Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Corpo


 (Google)

Sono terra. La tua.

Le tue mani mi solcano
come per ridurre a polvere quanto era indurito dal tempo,

con l’antica saliva impastare materia nuova e viva.

Germinare ancora frutti di piacere.

Altra primavera.

Ciclo sempre nuovo.

Ora tu sei aratro.

Con passione, sempre Vicky!

Annunci

21 aprile 2013 - Posted by | Anima, Corpo, Esperienze, Persone, Sentimenti | , , , , ,

26 commenti »

  1. Uelàààà, pieno ritmo vedoooooo…….. 😀

    Mi piace

    Commento di simone | 21 aprile 2013 | Rispondi

    • Simone, sono innamorata, viva e amata!

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 21 aprile 2013 | Rispondi

      • Ecco perchè è arrivato il soleeeeee…….. 🙂

        Mi piace

        Commento di simone | 21 aprile 2013

      • E’ arrivato fin in Trentino?
        Lo spero…

        Mi piace

        Commento di vincenza63 | 21 aprile 2013

  2. Profonda come poesia, nuovo ciclo di vita… nuova rinascita .. siamo frutti di una vita impastata, lavorata… assecondata… come la terra riarsa dal sole e rinvigorita da nuove gocce di pioggia… ma sempre vitali e piene di energia ^_^

    Mi piace

    Commento di Silvana Scagliola Bellino | 21 aprile 2013 | Rispondi

    • … io non ho fatto che aprirmi come la terra accoglie il seme e dona frutti.
      Sono una donna fortunata, Silvana.

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 21 aprile 2013 | Rispondi

  3. Profonda come solo tu sai scrivere, coglie, scava, ascolta, sente pelle e cuore , stessa onda , stesso respiro, abbandonarsi a rinascere, terra elemento di vita? la nostra

    Mi piace

    Commento di fondente 72% | 21 aprile 2013 | Rispondi

    • Sì. Così mi sento io, così la vivo.
      Nessun altro può tracciare il solco che ognuno di noi apre nella vita dell’altro, per metterci dentro non tesori che non danno frutto, pur essendo preziosi ma cose semplici e piccole come semi… Pieni di vita! La nostra!

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 21 aprile 2013 | Rispondi

      • molto bella Vincenza

        Mi piace

        Commento di dario provicini | 21 aprile 2013

      • grazie Dario

        Mi piace

        Commento di vincenza63 | 21 aprile 2013

  4. Non e solo amore ma tutto quello che e sensualità e vita interiore ed esteriore di due sguardi di due corpi , e qualcosa di miracoloso tra due persone che si sono cercate da sempre dà prima di conoscersi.

    Mi piace

    Commento di margherita | 21 aprile 2013 | Rispondi

    • Margherita, è successo tutto proprio come hai scritto tu… ci siamo trovati ed era come se ci fossimo già visti chissà dove oppure aspettati chissà da quanto…

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 21 aprile 2013 | Rispondi

  5. E’ molto profonda mia cara , e quel che ti passa per la testa , passa prima per il cuore ,dove il ritmo sembra accellerato ,dalle emozioni che trasformandosi in polvere fai te aratro , pronto a seminare e far germinare nuove emozioni , cosi che esso viva dentro di te ❤
    Non potevi che trovare di meglio il tuo corpo .
    Eccellente mia cara 😉 😉 😉

    Mi piace

    Commento di pina | 21 aprile 2013 | Rispondi

    • Grazie Pina, è proprio in questi termini che penso al mio corpo… uno spazio e un luogo vivo capace di generare piacere e gioia, emozione e sentimento.
      In me, nell’altro.

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 21 aprile 2013 | Rispondi

  6. e’ molto bella…..esprime tutta la bellissima sensibilita’

    Mi piace

    Commento di Antonella Petrillo | 21 aprile 2013 | Rispondi

    • Antonella, ci scriviamo da un po’ e so che anche per te è così, capisci e percepisci al volo..

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 21 aprile 2013 | Rispondi

  7. Bellissima.
    “Sono terra” mi evoca come per magica analogia la dea GEA o Gaia,progenitrice dei titani e degli dei dell’Olimpo, che Da sola, e senza congiungersi con nessuno, Gaia genera Urano ( Cielo stellante) pari alla Terra, generò quindi, sempre per partenogenesi, i monti, le Ninfe dei monti e il Ponto, il Mare).
    Urano, tuttavia, impedisce che i figli da lui generati con Gaia, i dodici Titani, i tre Ciclopi e i tre Centimani, vengano alla luce. La ragione di questo rifiuto risiederebbe, per Cassanmagnago, nella loro “mostruosità”. Ecco che la madre di costoro, Gaia, costruisce dapprima una falce e poi invita i figli a disfarsi del padre che li costringe nel suo ventre. Solo l’ultimo dei Titani, Kronos, risponde all’appello della madre: appena Urano si stende nuovamente su Gaia, Kronos, nascosto lo evira. Il sangue versato dal membro evirato di Urano goccia su Gaia producendo altre divinità: le Erinni ( Aletto, Tesifone e Megera), le dee della vendetta, i terribili Giganti e le Ninfe Melie.
    A volte la terra se non curata ed in determinate condizioni può diventare arida,dura,desolata.
    Ma basta un aratro che la solchi smuovendola,girando le sue aride zolle e dell’acqua vitale che essa si trasformi in rigogliose praterie verdi. Questo mi ha evocato la tua poesia. Brava Vincenza. Ciao.

    Mi piace

    Commento di Mariano Esposto | 21 aprile 2013 | Rispondi

    • Proprio così. Non conoscevo però (scusa la mia ignoranza) la storia di Gaia. Ho sempre molto da imparare!
      Grazie, Mariano. Ciao.

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 21 aprile 2013 | Rispondi

  8. sensualmente vitale….

    Mi piace

    Commento di maria vittoria | 22 aprile 2013 | Rispondi

    • Mavi, sai che i sensi per me hanno sempre un’eco nel profondo e viceversa..

      a prestissimo

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 22 aprile 2013 | Rispondi

  9. la Vita è baciata a Te

    Mi piace

    Commento di lorenza spadini | 22 aprile 2013 | Rispondi

    • Non mi è immediatamente chiara… ma sembra una cosa bella, GRAZIE LORENZA!

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 22 aprile 2013 | Rispondi

  10. è bellissimo il tuo blog è così ricco e interessante….brava Vincenza…ripasserò

    Mi piace

    Commento di melodiestonate | 22 aprile 2013 | Rispondi

  11. Cara, non mi aspettavo una poesia, sei multiforme davvero e brava su tutti i fronti! Non so a chi ti rivolgi, ma la bellezza sta nella corposità passionale dei versi e al tempo stesso nell’attraversare la speranza di nuovi traguardi e forti sentite speranze! Il sentirsi unito alla terra arata e pronta a germinare è meraviglioso come concetto espressivo e struttura in sè tutta la tua energia interiore che ti spinge motivata e lieta a futuri e certi livelli altissimi di vita! Ciao Vicky carissima a presto! ❤

    Mi piace

    Commento di Nicola Andreassi | 23 aprile 2013 | Rispondi

    • Ciao Nicola,
      scrivo raramente qualcosa di paragonabile a versi e quando accade scrivo come viene, senza alcun merito stilistico. I contenuti… mi raccontano.
      Grazie come sempre!

      Mi piace

      Commento di vincenza63 | 23 aprile 2013 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

ROSLIE'S

"Quel che importa è non mancare la propria vita"

Mosul Eye

To Put Mosul on the Global Map

Calogero Mazza

In un mondo in cui tutti (ma proprio tutti) dicono la loro... io vorrei dire la mia.

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

HUMAN TRIBE

storie incredibili del genere umano

Empowered

Everyday

MaBeautility

Inner beauty and outer beauty!

Spongebob

E la bellezza d'esser bionda guidando una Aygo rossa.

Paroledipolvereblog

Ciò che per alcuni è strano, per altri è normalità (Tim Burton)

La libreria di Farfalla Legger@

gocce di libri letti e qualcosina in più...

MiddleMe

Becoming Unstuck

DUST IN THE WIND (poesía)

"El raquitico dios de la tierra sigue siendo de igual calaña y tan extravagante como el primer día. Un poco mejor viviera si no le hubieses dado esa vislumbre de luz celeste, a la que da el nombre de Razón y que no utiliza sino para ser más bestial que toda bestia" Goethe

Think Thoughts

Academic Essays: Literature | General Issues

Education Motivation Inspiration

Warm welcome! This is more than an exploration. Discovery of new ideas and new ways of being.

Life lessons

This site is all about enlightenment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: