Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Sabato Santo

Amici miei,

buon sabato Santo a tutti, nell’attesa della Risurrezione del nostro Signore Gesù Cristo!

Amen! ❤

Un abbraccio di vero cuore, sempre Vicky!

Il sogno di Maria – Fabrizio De Andrè

Nel Grembo umido, scuro del tempio, l’ombra era fredda, gonfia d’incenso; l’angelo scese, come ogni sera, ad insegnarmi una nuova preghiera: poi, d’improvviso, mi sciolse le mani e le mie braccia divennero ali, quando mi chiese – Conosci l’estate io, per un giorno, per un momento, corsi a vedere il colore del vento. Volammo davvero sopra le case, oltre i cancelli, gli orti, le strade, poi scivolammo tra valli fiorite dove all’ulivo si abbraccia la vite. Scendemmo là, dove il giorno si perde a cercarsi da solo nascosto tra il verde, e lui parlò come quando si prega, ed alla fine d’ogni preghiera contava una vertebra della mia schiena. Le ombre lunghe dei sacerdoti costrinsero il sogno in un cerchio di voci. Con le ali di prima pensai di scappare ma il braccio era nudo e non seppe volare: poi vidi l’angelo mutarsi in cometa e i volti severi divennero pietra, le loro braccia profili di rami, nei gesti immobili d’un altra vita, foglie le mani, spine le dita. Voci di strada, rumori di gente, mi rubarono al sogno per ridarmi al presente. Sbiadì l’immagine, stinse il colore, ma l’eco lontana di brevi parole ripeteva d’un angelo la strana preghiera dove forse era sogno ma sonno non era – Lo chiameranno figlio di Dio – Parole confuse nella mia mente, svanite in un sogno, ma impresse nel ventre.” E la parola ormai sfinita si sciolse in pianto, ma la paura dalle labbra si raccolse negli occhi semichiusi nel gesto d’una quiete apparente che si consuma nell’attesa d’uno sguardo indulgente. E tu, piano, posasti le dita all’orlo della sua fronte: i vecchi quando accarezzano hanno il timore di far troppo forte.

3 aprile 2021 Posted by | Anima, Dio, Esperienze, Musica | , , , , , , , | 21 commenti

Ogni volta

Ogni volta, testo e video di Vasco Rossi | CaffèBook
dal web – Vasco Rossi

Sono stata fortunata
ora la vita è ancora da vivere
tempo d’altare ed offerta
dono e perdono
eh sì da lasciare
pesi inutili
sorrisi e parole che
accarezzano visi

Una maschera scopre gli occhi
mi sento avvolta da
guizzi di luce
dal letto vicino al mio
qualcuno dice “è bello parlare con te”
non riesco che a dire grazie
nel dolore tutto
diventa essenziale

Ogni volta in questo letto
cambia il cuore
si apre a dare un valore
alto alle persone
quelle che ci sono e
quelle che restano a casa
è l’anno della solitudine ma
grazie a Dio qui non c’è

I ricordi, le presenze e le assenze
mi fanno compagnia
insieme al Santo immolato
che ogni mattina si dona
sa che ne ho bisogno
dono d’amore invisibile e totale
il rosario nella mente
dono di misericordia la memoria
conto i grani con le dita inermi

Ogni volta non so come fare
eppure nel silenzio
nel cuore intrepido accade
nonostante la fatica dei polmoni
d’ossigeno mi carico

Non mi sento importante ma
per Qualcuno lo sono davvero
mi restituisce al mio domani
al mio oggi
a quella che ero, che sono
e che sarò
ogni volta, con la vita che scorre
nelle mie vene quasi inesistenti

Ci sono ancora.
Grazie all’amore che circola
a chi c’è stato
a quelli che ci saranno
e anche un po’ a me
che sono figlia nel Figlio

Sempre Vicky!

15 marzo 2021 Posted by | Anima, Esperienze, Musica, Persone, Sentimenti | , , , , , , , , , , , | 19 commenti

I miss you, Bob!

In un oceano di silenzio, dentro di me emerge il suono dell’anima.

Grazie, Bob! Sempre Vicky ❤

11 marzo 2021 Posted by | Anima, Musica | , , , , | 8 commenti

Buon 8 marzo!

Amici miei,

piano piano mi sto riprendendo e con questa foto vi mando i miei saluti e i miei auguri!

Una dedica a tutte le amiche! Un abbraccio di cuore, sempre Vicky ❤

8 marzo 2021 Posted by | amore, Diritti umani, Musica, Persone | , , , , | 21 commenti

Buon San Valentino!

Mi si scioglie la bocca – Diodato

Mi si scioglie la bocca
quando sto per dirti parole
Mi si scioglie la bocca
e ho paura si fermi anche il cuore
Mi si scioglie la bocca
mentre scivoli tra le braccia
Di qualcuno a cui sorridi a stento
Cuore mio non ti sento,
cuore mio non ti sento
Chiedilo al vento
Cosa gli ho detto di te
Cosa è venuto a cercare
il mio sguardo dentro di te
L’ho dato al vento
Il mio tormento per te
Perché ho temuto che il fuoco
potesse ridurmi in cenere, amore
Mi si scioglie la bocca
Proprio quando ti sono vicino
E vorrei raccontarti il dolore,
la prontezza rapace
Con cui uccide il tuo odore
A me piace sentirlo scavare
Fino in fondo al mio petto capace 
Di afferrare e fermarlo,
questo cuore che non mi dà pace
Chiedilo al vento
Cosa gli ho detto di te
Cosa è venuto a cercare
il mio sguardo dentro di te
L’ho dato al vento
Il mio tormento per te
Perché ho temuto quel fuoco
potesse ridurmi in cenere, ooh
Chiedilo al vento
Cosa gli ho detto di te
Cosa è venuto a cercare
il mio sguardo dentro di te
L’ho dato al vento
Il mio tormento per te
Perché ho sperato quel fuoco potesse
ridurmi in cenere 
E sono cenere, ooh
Che soffia il vento
Che soffia il vento
Che soffia il vento
Sulle tue labbra
Sugli occhi
Sulle tue gambe
Sul tuo corpo nudo
che ho immaginato, immaginato
Caldo per me

Dedicato a chi sa cosa è amare, lo cerca, lo custodisce ❤

Buon Amore a tutti! Sempre Vicky!

14 febbraio 2021 Posted by | amore, Esperienze, Musica, Sentimenti | , , , , , | 21 commenti

Felicità è…

Eccola!

Amici miei,

felicità è … Guardare la mia nipotina Benedetta mangiare un biscotto con i suoi primi dentini mentre balla ascoltando Ray Charles.

Una gioia che mi invade profondamente e mi fa commuovere.

Vale la pena di vivere per questi momenti preziosi ❤ ❤ ❤

Un abbraccio, sempre Vicky!

9 gennaio 2021 Posted by | Anima, Esperienze, Musica | , , , , , , | 56 commenti

Nessuno si salva

Covid, sit-in a Roma contro chiusure: scontri tra manifestanti e polizia.  VIDEO | Sky TG24
Scontri a Roma 2020 – dal web

La canzone del maggio – Fabrizio De Andrè

Lottavano così
come si gioca
i cuccioli del maggio,
era normale,
loro avevano il tempo
anche per la galera
ad aspettarli fuori rimaneva
la stessa rabbia, la stessa primavera.

Anche se il nostro maggio
ha fatto a meno del vostro coraggio
se la paura di guardare
vi ha fatto chinare il mento
se il fuoco ha risparmiato
le vostre Millecento
anche se voi vi credete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se vi siete detti
non sta succedendo niente,
le fabbriche riapriranno,
arresteranno qualche studente
convinti che fosse un gioco
a cui avremmo giocato poco
provate pure a credevi assolti
siete lo stesso coinvolti.

Anche se avete chiuso
le vostre porte sul nostro muso
la notte che le pantere
ci mordevano il sedere
lasciamoci in buonafede
massacrare sui marciapiedi
anche se ora ve ne fregate,
voi quella notte voi c’eravate.

E se nei vostri quartieri
tutto è rimasto come ieri,
senza le barricate
senza feriti, senza granate,
se avete preso per buone
le “verità” della televisione
anche se allora vi siete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se credete ora
che tutto sia come prima
perché avete votato ancora
la sicurezza, la disciplina,
convinti di allontanare
la paura di cambiare
verremo ancora alle vostre porte
e grideremo ancora più forte
per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti,
per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti.

Uno sguardo a un passato che sento sempre più prossimo… Sempre Vicky!

17 dicembre 2020 Posted by | Diritti umani, Idee, Mondo, Musica, News, Storia | 6 commenti

Luna Fortuna

Luna piena del mais nel cielo del 2 settembre, l'evento

In questa giornata fatta di sentimenti misti, a cavallo tra malinconia e tristezza, ascolto e assaporo questo brano fatto di colori, sapori, odori, immagini e suoni capaci di appagare ed affamare i sensi prima e sedurre e incantare l’anima poi.

Buon ascolto e profondo piacere, sempre Vicky.

LUNA FORTUNA

Notte calda come tante in mezzo al fiume che canta
Aria piena del barlume di un lume fioco in distanza
E di lucciole sfuggenti con cui la notte si ammanta

E si ammanta di fantasmi, o di un ricordo lontano
Mentre al buio della notte che mi trascina per mano
Cerco i segni delle piante che mi circondano piano

Piano, all’ombra della notte, mi sembri fatta di fumo
Sento appena il tuo calore ed il tuo strano profumo
Con l’odore del tuo corpo e in questo io mi consumo

Ma dal monte all’improvviso spunta la bianca luna
E ogni cosa in un istante schiarisce e non è più bruna
Questa luna esagerata ci procurerà fortuna

La fortuna di un amante è un fiore d’esile stelo
Una favola inquietante, fugace e fragile velo
Il respiro di un istante che scomparirà nel cielo

Cielo e luce all’infinito come se fosse di giorno
Mondo magico e fiorito che mi risplende d’intorno
Io ti sfoglio con le dita e indovino il tuo contorno

Il contorno del tuo corpo ora si è fatto reale
È qualcosa bianco e vero, bello da far quasi male
E si insinua in un pensiero che all’improvviso mi assale

Contro il cielo trasformato sorride un’altra luna
Ma io so qual è la vera, l’altra non è più nessuna
Questa nuova luna piena mi procurerà fortuna

1 novembre 2020 Posted by | amore, Anima, Esperienze, Musica, Sentimenti | , , , , , , , , | 21 commenti

Un anno in più!

Amici miei,

come ogni anno, il primo ottobre alle 00:35 compio gli anni.

Mi auguro che nel tempo a venire Dio ascolti le mie preghiere e mi sostenga nei progetti che ha messo nel mio cuore.

Ringrazio la mia famiglia (TUTTI), Benedetta in primis, mio fratello Fedele, la mia amica Louisa, Virginio, Mons. Franco Cecchin (il mio don Franco e mio direttore spirituale e amico totale) e altre poche ma importanti persone di ESSERE NELLA MIA VITA!

Mi dedico alcuni brani che ascolto spesso e hanno un significato speciale per me. Buon ascolto e buona vita, sempre Vicky!

30 settembre 2020 Posted by | Esperienze, Musica, News, Persone, Vita nuova | , , , , , | 51 commenti

The 4th Dimension

Random Stuff I Think You'll Like

RIVA OMBROSA

Quando si ama si dona

deluarhossain336@gmail.com

deluarhossain336@gmail.com

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

Meereskind

Reisen beginnt im Kopf

SCEGLI TU...POI TI CONSIGLIO IO

"IL MONDO SAREBBE UN POSTO MIGLIORE, SE UNO DEI CINQUE SENSI FOSSE STATO L'IRONIA"

Jakob Iobiz

Scrittore

Free Fonts

Fonts Download

365 dni w obiektywie LG/Samsunga

365 days a lens LG/Samsung

AMblogger

AM_blogger

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

study material

Try try try but don't cry

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Revolver Boots

Scream for me...

Nengkoy

ruminations & travesties of the favorite yet naughty son of Nengkoy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: