Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

La via del perdono

Oltre al percorso religioso – cristiano e non – può essere preso in esame questo tipo di via che io sento come “religione del sè” più che una via non-credente.
Abbiamo TUTTI bisogno di guarire. Sempre, ogni giorno.

Vi dedico questo brano a me molo caro. Un abbraccio, Vicky.

5 MINUTI PER L'AMBIENTE

Il perdono è da sempre oggetto di studio, discussione e approfondimento per religiosi, mistici o maestri spirituali. Siamo abituati a considerarlo quasi esclusivamente in questo ambito, per educazione, cultura o abitudine. C’è chi però lo considera uno strumento potentissimo a disposizione di ognuno di noi in un’ottica assolutamente laica.daniel lumiera

Perdonare, inoltre, come un atto di forza interiore e non di debolezza come siamo, talvolta, portati a credere. Tuttavia, da una parte confondiamo il perdono con la giustificazione di qualunque male ci venga fatto o con uno sforzo teso a dimenticare ciò che crediamo essere all’origine del nostro dolore più profondo e, dall’altra, siamo convinti che si nasca naturalmente portati al processo di perdono o, al contrario, non abbastanza “grandi” per riuscire a realizzarlo. In realtà, si può imparare a perdonare attraverso un percorso di conoscenza e consapevolezza centrato su ciò che profondamente sentiamo. Le ripercussioni positive sembrano ricadere non soltanto…

View original post 2.981 altre parole

4 giugno 2017 Posted by | Uncategorized | 19 commenti

T.G.I.F.: It’s been a long week

“…and I’ve been working like a dog”
Che tenerezza!
Vero?
Mi ha donato un sorriso, dal cuore ❤

Live & Learn


Source: gifak-net

View original post

26 maggio 2017 Posted by | Uncategorized | 27 commenti

La discarica più grande è in Ghana e mette in pericolo migliaia di persone

Non possiamo e non dobbiamo solo indignarci e stare a guardare.
Mentre rebloggo mi pongo domande: perchè cambiare sempre più spesso elettrodomestici magari ancora funzionanti con la storia del risparmio energetico? Vogliamo parlare di pc, laptop, cellulari ecc.? Sono veloci, sì, per chattare sui social e condividere informazioni urgenti con whatsapp, magari.
Dobbiamo cambiare stile di vita e assumerci le nostre responsabilità. Nessuna scusa. Si sfruttano poveri e bambini, Si lucra sulla pelle di altri esseri umani.
È vero, il danno ambientale è ingente ma chi condannerà, chi riparerà questo crimine contro l’umanità?

5 MINUTI PER L'AMBIENTE

discarica-Ghana-AgbogbloshieI rifiuti elettronici che produciamo in Occidente finiscono in Ghana. Mettendo in pericolo migliaia di persone.

Ad Agbogbloshie in Ghana si trova la discarica più grande al mondo di rifiuti elettronici, provenienti dall’Europa e dagli Usa. Qui migliaia di persone lavorano senza tutele in un ambiente altamente tossico.

I rifiuti elettronici che produciamo finiscono nella discarica più grande al mondo. Si trova, nella periferia di Accrà in Ghana. Qui oltre 70mila persone (la metà delle quali minori) lavorano senza tutele in un ambiente tossico. E l’Occidente? Tace di fronte a questa catastrofe umanitaria e ambientale.

La discarica di e-waste più grande d’Africa     

Negli ultimi dieci anni, la capitale del Ghana, si è trasformata nella più grande discarica al mondo. Un vero e proprio cimitero elettronico, grande quanto un campo di calcio, dove finiscono monitor, computer, tastiere, videoregistratori, tubi catodici. I rottami provengono dall’Europa e dagli Stati Uniti. A…

View original post 335 altre parole

13 maggio 2017 Posted by | Uncategorized | 36 commenti

4 maggio 2017

 

Mi è tornata voglia di sorridere!

Non importa se per un attimo o un giorno… ci sono.

Dedicato a tutti, sempre Vicky!

 

2017-05-04 14-31-47.480

4 maggio 2017 Posted by | Uncategorized | 34 commenti

Senza parole

download

 

22 aprile 2017 Posted by | Uncategorized | 28 commenti

Fantasie… Realta…

Ciao a tutti, oggi mi è venuta nostalgia di alcuni fellow blogger di cui non ho notizie da un po’ e così sono passata da Carlo Galli e ho letto solo oggi (mea culpa…) questa bellissima poesia che mi ha subito rimandato alla realtà che sto vivendo in questo periodo. Ho infatti di recente chiuso una relazione che durava da tre anni. L’ho deciso io, per la terza volta. No, non sono diventata matta, ho naturalmente quelle che, A parere mio, sono ottime ragioni, non da ultima la fiducia tradita.
Pubblico questo scritto per ricordare a me stessa e a chi si trova nella stessa situazione o ancora meglio a chi giudica dall’esterno le storie che finiscono pensando che “basti un nonnulla oggigiorno” perché tutto si chiuda.
Cari i miei sapientoni, sapete qual è la novità?
Si soffre SEMPRE, non importa se si è parte attiva o passiva nella decisione. Chi chiude una storia difficilmente la scorda dopo cinque minuti. Garantisco!
Sempre Vicky!

Carlo Galli

​Cosa fai adesso,

che cos’è quella lacrima?

Non ti sembra un po’ tardi

per i rimpianti?

Cosa c’è adesso,

che cosa ti manca?

Non eri forse tu

che la libertà è tutto?

Corri dove vuoi

grida più che puoi,

non ti sente nessuno,

lì dentro con te

non c’è mai stato nessuno.

Fuma, bevi e ridi fino a vomitare,

liberati dalla realtà

che ti riempie lo stomaco

e che alla fine ti ammazza.

E’ una congestione

tra ciò che vuoi

e ciò che puoi.

Non l’hai ancora imparato

che non si muore di fantasia

ma sempre e solo di verità?

https://m.facebook.com/carlo.galli.90?ref=bookmarks

View original post

20 aprile 2017 Posted by | Uncategorized | 28 commenti

“Quando Allende ci disse che la felicità è un diritto”   di Luis Sepúlveda

Che dire… sono commossa…
Ho letto tutto d’un fiato come se bevessi.
Così, alimentandomi alla fonte di questo brano vibrante ho vibrato anch’io come un’onda e ho desiderato essere universalmente viva e poter chiamare qualcuno, vicino o dall’altra parte del mondo, “compagno”, “fratello”, “amico” e non sentirmi più sola.
La ricerca della felicità, caro Ettore, fa paura ai regimi e a certi governi, perchè eleva anche chi sta sotto terra, chi è schiacciato.
No, non sono i morti. Sono i minatori, sono gli schiavi di ogni tempo.
Anche il nostro.
Ringrazio te. Ringrazio Sepulveda. E ribloggo su Vincenza63.
Ciao!
Vicky

"Strane cose", il blog di Ettore

ROBINSON
LETTERATURA E POTERE/ 1
Parlare oggi della felicità, del futuro, non è facile perché per arrivare alla definizione della felicità bisogna prima individuare quali sono gli ostacoli che impediscono di realizzarla. La prima volta che ho cominciato a pensare a quest’idea della felicità, della possibilità di essere felice, non solamente come individuo ma come parte di una collettività, di una società felice, è stato nel mio paese, il Cile, nel 1971. Quell’anno ho avuto il grandissimo onore di far parte della scorta del compagno presidente Salvador Allende, della sua guardia personale. E mi ricordo che era un giorno del mese di marzo del ’71 quello in cui si presentò al palazzo presidenziale un giornalista, un filosofo che era stato insieme al Che nella guerriglia in Bolivia e che proprio Allende aveva salvato dal carcere, un politologo francese di nome Régis Debray. Era venuto per realizzare un’intervista con il presidente…

View original post 1.279 altre parole

9 aprile 2017 Posted by | Uncategorized | 26 commenti

The Versatile Blog Award – Tag

versatilebloggeraward

 

Il pomeriggio non poteva cominciare meglio di così: sono viva, c’è il sole, ho delle persone che mi amano e un infinito numero di altre da amare. E poi… Vado qui e là tra i blog amici per leggere e scopro che l’amico Filippo mi sta regalando questa proposta a lui arrivata da un sito che sono andata a visitare con molta curiosità, Canti delle balene, che ringrazio a mia volta insieme a Filippo!

Queste sono le regole:

1    Mostrare il premio sul tuo blog;
2    Ringraziare i blogger che ti hanno nominato e fornire il loro link;
3    Condividere 7 fatti su di te;
4    Nominare 10 blogger e fornire i loro link.

Quindi… andiamo cominciare, anche se sarà difficile racchiudere nel numero 7 gli innumerevoli fatti che mi riguardano.

  1. Lascio spesso le cose incompiute. Che si tratti di un libro, che magari leggo contemporaneamente insieme ad altri, di un film o dell’ultimo corso all’università è come se lasciassi le cose in sospeso, come se mi riservassi sempre uno spiraglio, una porta aperta o socchiusa che mi consenta di rientrare e di riprendere le fila là dove le ho lasciate. Tanti lo considerano un difetto. Io non sono tra questi.
  2. Sto bene quando vivo una storia sentimentale. Non mi dà fastidio la solitudine, soltanto che mi piace scegliere il momento in cui viverla e non doverla subire per un abbandono, da qualunque parte arrivi.
  3. Sono un’appassionata di cinema, anche se raramente scrivo recensioni o post su questo argomento. Prediligo storie tratte dal vero, ultimamente docu-film come per esempio quello sui Beatles (non sono affatto una loro fan), amo gli effetti speciali e sono capace di sopportare un film non proprio bello purché sia in 3D. La visione di un film al cinema è per me un’esperienza da fare prevalentemente da sola, perché la ritengo intima e personale come la lettura di un libro o la visita a una galleria d’arte.
  4. Amo spudoratamente la natura, che si esprima nel più piccolo fiorellino di campo o nel più maestoso tramonto al mare con l’orizzonte completamente sgombro da ostacoli. Ho sempre la montagna nel cuore, pur avendola conosciuta per un tempo limitato e anche se la mia preferenza è sempre per il mare.
  5. Ho una figlia di quasi 33 anni tatuata sul cuore, nella mente e su ogni centimetro del mio corpo. Siamo molto diverse, alterniamo momenti di amore e momenti di scontro ma siamo cresciute insieme e ancora stiamo crescendo. Ci diamo tempo e intanto… viviamo!
  6. Vivo in un corpo che ho imparato ad amare, nonostante sia tetraplegica quasi completa, seduta da 21 anni su una carrozzina elettronica e dipenda per le mie necessità quotidiane da altre persone, raramente amorevoli e delicate. Non ho rinunciato a ricominciare ogni giorno, a volte contro ogni speranza sia mia che altrui. Infatti sono qui!
  7. Credo profondamente in Dio e in Gesù Cristo, ammirando la loro immensa maestà che si fa piccola in un pezzo di pane. Credo nello Spirito Santo guida dell’universo e insieme di ogni piccola anima venuta alla vita per amore. Sono uno spirito in ricerca ogni giorno, non mi accontento della religione o delle religioni in generale pur avendo sempre sete di conoscerle più come esperienza che come regola. Per la mia interiorità non mi privo di nulla. Prego ogni giorno o quasi con le mie parole, con le preghiere della tradizione e con il canto.

Avrei ancora così tanto da dirvi… ora passo a nominare i 10 blog, anche se sono troppo pochi per la mia sensibilità! Spero di avervi dato un po’ di spunti per confrontarci, cari amici, visitatori e lettori in generale.

A presto, sempre Vicky!

Tittionweb
Infermieradistrada
Nico
Vivimetaliun
Bukurie (Violeta)
AnnaMaria
Cinzia
RobertoContestabile
Roby
Paola

 

 

 

14 marzo 2017 Posted by | Uncategorized | 15 commenti

I sommersi e i salvati, soccorrere

Sorgente: I sommersi e i salvati, soccorrere

13 marzo 2017 Posted by | Uncategorized | Lascia un commento

A morte la tecnologia fotti-lavoro!

Sorgente: A morte la tecnologia fotti-lavoro!

9 marzo 2017 Posted by | Uncategorized | Lascia un commento

UnUniverso

Un Mondo Migliore

Un mondo vicino e lontano...

Riflessioni personali su Dio, sulla bellezza della Natura e della Creatività umana, in un mondo vicino e lontano...

IL Girasole

Non privare gli altri della felicità

Il cassetto nel cassetto

Un Mondo di Parole

Grigio antracite

Pensieri e racconti brevi

Last Waltz Under The Moonlight

☽ Come and dance with me this last waltz under the moonlight ☾

Safira's Journey

Create Your Own Happiness

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

il rifugio di Claudio

La Cultura ci nutre solo se il Pianeta vive . . . . . e questo dipende solo da noi . . . . . e ricordiamo sempre che .... "anche se non ti occupi di politica, stai sicuro che la politica si occuperà di te ..."

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

B going to

"Qualsiasi cosa tu faccia sarà insignificante, ma è molto importante che tu la faccia."

Jamison Writes

Not Like The Whiskey

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: