Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Buona Pasqua!

 

Auguri di cuore! Sempre Vicky!

15 aprile 2017 Posted by | amore, Anima, Corpo, Dio, Musica, Vita nuova | , , , , , , , | 21 commenti

Le mani.

In questa sera di silenzio, attesa, un po’ di nostalgia mi sono ritrovata.
Questa sono io. Mi presento agli amici follower, blogger e lettori che mi accompagnano da poco in questo bellissimo viaggio.
Sempre Vicky.

Vincenza63's Blog

C’era una volta… la mia storia. La racconto senza rispettare una cronologia, attraverso le mie mani, come la direbbe una persona che amava cantare e alla quale hanno rubato la voce o solo il fiato… Questa è stata sostituita in parte dai segni, ma quali di questi sa e può esprimere emozioni? Ho perso le parole… ho perso le mie mani. Percorro insieme a te che leggi questo viaggio. Ogni tanto mi guarderò alle spalle, oppure con un balzo in avanti.

Non avercela con me. Perchè tu e io siamo il viaggio. Il più difficile. Il più bello.

Sali, voglio parlarti di alcune cose in libertà, senza aver paura di giudizi oppure solo per dirti che io non sono solo quella che vedi, ma che ho avuto un passato e desidero un futuro proprio come te… solo che vorrei spiegarti che ci sono cose che non potrò più dirti con le mani…

View original post 651 altre parole

14 aprile 2017 Posted by | Corpo, Dialogo, Esperienze, Persone, Sentimenti, Vita nuova | , , , , , , , , | 9 commenti

Ho conosciuto un “uomo”

Risultati immagini per bergamo teatro creberg niccolò fabi


E’ il 3 febbraio 2017.
Bergamo ore 21. C’è mia figlia con suo marito e poi… un bel po’ di gente e infine lui, Niccolò Fabi con la sua band.

Solo adesso a distanza di un paio di giorni riesco a parlare di ciò che ho sentito, ho ascoltato, lasciato decantare poi emergere nella sua giusta dimensione. Come è scritto nel titolo “Ho conosciuto un uomo”. Detto così sembra un incontro di quelli amorosi e in parte lo è ma di un altro tipo di amore, forse più vero e aperto di quello che ci vincola a una persona in particolare.

Andare a un concerto e avere la fortuna di poter assistere in seconda fila a pochi metri dall’artista è una bellissima esperienza. La consiglio a tutti. Non è soltanto ascoltare una voce, ma è vedere in tutte le sue sfumature un viso, corpo che si muove nello spazio mentre il tempo scorre quasi senza interruzioni, per non turbare un dialogo che ha un che di magico…

Ero seduta vicino a mia figlia Emanuela e ogni tanto commentavo sperando di non disturbare e disturbarla. In realtà credo fosse solo il bisogno di far venire fuori le emozioni che sentivo di condividere con qualcuno che è realtà non c’era, per poi ritrovarmi a vivere un dialogo muto con Niccolò, uno scambio di vibrazioni a distanza ravvicinata…

Capita così che l’anima si apre e si lascia andare, complice l’oscurità e il volume alto degli altoparlanti a pochi metri da me.

Verso la fine, dopo tanti brani urlati dalle persone sedute come me – che non posso alzarmi più, anche volendo… – Fabi intona una canzone in particolare che tutti conoscono praticamente a memoria e che fa balzare la platea in piedi e correre vicino al palco. E’ un brano orecchiabile, intimo, ha un bel ritmo coinvolgente, “Lasciarsi un giorno a Roma“. L’ho sentito un po’ di volte perfino io in questi giorni in cui ascoltavo un po’ di tutto il suo repertorio per prepararmi a un incontro, proprio come con una persona importante a cui tieni e per la quale ti prepari con calma e cura. Non solo per quel che riguarda l’aspetto, ma soprattutto per il “contenuto“.

Provo qualcosa di estremamente bello e straziante in quel momento e anche ora, mentre sto utilizzando il software vocale per dettare, e mi fa tremare la voce e il cuore. E’ un fotogramma di scatto in quel momento e che sembra unire due scene collocate in spazi e tempi differenti, lontano anni uno dall’altro. Ciò nonostante magicamente si sovrappongono provocando un’emozione enorme. Rivedo mia figlia adolescente improvvisamente come non l’ho vista mai, correre felice e spensierata incontro alla vita che l’aspetta e contemporaneamente mi appare una donna che rifà con la stessa corsa il medesimo percorso mentale ed emozionale davanti ai miei occhi.

Mi rendo conto improvvisamente di quante cose mi sono persa… e dentro di me in quel silenzio assordante in conto che mi è stato fatto il dono di esserci per viverne una importante: la sua prorompente e bellissima gioia di vivere! E’ come ritrovarla e doverla lasciar andare… Crescere. 

In questo momento ho le lacrime agli occhi. Non è tristezza. E’ vita, emozione, necessità. Maternità.

Faccio un’eccezione, a lei dedico due dei miei brani preferiti. Sempre Vicky!

 

5 febbraio 2017 Posted by | Anima, Esperienze, Mondo, Musica, Persone, Sentimenti, Viaggi, Vita nuova | , , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

20 dicembre 1926

img-20150405-wa0002

Ciao mamma… già mi verrebbe voglia di fermarmi per un nodo in gola che mi impedisce di dettare oltre, ma mi faccio forza e continuo, perché ne sento il bisogno.

Approfitto di questa data per farti i miei auguri di compleanno, sarebbero stati novanta se fossi stata ancora fisicamente qui con me. Voglio farti un regalo insieme a questi piccoli luccichii di sale, che accompagnano la tua mancata presenza.

Porta un grazie da parte mia a Dio e alla mia cara nonna Vincenza, che ti hanno generato e dato la vita in questa data impressa nella mia carne e tatuata sul mio cuore per sempre, nei secoli dei secoli, amen!

Oggi mi sono venuti in mente tanti pensieri, belli e brutti. Posso parlartene, vero?

Ora so che tu sai. Non provo più vergogna neanche a pensarli, spero solo fermamente che nel luogo dove la nostra fede ci fa credere che saremo eternamente felici tu lo sia pienamente, alla fine della tua vita terrena che ha conosciuto momenti tragici uniti a momenti bellissimi nei quali c’ero anch’io a partire dalla mia nascita, quella consapevole dei primi anni dell’infanzia e molto ancora.

Devo fare una pausa, infastidita da rumori nella stanza di voci che entrano senza bussare (proprio come facevi anche tu) e squilli sul cellulare di H. che mi fanno incazzare e diventare gelosa, perché mi chiedo chi cavolo possa avere l’autorizzazione per sentirsi libero/libera di chiamare a quest’ora (sono le 23:44). Preferisco non pensarci e andare oltre entrambi i disturbi per concentrarmi su di te, mamma.

Vorrei tanto che tu riuscissi a parlarmi,a spiegarmi tante cose che non riesco a capire e per le quali, nonostante i miei cinquantatre anni, non riesco ancora a darmi pace.

Ora però devo interrompere momentaneamente perché i disturbi continuano e non ho la privacy necessaria per parlarti come vorrei. Io di privacy ne ho sempre pochissima, vicina allo zero ma questo è un altro discorso…

Sappi comunque che ci ritroveremo presto, molto presto. Senti che bello questo testo! Ti parla di me, di noi!

Buon compleanno, mamma!

Sempre la tua “Cenza” Vicky!

 

21 dicembre 2016 Posted by | Anima, Dialogo, Dio, Esperienze, Persone, Sentimenti, Vita nuova | , , , , , , , , , | 31 commenti

Silenzio

assenza

 

Il fatto è che le parole mi si sono fermate “in gola” e quanto mi sta succedendo, emozioni negative e positive comprese, è intraducibile… per ora.

Il silenzio e la noia sono terreni fertili.

Bisogna solo aspettare. Avrete pazienza?

Sempre Vicky.

 

12 ottobre 2016 Posted by | Anima, Corpo, Esperienze, Persone, Sentimenti, Vita nuova | , , , , , , , , | 2 commenti

L’importante è FINIRE

game-over

 

Ed eccomi finalmente sentimentalmente LIBERA e non solo…

Sono fiera di chi sono stata, di chi sono, di chi sarò.

Ho mantenuto le promesse, ho conservato la dignità. Questo conta.

Sempre sincera, sempre onesta, oggi delusa…

Donna fino in fondo. Come tante. Come loro… Sempre Vicky!

 

29 settembre 2016 Posted by | Anima, Esperienze, Mondo, Musica, Persone, Sapienza, Sentimenti, Vita nuova | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

18

 18(Web)
Ieri a fine giornata una bella notizia che voglio condividere: Ho superato l’esame scritto obbligatorio di lingua inglese su grammatica e mass media, anche se col minimo.
Per me è comunque un grande successo considerato l’elevato numero di assenze e il poco tempo, anzi pochissimo avuto disposizione per studiare.
Ora mi aspetta la prova orale: faccia a faccia con la prof su materie sconosciute da studiare in una lingua conosciuta.
Anche queste piccole belle notizie contribuiscono ad avere un po’ di serenità e una crescente autostima… non è così?
Un allegro abbraccio a tutti voi! Adesso mi premio con un brano fantastico!
dedicato ai miei amori: mia mamma e mia figlia, due pilastri!
Sempre Vicky.

19 maggio 2016 Posted by | Dialogo, Esperienze, Mondo, News, Persone, Vita nuova | , , , , , , , | 2 commenti

Luce

2016-04-15 17-05-25.472

 

A volte basta un raggio di sole per illuminare la vita e far sbocciare un sorriso.

Non ancora vinta, ballo! Sempre Vicky!

 

16 aprile 2016 Posted by | Anima, Corpo, Dio, Esperienze, Musica, Persone, Sentimenti, Vita nuova | , , , , , , , , | 6 commenti

Un mese out

2016-04-07 22-48-32.313

Ciao a tutti.
Ho trascorso l’ultimo mese in ospedale, ospite dell’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano. Ho avuto molta paura, poi solo quiete. E attesa.

Ed eccomi. Debole e alleggerita di trenta giorni di vita e di quattro chili. La vita è dura…

Non mi dilungo, non ne ho la forza. Solo ringraziamenti. E non.

Comincio da te, che sicuramente mi leggerai: MI FAI SCHIFO. Nonostante quello che abbiamo condiviso e i miei sms non hai neppure chiesto il mio stato. Vergognati, Edison, non ho altro da dire a chi come te salva il proprio matrimonio sulle bugie.

Ringrazio invece chi mi ama da vicino e da lontano, ognuno come può, tutto è dono: Hassan, Emanuela, Fedele, Marina, Virginio, Sara, Chiara, Antonella e tanti altri tra i quali i lettori del mio blog e qualche contatto su Facebook.

Ho bisogno di tempo. Ce la metto tutta. Anche col vostro aiuto.

Vi abbraccio, sempre Vicky!

7 aprile 2016 Posted by | Corpo, Esperienze, Persone, Sentimenti, Vita nuova | , , , , , , , , , | 11 commenti

Sasso, lumaca e aquila

estate-2008-foto-959

Scivolami addosso
Come acqua di fiume
Lisciami con la tua fredda carezza
Mi sento viva anche se immobile
Dura perché è il modo di difendermi
Uguale a nessuna altra 
Mi passi vicino e mi noti
Come fossi nudità striata
Il tuo passaggio ha lasciato segni
Come rughe su di me
Solcami 

bava-di-lumaca

Mi muovo con una lentezza quasi sensuale
Imito un ballo che avanza
Esaspero e provoco la tua fretta
Sembra che tu non regga il mio passo
So che avanzeresti al mio posto
Pur di placare la tua corsa
Ti adegui
E muovi il tuo andare secondo il mio
Ora ti comunico
Che cosa è la mia musica
Io mi metto in ascolto della tua
È un incedere che ammalia
Sento il tuo sguardo
Aumento l’andatura

aquila_pania

Le mie braccia come ali
Mi prendi le mani per sollevarmi
Sono contro di te
Vuole tenermi al suolo
Chi non mi ha mai visto volare
Io che temo il cielo
Lo sto solcando da padrona
Sola e maestosa
Non lo sono stata mai come ora
Da qui anche tu sei piccolo
Guardami
Trattienimi nei tuoi occhi
Da dove non potrò fuggire 
Ammaestrami con parole d’amore 
E tornerò 

Tre diversi stati dell’essere, tre diversi modi in cui sono fatta, tre occasioni per incontrarmi. Sempre Vicky!

22 febbraio 2016 Posted by | Corpo, Esperienze, Mondo, Persone, Vita nuova | , , , , , , | 2 commenti

UnUniverso

Un Mondo Migliore

Un mondo vicino e lontano...

Riflessioni personali su Dio, sulla bellezza della Natura e della Creatività umana, in un mondo vicino e lontano...

IL Girasole

Non privare gli altri della felicità

Il cassetto nel cassetto

Un Mondo di Parole

Grigio antracite

Pensieri e racconti brevi

Last Waltz Under The Moonlight

☽ Come and dance with me this last waltz under the moonlight ☾

Safira's Journey

Create Your Own Happiness

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

il rifugio di Claudio

La Cultura ci nutre solo se il Pianeta vive . . . . . e questo dipende solo da noi . . . . . e ricordiamo sempre che .... "anche se non ti occupi di politica, stai sicuro che la politica si occuperà di te ..."

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

B going to

"Qualsiasi cosa tu faccia sarà insignificante, ma è molto importante che tu la faccia."

Jamison Writes

Not Like The Whiskey

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: