Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Fermata d’autobus

Risultati immagini per fermata autobus

 

E così grazie a Dio, come dice Fulvialuna, vedo ancora la bellezza.

Cara amica, in nome di quella bellezza oggi sono tornata lì, sperando di incontrarlo ancora.

Non è successo.

Quello che sicuramente è accaduto è che sento ancora gioia e ardore dentro il cuore.

Oggi, mentre mi avvicinavo a quella fermata di pullman, mi sono dimenticata di essere grande, mi sono dimenticata di tutto e tutti.

Sono innamorata dell’amore e del dolce tocco di una umanità gentile.

Quella che resta. Quella che ci lascia assetati.

Un abbraccio. Sempre Vicky!

 

26 gennaio 2019 Posted by | amore, Anima, Cose, Esperienze, Mondo, Persone, Sentimenti, Vita nuova | , , , , , , | 28 commenti

Un vago senso di dolore/1

 (Google)

“Ciao, grazie del tuo tempo ieri ma preferisco non continuare nulla. Scusa e mi dispiace molto ma penso di non essere ancora pronto a uscire con una donna come te. Anche se faccio volontariato a Lourdes. Scusa ancora. “

Un vago senso di dolore. E’ quello che resta. Dopo una bella conversazione con qualcuno che si crede possedere il minimo di umanità, di rispetto,  di verità… tutta un’illusione, una maschera. Oggi parlando di questo con un amico, si è fatta una considerazione effettivamente molto vicina alla probabile realtà: una persona così sta scappando non da “una donna come me” ma da sè stessa, per non dover confessare o condividere chissà cosa, o magari più semplicemente per non farsi conoscere così com’è.

Angelo dice che si indossano maschere nella vita sociale. La mia risposta è che si può più o meno consapevolmente decidere di indossarle, così come si può scegliere il materiale di cui esse sono composte. Io, qualche volta l’ho scelto. Sia di indossarle sia il materiale… ho detto che i miei materiali preferiti sono la cera e il rame, perché più duttili rispetto al bronzo e al ferro. In questo modo posso decidere più o meno velocemente se e dove, oppure con chi indossarle e successivamente toglierle… oppure ancora concedere a qualcuno di togliermela…

A una donna come me è successo più volte di veder scappare via qualcuno. Con le motivazioni più differenti. Si equivalgono. Tutti o quasi gli spettatori della mia vita hanno dato loro retta e a volte apertamente ragione, dimenticando il rispetto dei miei sentimenti e il mio diritto a dignità e rispetto.

A tutti quelli che sono scappati da me, per un motivo o per l’altro più o meno a me noti, dedico questo post, perché faccia loro capire chi c’è dietro una maschera, qualsiasi maschera… una persona. Uno sconosciuto, una sconosciuta che in certi momenti vorrebbe essere portato via… come me ora.

Triste ma… sempre Vicky.

 

https://www.youtube.com/watch?NR=1&v=NxOraBXCD6c&feature=endscreen

23 dicembre 2012 Posted by | Anima, Cose, Dialogo, Esperienze, Persone, Sentimenti | , , , , , | 31 commenti

   

The 4th Dimension

Random Stuff I Think You'll Like

RIVA OMBROSA

Quando si ama si dona

deluarhossain336@gmail.com

deluarhossain336@gmail.com

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

Meereskind

Reisen beginnt im Kopf

SCEGLI TU...POI TI CONSIGLIO IO

"IL MONDO SAREBBE UN POSTO MIGLIORE, SE UNO DEI CINQUE SENSI FOSSE STATO L'IRONIA"

Jakob Iobiz

Scrittore

Free Fonts

Fonts Download

365 dni w obiektywie LG/Samsunga

365 days a lens LG/Samsung

AMblogger

AM_blogger

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

study material

Try try try but don't cry

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Revolver Boots

Scream for me...

Nengkoy

ruminations & travesties of the favorite yet naughty son of Nengkoy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: