dai segni, ma quali di questi sa e può esprimere emozioni? Ho perso le parole… ho perso le mie mani. Percorro insieme a te che leggi questo viaggio. Ogni tanto mi guarderò alle spalle, oppure con un balzo in avanti.

Non avercela con me. Perchè tu e io siamo il viaggio. Il più difficile. Il più bello.

Sali, voglio parlarti di alcune cose in libertà, senza aver paura di giudizi oppure solo per dirti che io non sono solo quella che vedi, ma che ho avuto un passato e desidero un futuro proprio come te… solo che vorrei spiegarti che ci sono cose che non potrò più dirti con le mani. Tu penserai e mi risponderai che ci sono svariati modi per comunicartele. Le mani però concentrano in sé tanti linguaggi. Quello tattile, il visivo, l’uditivo, il figurativo. E chissà quanti altri che ora non mi vengono in mente.

Sai che mi piacciono le carezze, riceverle e soprattutto darle, perché se solo ti metti in ascolto sanno dirti molto più delle parole. Non ho dimenticato quando le potevo dare, per esempio al mio uomo oppure a mia figlia per farli addormentare, oppure solo per giocare a farci il solletico. Le carezze dell’amore sono quelle che mi mancano di più. Tutte. A cominciare dal toglierti i vestiti fino a quelle più eccitanti che io te conosciamo, oppure vorremmo scoprire. Abbiamo tempo, se vuoi. Se vuoi… è difficile a dirsi, ma spesso è la fretta ad essere padrona delle situazioni, anche quelle più intime come esplorare i propri corpi per conoscersi.

Ho bisogno di tempo. Io più di te.
Perché? Ho dovuto, devo e dovrò imparare ad usare quel che resta delle mie mani in modo piacevole, per te e per me, a continuare a studiare le mie forze, piccolissime, e sfiorarti mentre magari tu vorresti essere stretto e non me lo dici.

Io lo sento. Forse perché è quello che desidererei fare anch’io e non posso. Sappi che in quel tocco c’è tutta me stessa. Basterà?

E’ bellissimo quando la mia mano si trova nella tua e prende la forma di una conchiglia, che accoglie e fa risuonare tutto al suo interno mostrandosi senza pudore. Diventiamo una cosa sola, riprendo a vivere come quando la mia mano si muoveva da sola, sapeva cosa fare e come… ora sei tu il motore e non mi dispiace per niente. L’importante è usare insieme i corpi. Come durante un amplesso. Ce la farò?

Guardo le persone che si prendono cura di me e ogni giorno penso: chissà se sanno cosa stanno facendo, chissà se sanno quanto importante sia la mano che lava, quella che pettina, quella che massaggia…
Ricordi quanto mi piaceva prendermi cura di te anche quando non c’era la necessità, solo per il piacere di dare un po’ di felicità anche in questo modo? Non ho cambiato idea, neanche ora che mi trovo dall’altra parte della barricata. Il bisogno delle amorevoli cure, da qualsiasi parte provenga da chiunque sia generato, è un bisogno primario. Oserei dire che è l’ascolto per eccellenza.

Per i bambini avviene la stessa cosa, lo sai vero? Vogliono sempre stare in braccio e coccolati ma qualcuno di molto intelligente ha deciso che questo non va bene e che sono solo capricci… questo qualcuno è diventato grande troppo presto e ha smesso di toccare l’altro molto tempo fa.

Di tutto quanto detto ne ho piena consapevolezza ed esperienza. I più bei ricordi legati a mio padre, per esempio, sono di quando in qualche occasione ormai malato ha permesso che gli lavassi i piedi, e gli tagliassi capelli oppure le unghie perché non poteva più farlo da solo. Ne ho di tantissimi altri, ma questi so che sono i più intimi. L’emozione che ne traevo e quella che davo non trovano altro paragone.

Dopo le carezze del sesso, dell’amore, dell’affetto e della generosa e vera compassione  non resteranno che quelle della cura reciproca, del corpo e dello spirito. Le amerai?

Mi viene in mente una cosa piccola, quasi ridicola in confronto ad altre ritenute molto più importanti. Sai quanto amo la quotidianità, per cui le cose che mi mancano di più e che più vorrei fare per te sono quelle più semplici, un caffè per esempio. Sarei tentata di rimpiangere la mia incapacità, tra le migliaia di altre, di preparartelo. Non so perché, ma in questo momento mi sento di rallegrarmi di più di quanto sto ricevendo da te, e non solo, piuttosto che lamentarmi di quanto non posso dare, almeno materialmente. Questo è il mio tempo…

Grazie per il dono del tuo. Sempre Vicky.

Advertisements

15 agosto 2012 - Posted by | Anima, Esperienze, Persone, Sentimenti | , ,

24 commenti »

  1. Dopo qualche tempo, lo rileggo e mi ci ritrovo… ancora!

    Commento di vincenza63 | 15 agosto 2012 | Rispondi

  2. et voilà………..

    Commento di simone | 15 agosto 2012 | Rispondi

    • Bravo Simone! Sei troppo intelligente!

      Commento di vincenza63 | 15 agosto 2012 | Rispondi

  3. Leggendo queste tue righe ho percepito tanta voglia di vivere, tanta voglia di vivere con gioia. Spero che questa tua voglia venga esaudita il più possibile. Grazie sempre sensibilissima Vicky. Ciao, buona serata!!!!

    Commento di Gianp Va | 15 agosto 2012 | Rispondi

    • E’ proprio così, Gianpietro!

      Commento di vincenza63 | 15 agosto 2012 | Rispondi

  4. Ciao..sono Giulio 🙂

    Commento di GiulioL | 15 agosto 2012 | Rispondi

    • bentornato Giulio 🙂

      Commento di vincenza63 | 15 agosto 2012 | Rispondi

  5. Nicola Andreassi Ciao Enza, avevo scritto tanto, di getto, tutto cancellato! Riprovo! Vado a ruota libera, perchè la commozione ed il pianto che mi ha colto mentre ti leggevo e dopo, non credo mi diano la serenità per esprimermi come vorrei. Magari un’altra volta! Ho conosciuto di recente te ed un’altra persona , due angeli sofferenti, ma molto pieni di VITA, di aneliti, di speranze e positività, bisognose di dare e ricevere Amore. Dico a te che mi hai fatto un regalo inatteso, la capacità di partecipare, condividendolo, al dolore dell’altro, al cuore dell’altro, un dono che mi è arrivato in un momento in cui la mia Anima era nuda e pronta ad accogliere, ancora neofita però, rispetto a te! Ache io accudisco mia moglie, malata e depressa, ma mi accorgo che questi sentimenti non li ho, questa cura fatta di carezze non son bravo a farla, per cui sono discepolo che apprende da Angeli che Gesù mi ha voluto mandare, questo è certo, com’è certo che avrò così la forza di andare avanti con sempre maggior forza, che è quella che sento un po’ in riserva, in questo momento. Leggerti è stato un dono che non immagini, che mi ha dato dolore e gioia ed un sentimento nuovo, ti ringrazio, beato colui o coloro che ti stanno accanto . Angelo ti prego di pensare ogni tanto ad una persona buona, umile, miserella come me, che ha ancora da camminare, sarà per me la tua preghiera quel pensare a me. Dio sia con te e la Madonna, che forse sentirà più forte la mia fede, un po’ vacillante. basta ora, spero di essermi fatto capire, scusa il disordine, come se fossi entrata in casa mia, ma sei entrata, il bello è questo, la parte importante, l’Anma, dove hai portato luce nuova , finalmente. Ciao amore grazie ancora! ♥

    Commento di nicola48 | 15 agosto 2012 | Rispondi

    • Nicola…io non sono un angelo. Tutt’altro. Sono una che ha capito solo che nella vita ad amare non ci si rimette niente. Il dialogo in tutte le sue forme e a tutti i costi è, insieme all’amore, una delle poche ragioni per cui sia bello vivere! Restami vicino, io proverò a fare la stessa cosa. Ti abbraccio.

      Commento di vincenza63 | 16 agosto 2012 | Rispondi

      • Vuoi che non ti resti accanto, dolce Angelo…inconsapevole? E’ meraviglioso il solo pensare a questa vicinanza, ti abbraccio forte e tenero!

        Commento di nicola48 | 16 agosto 2012

      • A te!

        Commento di vincenza63 | 16 agosto 2012

  6. Prendo sempre in braccio mia figlia di 8 mesi, lei lo ha capito e quando mi vede allunga le braccine…poi me la stringo forte e la copro di baci, e lei si arrabbia perché sente la barba! 🙂

    Commento di ettoremar | 16 agosto 2012 | Rispondi

    • Vedi? Ettore, loro ci insegnano… 🙂

      Commento di vincenza63 | 16 agosto 2012 | Rispondi

  7. è sempre il tuo tempo quando lo decidi: vivilo così, rallegrati delle cure che ricevi, perché in ciò che ricevi spontaneamente e con amore, c’è già l’amore che dai.

    Commento di lordbad | 20 agosto 2012 | Rispondi

    • Grazie, spero di riuscire a dar qualcosa anche a te!

      Commento di vincenza63 | 20 agosto 2012 | Rispondi

  8. Hi Vincenza. I’ ve taken my time to comment this post because I dont know where to start. Maybe a good starting could be to say: found this post, read it and feel your words matching my deepest feelings was just one thing. I don’t believe in coincidences, because I believe all in this life has a reason and a purpose. Everyday your words are more like my own voice talking. Maybe is because all women share essentially the same experiences. I wish I could be brave as you, in this way to put my inner reflections, those coming from my heart in my own blog. One needs to have more courage to speak her heart than to face the riot police in a march 🙂 Somethings in life are misteries… Your words are liberating to my heart, who can not speak. I would say… my hands are eager to touch and caress, to tell my stories and hear the stories of other … not only my hands, my eyes, my lips, the path of my neck .. Because otherwise what is useful the skin for, but to give it a channel of expression to what is inside? hands are the beginning of everything, but the everything doesno’ end there. Thanks you

    Commento di Nasreen Amina | 21 agosto 2012 | Rispondi

    • You are so beautiful to me… (Joe Cocker).
      Amina, this is the very first comment I read in a foreign language and I’m touched!
      I’m thinkin right now we are together so close to one another in the same heart. Too many words aren’t needed. Don’t you think so? You’got your gift, believe me. The one we have in common is… WE HAVE MET! Thanks God! Inshallah!
      I’ll do what I promised to you as soon as possible, ok?

      Commento di vincenza63 | 21 agosto 2012 | Rispondi

      • Vincenza…There’s no coincidences in this life, at all. Sometimes words arent necessary, is true. Anyway in every word we say, we say more than we want to. There’s a quote of Pablo Neruda I love and I’ve been thinking a lot in, lately :” However, something sings in these fugitive words” , there are things can’t remain in silence because we talk about them in every move, in every breathe, Even if we don’t want. Even if they have to be kept in secret, they are never a secret for the one who knows the heart doesn’t talk by words. I’m grateful of the blessing of meeting you.

        Commento di Nasreen Amina | 22 agosto 2012

  9. Sembra impossibile… ma mia figlia, circa un anetto fa, doveva ancora capire che la mamma non puô camminare… un giorno, stavo preparando un documento al pc, arriva lei di corsa, mi appoggia le mani sulle gambe e mi chiede: mamma, hai una bibi alle gambe..
    Ora, non so se sia intuito o il sesto senso dei bambini… ma..lei si, ha capito tutto ❤ quant'è bello vivere!

    Commento di michela | 13 gennaio 2013 | Rispondi

    • Miki,
      per la più semplice delle ragioni: lei ti vuole bene così come sei!
      E anch’io!

      Commento di vincenza63 | 14 gennaio 2013 | Rispondi

      • Quello che mi spaventa è che non potró darle quello che le altre mamme danno ai loro figli…

        Commento di michela | 20 marzo 2013

      • Ogni tanto spari ca…te!
        Tu sai di essere la sua mamma per sempre, non sciupare nulla, neanche un minuto per i rimpianti.
        Una carezza.

        Commento di vincenza63 | 20 marzo 2013

      • Vicky.. non le ho dato io la manina nei suoi primi passi… e non ho mai corso con lei…

        Commento di michela | 20 marzo 2013

      • non posso non darti ragione, questi sono infatti non si può tornare indietro.. hai un futuro però… lungo e ti auguro felice

        Commento di vincenza63 | 20 marzo 2013


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sveva's Hacks

Be yourself, accept yourself, embrace life and never forget that there's no better you than the you that you are!

FRANZ

un navigatore cortese

Skyscapes for the Soul - Jeni Bate

"I paint the skies with peace and passion, because that's the way they paint me."

❀ Rоѕa ❀

♥ chiunque può simpatizzare con il dolore di un amico,ma solo un animo nobile riesce a simpatizzare con il suo successo ♥

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

Mona_Khaan

tha blogs is about styles beauty health true story's love poetry many more )): my blog my own thoughts) http://www.yourquote.in/mona-khaan-be8e/quotes/

Pietrobrilla's Blog

Just another WordPress.com site

La giraffa

tutto può accadere, l'importante è ricordare chi sei

Autobiografia del Blu di Prussia

“Tutti gli usi della parola a tutti. Non perché tutti siano artisti, ma perché nessuno sia schiavo” (Gianni Rodari)

Marco Gasperini

poesie, racconti, frammenti esistenziali

majazze

Quello che dirò non è un segreto...

Storie di Ritratti

Inseguendo Itaca

quelcherestadellafesta

uno sguardo sui locali e sulle discoteche di Bologna e della Romagna

Frank Iodice

Education is the most powerful weapon which you can use to change the World (Nelson Mandela)

controlemafie

"Questo è il Paese felice in cui, se ti si pone una bomba sotto casa, e la bomba per fortuna non esplode, la colpa è tua che non l'hai fatta esplodere" (Giovanni Falcone)

Caroline Criado-Perez

A Pox on the Patriarchy

Mezquita de Mujeres

Activismo, Conocimiento y Espiritualidad

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: