Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Chi non ha lavoro


Risultati immagini per rifugiati nigeriani

Quella qui sopra è una delle situazioni dalle quali scappano, l’Africa di cui quasi nessuno parla e che genera rifugiati politici e non che in qualche modo devono mangiare e vivere ogni giorno.
Vi offro un racconto di vita che conosco da alcuni anni e che vi assicuro è la miglior celebrazione del 1 maggio e non solo.
Sono particolarmente arrabbiata e non risparmierò, forse per la prima volta, di trascrivere fedelmente certi termini usati normalmente in alcune occasioni.

Qual è la novità oggi?

Vi parlo di prostituzione. No, non si tratta di donne ma di un ragazzo X che vive nella zona Y e si vende al Supermercato Z.

Ho conosciuto X qualche anno fa alla fermata dell’autobus che prendevo di solito per andare a casa nel quartiere Y dove abitavo. Non lo avevo mai notato prima o più semplicemente avevamo orari diversi.

Sono una di quelle persone che non si crea problemi a fare conversazione con persone di razze e colori diversi dal proprio per cui ho cominciato a parlare con lui di cose quotidiane che riguardavano sia lui che me e le nostre vite. Ha preso il mio stesso autobus per raggiungere il supermercato. La differenza tra me e lui è che io ci andavo per fare la spesa mentre lui ci andava per chiedere soldi ai clienti oppure prendere le monete dai carrelli che restavano abbandonati nel parcheggio antistante al supermercato stesso. Questo naturalmente l’ho scoperto solo dopo aver fatto la spesa…

Fin qui sembrerebbe tutto “normale” fin quando non scoperto che… X era in vendita e mi stava offrendo se’ stesso presso il mio domicilio, sussurrandomi all’orecchio in inglese (la lingua in cui stavamo comunicando, proveniendo lui dalla N.) queste parole: “Baby, I can make you happy… I can lick your p…y, ok? Take me to your home and I’ll do everything you want”. (Tesoro, posso renderti felice… posso leccare la tua…, ok? Portami a casa tua e farò tutto quello che vuoi).

Devo essere diventata di tutti i colori perché solo un paio di volte in vita mia avevo ricevuto provocazioni sessuali così esplicite, da adulta intendo naturalmente e soprattutto da adulta single e con una disabilità motoria.

Mi sono sentita strana. Non avevo mai pensato alla prostituzione maschile, anche perché non avevo mai dovuto pagare un uomo in vita mia. Ho rifiutato la sua offerta non perché non fosse attraente e io non ne avessi voglia, ma semplicemente per il rispetto della dignità di entrambi.

In cambio di nulla, se non della compagnia reciproca, ci siamo seduti fuori dal supermercato a mangiare una pizza insieme, senza giudizio. Aveva fame X, non solo di cibo ma di parole che non fossero solo di sfruttamento o di contrattazione.

Lui, godendo dei benefici come rifugiato, aveva provato a cercare un lavoro naturalmente senza successo. Come molti mandava quei pochi soldi ai suoi genitori in N.
Nonostante la sua sfoderata malizia e spregiudicatezza non credo che avesse mai pensato di doverle guadagnare così i soldi che gli servivano per vivere qui nel nostro paese. Ho pensato a chissà quante donne avevano accettato la sua offerta… non ho avuto il coraggio di chiederglielo.

L’ho incontrato ancora molte volte, anche di recente. Ci siamo parlati da esseri umani con pari dignità, senza pensare alle categorie mentali che stanno prendendo sempre più piede nelle nostre comunità. E non parlo solo di stranieri.

Vi assicuro che molte persone che non hanno lavoro si sentono cittadini di serie B, persone che hanno perso senso di rispetto e dignità anche da parte di chi un lavoro ce l’ha ancora. Magari nelle pubbliche amministrazioni, presto gli uffici per l’impiego o ancora se si ha a che fare con i servizi sociali degli enti locali: ci si sente veri e propri mendicanti.

No, non me la sento proprio di festeggiare nulla. Ho solo voglia di dedicare questo post a X, ovunque sia in questo momento!

Con amarezza, sempre Vicky!

 

 

Annunci

1 maggio 2017 - Posted by | Corpo, Esperienze, Mondo, Persone, Storia | , , , , , , , , , , , ,

50 commenti »

  1. Terribile.
    Senza lavoro, l’uomo è spogliato di tutto….

    Commento di Emozioni | 1 maggio 2017 | Rispondi

    • Questa è la realtà, questa è la storia!
      Non la nascondo, anzi!

      Commento di vincenza63 | 1 maggio 2017 | Rispondi

      • Anzi. È motivo di riflessione.

        Commento di Emozioni | 1 maggio 2017

  2. storie molto difficili da raccontare…da accettare.

    Commento di caterina rotondi | 1 maggio 2017 | Rispondi

    • sì, ma sono vere e da testimoniare

      Commento di vincenza63 | 1 maggio 2017 | Rispondi

      • Certo…il mondo lo sa….ma si continua. ..ci sono anche tanti bambini.
        Stiamo vivendo in mondo assurdo …disumano.
        I poveri si aiutano fra loro,i ricchi…troppo occupati a farne altri.

        Commento di caterina rotondi | 2 maggio 2017

      • Dobbiamo denunciare i soprusi e far circolare informazione vera.

        Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017

  3. Hai ragione che amarezza, che profonda amarezza, si dice che la speranza è l’ultima a morire, ma per molti la speranza è stata quasi uccisa da coloro che sarebbero preposti a governare, a gestire, e anche un po’ da noi, che non vogliamo vedere né ascoltare

    Commento di Menti Vagabonde | 2 maggio 2017 | Rispondi

    • Sì, dobbiamo fare autocritica e non distogliere lo sguardo.

      Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017 | Rispondi

  4. Purtroppo questa è l’essenza delle riforme: precarizzare il lavoro e mettere in competizione un esercito di poveri-disoccupati-nostrani con altri poveri ancora più disperati di noi! Il tutto si fa non tanto per guadagno, dato che chi è ricchissimo e muove i fili del sistema di soldi ne ha fin troppi, ma per POTERE!!! Il lavoro dignitoso come garantito nella Costituzione è stato lì considerato l’antidoto primo all’odio, al razzismo e alle guerre, ciò che permette ad ogni persona di evolvere e dare un futuro ai propri figli, tutto questo ce lo stanno portando via davanti agli occhi grazie ad una crisi istituzionalizzata che nessuno mette in discussione!!! Qui possiamo capire come nel nostro essere “umani” c’è anche un fondo d’irrazionalità che porta alla disumanizzazione, al degrado e alle guerre come soluzione finale… Irrazionali sono i potenti che sfruttano i popoli senza ritegno, irrazionali sono le persone che accettano la privazione dei diritti civili, primo fra tutti il lavoro, e cadono nell’odio sociale, facile trappola per metterci gli uni contro gli altri senza scalfire il vero problema, la mancanza di democrazia e civiltà!!!

    Commento di opinioniweb - Roberto Nicolini | 2 maggio 2017 | Rispondi

    • Roberto, non posso che concordare.
      Chiediamoci chi vota alle primarie, e ancora di più perchè abbiamo il quarto Governo emerso senza elezioni (Monti, Letta, Renzi e Gentiloni).
      Non abbiamo più diritti.
      Con stima. Vicky

      Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017 | Rispondi

  5. Grande amarezza, ti voglio dire una cosa, anche S, che conosco da qualche anno fa la stessa cosa, da quando ha perso il lavoro e deve mantenere due figli che vanno all’università. E’ italiano.

    Commento di fulvialuna1 | 2 maggio 2017 | Rispondi

    • Ti riferisci ai carrelli o al prostituirsi?

      Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017 | Rispondi

      • Prostituirsi, i carrelli non erano sufficienti.

        Commento di fulvialuna1 | 2 maggio 2017

      • In questo momento non posso che essere triste. E anche arrabbiata con quelli che definiscono la prostituzione il più antico mestiere del mondo. Solo una domanda a queste persone: prospettatemi un curriculum degno di questo nome riferito a questo tipo di “carriera” in modo da far aspirare a tanto anche altre persone.

        Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017

      • Scusa ma non posso evitare un’altra domanda che mi viene di pancia: è proprio necessario frequentare l’università se la famiglia non può permetterselo? Non è un giudizio, ripenso solo a mio padre operaio, avrebbe tanto voluto vantarsi con orgoglio di potermi permettere di seguire gli studi, ma eravamo in sei in famiglia (quattro figli). Sono scelte di vita che comportano conseguenze, non credi? Paola, quando sono in crisi come in questo momento su argomenti così importanti eppure quotidiani mi chiedo In quale misura certi bisogni siano reali o soltanto indotti. Parlo in generale di noi, del bisogno di fermarci a riflettere.

        Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017

  6. Devo riprendermi, leggerti mi fa piangere …. Che schifo di umanità stiamo diventando? Mia sorella si è indignata perché il tizio al suo rifiuto è stato aggressivo e volgare, perché gli ha proposto anche suo fratello. La tua storia fa male, male da morire …. Ospitarli per costringerli a vendersi … Mi vergogno del nostro paese.

    Commento di semprecarla | 2 maggio 2017 | Rispondi

    • Dobbiamo informare e divulgare se vogliamo che qualcosa cambi

      Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017 | Rispondi

      • Dobbiamo ospitare le persone solo se possiamo garantire loro una vita dignitosa, sfruttare la disperazione per arricchire non si è ancora capito chi, con precisione, è vile.

        Commento di semprecarla | 3 maggio 2017

      • Proprio così!

        Commento di vincenza63 | 3 maggio 2017

  7. quello che scrivi lo conoscono tutti ma fingono di ignorarlo. Il lavoro dà dignità, anche quando questo è di basso livello. D’altra parte sarebbe bello che tutti lavorassero in professioni che danno prestigio e fama ma ci sono anche quelli più umili, che nessuno vuole fare.
    Sei una splendida persona Vicky

    Commento di newwhitebear | 2 maggio 2017 | Rispondi

    • Grazie Gian Paolo, tu non mi vedi ma sono arrossita…
      Per amore della verità ho scritto cose scomode e impopolari, basta scorrere il mio blog, ma non mi sono prostituita ai ‘like’ o ai ‘follow’. Vedo le mie statistiche e so che i diritti umani non pagano in numeri…
      Sapessi però come sto bene in giorni come oggi!
      Ti dedico questo pensiero: “Le anime belle si incontrano…e si riconoscono”.
      A presto.
      Vicky

      Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017 | Rispondi

      • io metto il LIKE per quello che scrivi mi è piaciuto e mi piace. Per i follow… lascio perdere. Se sono a quota 836 dopo sei anni, credo che dica molto. I miei sono ancora meno.
        A presto
        Gian Paolo

        Commento di newwhitebear | 2 maggio 2017

      • ho detto qualcosa che ti ha ferito?

        Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017

      • assolutamente no. Ho detto che tutto quello che hai scritto mi è piaciuto e il like è messo non per caso.
        Se ho dato questa impressione me ne dolgo. Non era mia intenzione veicolare un messaggio di disapprovazione.

        Commento di newwhitebear | 2 maggio 2017

      • No no, tu sei schietto, sono io che temo sempre di essere un elefante in cristalleria 🙂

        Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017

      • non mi pare che tu sia come ti descrivi. Dici quello che pensi. Per me questa è schiettezza.

        Commento di newwhitebear | 2 maggio 2017

      • Sì, lo sono. Non sbagli.

        Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017

      • spesso le verità infastidiscono e quindi si preferiscono non conoscerle. E chi le dice viene guardato male.

        Commento di newwhitebear | 2 maggio 2017

      • E sono anche delicata. Ci provo.

        Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017

      • infatti ti muovi con delicatezza su temi spinosi

        Commento di newwhitebear | 2 maggio 2017

  8. Sei una bellissima persona!
    La realtà di cui hai scritto invece, è veramente triste…
    Un abbraccio Vicky!

    Commento di Giorgiana Bratu | 2 maggio 2017 | Rispondi

    • Nella vita succede di non avere scelta o di non volerla avere e approfondire, seppure per uno tempo limitato, una realtà brutta pure non meno reale e tangibile di tanti sogni che abbiamo nella mente e nell’anima. Anche questa è vita e non possiamo distogliere lo sguardo.
      Un abbraccio anche per te!

      Commento di vincenza63 | 2 maggio 2017 | Rispondi

  9. quanti ce ne sono come X cara vincenza….e senza dignità non si è più uomini…buona giornata ….

    Commento di vikibaum | 3 maggio 2017 | Rispondi

    • Viki, sono “contenta” che questo problema sia così sentito e dibattuto.
      Qualcuno a cicli propone di regolamentare la prostituzione, con l’illusione di arginarla e di far pagare le tasse a chi le evade. Ripeto: NON è un mestiere, è un reato è TRAFFICO DI ESSERI UMANI e anche altro.
      Quanta ipocrisia…

      Commento di vincenza63 | 3 maggio 2017 | Rispondi

      • sì e anche altro…e dietro ci sono business che levati

        Commento di vikibaum | 3 maggio 2017

      • parliamone

        Commento di vincenza63 | 3 maggio 2017

      • pensa a quello che sta succedendo in sicilia, si sa da sempre del commercio di schiavi vergognoso in cui sono implicati anche politici…

        Commento di vikibaum | 3 maggio 2017

      • Proprio ieri leggevo un post sulle elezioni del nuovo sindaco di Palermo… molto interessante, anche se sintetico.
        Sai che penso? Che l’uomo comune creda di avere meglio da fare. Così le violazioni di diritti umani diventano “normalità”. Finchè non bussano un giorno alla tua porta…
        Perchè la gente in Sicilia non vota il cambiamento? Amo i Siciliani onesti ❤

        Commento di vincenza63 | 3 maggio 2017

      • forse hanno paura vincenza…vedi il caso crocetta che nessuno tocca…la luna mano della “mamma” è in parlamento, al potere. questo non vogliamo vedere…magari io e te sì e quel famoso 20% di italiani che tengono aperti gli occhi…

        Commento di vikibaum | 4 maggio 2017

      • assolutamente spalancati

        Commento di vincenza63 | 4 maggio 2017

      • già

        Commento di vikibaum | 4 maggio 2017

  10. Nice BLOG ❤ ❤ ❤

    Commento di nildamacedopaulino | 3 maggio 2017 | Rispondi

    • Thanks a lot, leave a comment on this subject, if you like. You’re welcome ❤

      Commento di vincenza63 | 3 maggio 2017 | Rispondi

      • I loved your post …. Comment my photo too!!!! Kisses!!!!

        Commento di nildamacedopaulino | 3 maggio 2017

  11. eccezionale!

    Commento di altrove* | 3 maggio 2017 | Rispondi

  12. Sono cose normali, con questo sistema… se poi collassa (e collassa da tanto), questi sono i risultati.
    Il 1 maggio è comunque importante, per le lotte che rappresenta!

    Commento di GengisJokerKhan | 4 maggio 2017 | Rispondi

    • Bisogna ricordare il tributo di sangue costato, non solo i piacevoli concerti ecc…che mi fanno tornare al ‘panem et circenses’ dei tempi dei romani.

      Commento di vincenza63 | 4 maggio 2017 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

il rifugio di Claudio

La Cultura ci nutre solo se il Pianeta vive . . . . . e questo dipende solo da noi . . . . . e ricordiamo sempre che .... "anche se non ti occupi di politica, stai sicuro che la politica si occuperà di te ..."

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

B going to

"Qualsiasi cosa tu faccia sarà insignificante, ma è molto importante che tu la faccia."

Sciamana Rossa

Appunti, spunti e riflessioni sul femminino, la guarigione sciamanica, le energie e il lignaggio femminile

Jamison Writes

Not Like The Whiskey

bimbaminkia

anziani da selfie

Opera Uno

Poeti e Scrittori alla ribalta

valsdarkroom

explore everything

gecolife

non essere uno dei tanti a cui fa comodo non capire...

Erospea

spaginazioni poetiche

theshivasponder

For Me, You and Everyone

ViaggiAmente

La vita è un viaggio e chi viaggia vive due volte...

10 Cities/10 Years

the road is life

Jeanne de Montbaston

Reading Medieval Books

Two Fat Americans

Eating & Drinking Our Way Around The World (While doing some other fun things too)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: