Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

La mia non-spesa


 

download

 

Ciao a tutti!

Questo è il carrello della mia spesa di oggi. Anzi della mia nonspesa. Di oggi come l’ennesimo giorno di una serie molto lunga cominciata anni fa, quando ho voluto iniziare la mia vita indipendente. Questo è uno degli aspetti che la riguardano, uno di quelli primari e fondamentali: comprare quello che ci serve tutti giorni, dal cibo ai detersivi e a molto altro di ciò che si può trovare in un qualsiasi supermercato di fiducia.

Ecco, partiamo da qui: parliamo di fiducia, cioè fidarsi di qualcuno.

Come molti di voi sanno sono una tetraplegica quasi completa, cioè ho conservato l’uso parziale del mio corpo dal tronco in su, non cammino, muovo parzialmente le braccia. Purtroppo le mani non più. Nonostante abbia conservato la sensibilità, non ho presa, quindi un carrello come quello sopra o come qualsiasi altro cesto per me è totalmente inutile. Non potrò mai metterci nulla là dentro. avrò sempre bisogno dell’aiuto di qualcuno per prendere quello che mi serve e metterlo per esempio nel carrello o in un sacchetto da svuotare poi alla cassa naturalmente al posto mio.

All’inizio della mia avventura nei supermercati oppure nei centri commerciali mi sono fatta coraggio e ho ingoiato tantissime volte il mio orgoglio per arrivare allo scopo e cioè uscire di casa e tornarci con la spesa che volevo fare da sola.

La cosa più difficile da fare è stato all’inizio chiedere ai clienti come me che trovavo in giro per i negozi o nei vari reparti la cortesia di prendermi quello che mi serviva e metterlo nel sacchetto che avevo fatto predisporre dietro la mia carrozzina ben fermo appeso alle maniglie. Fare la spesa in questo modo mi costava il doppio della fatica in senso morale e anche materiale, perché dovevo individuare niente giusto al posto e mi prendeste il prodotto giusto. un lavoraccio che però compensava quello che mi mancava: la mia amatissima anche se parziale indipendenza.

Poi mi sono decisa per una radicale evoluzione e qualche anno fa ho chiesto direttamente aiuto alla direzione del supermercato in cui decidevo di fare la spesa.

Premetto che per anni sono stata cliente dell’Esselunga di Milano, Via dei Missaglia ed è lì che ho provato a chiedere l’autorizzazione di avere una persona che mi aiutasse. La risposta che ho ricevuto è stata sempre un deciso NO, anche se accompagnato da un “ci dispiace“. Dopo molta pazienza e molti no sono diventata praticamente una ex cliente.
Con Esselunga ci ho riprovato a Rozzano dopo anni e quel punto vendita mi ha parzialmente soddisfatto, nel senso che qualcuno mi ha dato una mano per un tempo breve. Mi sentivo come se avessi un certo nervosismo che mi attraversava. Non vedevo l’ora di finire perché terminasse quella brutta sensazione.

La seconda e più brutta esperienza negativa è stata quella con Iper di Rozzano, presso il centro commerciale Fiordaliso. In quel posto ormai metto ruota solo nella galleria di negozi o proprio per estrema necessità. Non ricordo con precisione quando è successo ma so benissimo le parole che ho sentito al centro assistenza clienti quando ho chiesto appunto se potevo ricevere un piccolo aiuto.

Questa è stata la risposta lapidaria: “Scusi, ma lei non prende l’accompagnamento? Perché è qui da sola? A casa non ha una persona che l’aiuta? Perché non è venuta con lei?” Avrei voluto sprofondare per l’umiliazione. Ho rimosso il viso di quella persona da quel momento. Ho girato la mia carrozzina  e mi sono detta “Mai più!“.
Scommetto che qualcuno dei presenti le avrà dato anche ragione…

L’ultimo episodio è accaduto oggi pomeriggio presso l’Eurospin di Rozzano.

Devo dirvi per onestà che mi contraddistingue che Eurospin è finora praticamente l’unico supermercato dove ogni volta che ne ho fatto richiesta sono stata affiancata da una persona incaricata di aiutarmi, tutto senza fretta e con un dialogo piacevole con chiunque mi fosse capitato.
Oggi purtroppo sono tornata con il sacchetto vuoto, perché sembrava che in quel maledetto momento non ci fossero persone disponibili. Nonostante avessi detto che ero disposta ad aspettare – come se non fossi una persona pagante – non ho ricevuto risposta. Mi sono ritrovata così a girare nel negozio guardando di qua di là per far passare il tempo in attesa dell’autobus e non dover stare fuori a una temperatura di -2° per 30 minuti. L’addetto alla sicurezza ogni tanto mi guardava mentre giravo per gli scaffali. Probabilmente non si è mai accorto che non potrei rubare nulla.
Passavo in rassegna le cose che avrei voluto prendere e non potevo e la rabbia saliva molto.

Sono uscita leggera leggera con un peso sul cuore. Questa volta però non smetterò, perché voglio fare memoria delle volte in cui ho ricevuto solo dei SI‘.
E non smetterò anche per una questione di principio. Non si torna indietro. Vero?
Mi dedico il brano che mi accompagna mentre scrivo. Sempre Vicky!

 

 

28 febbraio 2018 - Posted by | Cose, Esperienze, Mondo, Persone, Sentimenti | , , , , , , , , , ,

47 commenti »

  1. Perché i guerrieri come te non mollano mai!!! Avessimo tutti la tua forza Vicky ❤❤ ti abbraccio fortissimo!! 🌹🌹

    Piace a 2 people

    Commento di Mirtillamalcontentabook | 28 febbraio 2018 | Rispondi

  2. Mi dispiace tantissimo non abitare vicino a te. Farei molto volentieri quattro chiacchiere fra gli scaffali. Un abbraccio di solidarietà

    Piace a 2 people

    Commento di Cristina | 28 febbraio 2018 | Rispondi

    • Apprezzo tanto anche se vorrei far arrivare un messaggio positivo, cioè che è possibile essere indipendenti solo con un piccolo aiuto 🙂
      Un abbraccio a te!

      Piace a 1 persona

      Commento di vincenza63 | 28 febbraio 2018 | Rispondi

  3. Uffi, mi spiace tanto sentire che ti trovi in una situazione simile e ti ammiro moltissimo. Sicuramente i clienti che ti passano vicino, non si fermano a chiederti se hai bisogno d’aiuto, perché pensano che c’è qualcuno che ti accompagna. Grazie a questo tuo post, presterò ancora più attenzione anch’io alle persone che mi circondano. Ti abbraccio forte! ❤

    Piace a 2 people

    Commento di Giorgiana Bratu | 28 febbraio 2018 | Rispondi

  4. L’indipendenza è sempre una conquista e per quanto dura ottenerla, è una battaglia che va combattuta per te in primis e poi per chi verrà dopo e si spera troverà una mentalità collettiva più civile.

    Piace a 1 persona

    Commento di quasi40anni | 28 febbraio 2018 | Rispondi

  5. Capisco e mi dispiace non sai quanto 😍😘

    Piace a 1 persona

    Commento di alemarcotti | 28 febbraio 2018 | Rispondi

  6. Purtroppo siamo ancvora arretrati in molte cose, aiuto ai disabili dovrebbe esistere per principio civile (e non ultimo di solidarietà, anche umana), devo dire che mi meraviglia Eurospin, da noi sono sempre estremamente gentili, in qualsiasi occasione, davvero li ammiro.
    Cara Vincenza tu sei un mito, la tua forza è per me un grande esempio da non dimenticare mai.
    Ti abbraccio.

    Piace a 1 persona

    Commento di fulvialuna1 | 28 febbraio 2018 | Rispondi

  7. Vicky ma tu sei fortissima, gli altri non hanno la minima idea di che vuol dire lottare contro tutti questo! Ti abbraccio tanto💘

    Piace a 1 persona

    Commento di AsiaJackson | 28 febbraio 2018 | Rispondi

    • Cara Asia, qualcuno lo sa.
      Perché lo vive sulla sua pelle…
      La maggior parte però passa oltre per non dover pensare.
      Per questi ultimi la mia richiesta di aiuto è “terapeutica” in caso si fermino, per almeno due motivi: spalanca loro un mondo e li fa sentire migliori.
      Non mi pare poco.
      E fa affiorare sulle labbra un sorriso.
      Questo è il mio 😄

      Piace a 1 persona

      Commento di vincenza63 | 1 marzo 2018 | Rispondi

  8. giuste le tue considerazioni ma quei signori dovrebbero vergognarsi. Non si nega un aiuto a chi non è in grado di fare da sola.
    Non è orgoglio, nemmeno superbia, semplicemente è la consapevolezza del proprio stato e la richiesta di aiuto è del tutto legettima.
    Forza Vicky! Sei una vera roccia.
    Un abbraccio
    Gian Paolo

    Piace a 1 persona

    Commento di newwhitebear | 28 febbraio 2018 | Rispondi

    • È davvero bello e rincuorante trovare persone – e non figurine – oltre il monitor e la tastiera capaci di andare al punto per onestà intellettuale e soprattutto per affetto sincero.
      Ti abbraccio Gian Paolo

      Piace a 2 people

      Commento di vincenza63 | 28 febbraio 2018 | Rispondi

  9. Sono senza parole carissima,solo tanta tristezza,per la mancanza di umanità in questo cosidetto mondo civilizzato.
    Impensabile agire in quel modo inumano,infierendo sulla sensibilità di una persona che chiede un piccolo aiuto.
    Mi vengono le lacrime pensando in che brutto mondo viviamo.
    Sarei felice di darti una mano carissima… se solo potessi,sai che il mio cuore non mente,sarei stata orgogliosa di aver la possibilità di farlo.. come faccio sempre nella mia vita,si vive sopratutto per aiutarsi.
    TI sono vicina con il mio affetto sincero,Non arrendersi mai.
    Un abbraccio grande ❤

    Piace a 1 persona

    Commento di caterina rotondi | 28 febbraio 2018 | Rispondi

    • Arrendersi? È una parola che ho usato solo in occasione di grande dolore e perdita di persone care.
      Poi…la vita ha la meglio e a volte piangendo altre sorridendo per il ricordo si continua.
      Nessuno possiede garanzie di immunità.
      La civiltà? Ce ne vuole di strada!
      Ti abbraccio mia cara

      "Mi piace"

      Commento di vincenza63 | 28 febbraio 2018 | Rispondi

  10. Mi hai fatto riflettere parecchio.
    Diamo sempre tutto per scontato… che peccato.
    Farò ancora più attenzione, se vedrò qualcuno che ha bisogno.
    Tu riesci sempre a non lasciarti travolgere, ma a trovare una spinta, una motivazione.
    Sei unica.
    La tua tenaciae la tua caparbietà, sono alleate che ti rendono straordinaria.
    Dio, ti ha fornito, un buon equipaggiamento caratteriale.
    E tu, sai farne uso con grande umiltà.
    Son tanto contenta di averti incontrata.
    Se fossi lì, non esiterei un istante ad abbracciarti.
    Forteeeeeeeee❤️

    Piace a 1 persona

    Commento di Emozioni | 28 febbraio 2018 | Rispondi

    • Carissima “emozioni” amica mia, spesso siamo di corsa anche dopo il lavoro, con gli amici, la famiglia e molto altro. Quando ci si ferma a pensare, a godere i momenti, insomma a vivere ciò che in fondo resta?
      La vita è mia maestra.
      E soprattutto imparo ogni giorno qualcosa in più da tutti.
      Più mi “abbasso” agli occhi degli altri più mi sento bene con me stessa e cresco nella libertà vera
      Grazie ancora per il tuo bellissimo commento!
      A presto
      Ti abbraccio 💝

      Piace a 1 persona

      Commento di vincenza63 | 28 febbraio 2018 | Rispondi

  11. La gente corre (chissà dove?), non ha tempo e quasi sempre semplicemente non vede ciò che gli capita intorno. Te sei bravissima e forte e questo ti fa onore, ma quando succedono queste brutte esperienze pensa che vicino a te ci sono io e che parliamo affabilmente del più e del meno. Io lo sentirò e ti penserò.
    Con tanto affetto.

    Piace a 1 persona

    Commento di Giovanna Foresio | 1 marzo 2018 | Rispondi

  12. Bonjour ou Bonsoir

    De te connaître c’est le bonheur
    C’est ce qu’il y a de meilleur
    T’offrir se partage cela viens du cœur
    De t’avoir parmi mes amis c’est de l’or
    C’est plus qu’un trésor
    Je me sens plus fort
    Chacun de tes passages est réconfort
    Alors à toi je dis merci
    Grâce à toi je souris
    Car tout ce que j’avais envie,

    C’était de te dire merci, merci d’être mon Ami

    Bonne journée ou soirée

    Gros bisous

    Bernard

    Piace a 1 persona

    Commento di bernard25 | 1 marzo 2018 | Rispondi

  13. Vorrei dire tante cose, mi dispiace che ci siano ancora tante persone insensibili e individualiste, ce ne sono sempre troppe!!

    Piace a 1 persona

    Commento di unaromagnolaincucina | 2 marzo 2018 | Rispondi

    • E ce ne saranno.
      L’importante è non rassegnarsi ed adeguarsi.
      Ciao!

      Piace a 1 persona

      Commento di vincenza63 | 2 marzo 2018 | Rispondi

      • Sara che faccio volontariato in una grande struttura per disabili e ho sempre amato aiutare le persone che sono state meno fortunate di me ( solo fisicamente ), anche quando sono stanca e ho le braccia che mi fanno male, sono ugualmente felice perché so che dopo qualche ora “io” posso riutilizzarle. Ho imparato ad apprezzare molto tutto quello che mi funziona, dovrebbero insegnare a vivere almeno un giorno a tante persone sulla sedia a rotelle……

        Piace a 1 persona

        Commento di unaromagnolaincucina | 2 marzo 2018

      • Sì soprattutto agli adulti che mollano giovani e vecchi al loro solitario destino.

        Piace a 1 persona

        Commento di vincenza63 | 2 marzo 2018

  14. Ci troviamo in un mondo sempre meno umano. Purtroppo gli impiegati di questi supermercati si contano sulle dita di una mano. Tante volte ho vagato per gli scaffali cercando qualche commesso a cui chiedere un informazione. Era veramente frustrante girare in vano per i reparti. Capisco che per te il disagio è moltiplicato all’ennesima potenza. È impensabile che chi legifera non si impegni a risolvere questioni simili. Ti sono vicino e ti mando un bacio. 💖

    Piace a 1 persona

    Commento di etiliyle | 2 marzo 2018 | Rispondi

  15. Grazie per il tuo post, un abbraccio. 65Luna

    Piace a 1 persona

    Commento di 65luna | 11 marzo 2018 | Rispondi

  16. Sei ricca di un’energia fortissima Vicky e la trasmetti a noi che leggiamo.. grazie 💚

    Piace a 1 persona

    Commento di Alessandro | 21 marzo 2018 | Rispondi

    • Grazie a te Alessandro!
      I tuoi post mi fanno viaggiare con l’animo leggero 😄
      Sai non ho mai volato…
      Come si risolve?
      Ben trovato!

      Piace a 1 persona

      Commento di vincenza63 | 21 marzo 2018 | Rispondi

      • Grazie a te! Vorrà dire che volerai in ogni mio viaggio insieme a me!! Ti tengo il posto ! 😄😉

        Piace a 1 persona

        Commento di Alessandro | 21 marzo 2018

  17. Lo dico sempre che nella vita sono fortunata perchè conosco e a volte incontro persone belle come te, Alessandro 🙂

    "Mi piace"

    Commento di vincenza63 | 21 marzo 2018 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Alessandro Rolfini

Be Different...Be Free !!

This crazy busy life

the crazy busy life of the working Mom

Il Ragno dal Buco

Blog personale di Stefano Manganini

Blog di Demonio

Storie e riflessioni di un povero diavolo

Mădălina lu' Cafanu

stay calm within the chaos

La poesia e lo spirito

Potrà questa bellezza rovesciare il mondo?

Laura Berardi

La vita è un uragano di emozioni

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

The Grief Reality

~ As lived by Katie & Evee ~

Paul Militaru

Photography Portfolio

Thinking Chitalia

As opposed to a “not thinking chitalia”

Le cose minime

Prendo le cose gravi alla leggera, e le cose piccole molto sul serio.

Il Pensator Cortese

Penso quindi so(g)no, tra un bicchiere di vino, una canzone e un libro

Il Blog per TE

psicologia, curiosità, musica, cinema, moda e tanto altro!

Ideal Inspiration

We Build Confidence with Inspiration and Motivation.

Artliteral

Aqui trago contos e pensamentos, de personagens que passaram e passam por mim, pela minha mente. Emprestei fragmentos meus, a cada um dos mesmos... ou talvez tenha sido o contrário. Resumindo o que disse Lispector "escrever é uma maldição. Mas escrever apenas uma linha, basta para salvar a alma." E escrever é isso. Lançar em letras, o que não se pode medir, o que não se pode tocar com as mãos. Também trarei trechos de livros e crítica de artes em geral, bem como, desenhos autorais. Música Indie também fará parte do acervo.

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

EnigmaDebunked

Thoughts that provoke yours. (Season II coming in Dec 2019)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: