Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Mano nella mano

Accolgo la manina della mia nipotina adagiata sulla mia mentre dorme e semplicemente penso emozionata e in ammirazione di tanta Bellezza che Dio esiste.

Ha posato delicatamente la sua mano su di me.

E mi ama senza limiti e condizioni.

E canto! Grazie Dio! Sempre Vicky!

29 luglio 2021 Posted by | amore, Anima, Benedetta, Dio, Musica, Sentimenti, Vita nuova | , , , , , , , | 16 commenti

Senza parole

Un abbraccio a tutti! Sempre Vicky!

26 giugno 2021 Posted by | Anima, Esperienze, Mondo, Musica, Persone | , , , , , | 25 commenti

Dopo una “gita”

dal web

Amici miei,

ieri dopo anni e dopo il covid di quest’ultimo periodo ho riassaporato il piacere di una gita inaspettata con una persona a me cara alla Certosa di Pavia.

L’occasione di un sopralluogo di una casa mi ha portato in zona col mio ex-compagno, ormai accompagnatore volontario dopo due anni e mezzo dalla rottura della nostra convivenza.

Mi manca. Non sono ancora del tutto guarita.

Lui dice di amarmi, abbiamo una “relazione” asessuata. Lui si è sposato di recente. Ciò nonostante ci sentiamo tutti i giorni e ci frequentiamo.

Non mi sento in colpa, non più. Noi ci doniamo quella relazione, il lato piacevole e arricchente che è rimasto intatto.

Mi basta? No. Io cerco un compagno di vita a 360 gradi e lui non può più esserlo.

Non torno indietro. Ho sofferto.

La solitudine però è pesante e così io non smetto di aspettare e cercare la mia vita nuova.

Qualunque essa sia, senza preconcetti.

Mi dedico questo brano che tocca nel profondo il mio cuore.

Sempre Vicky!

13 Maggio 2021 Posted by | Anima, Esperienze, Musica, Persone, Sentimenti, Vita nuova | , , , , , , , , | 41 commenti

Ti respiro

canzoni d'amore italiane 2017 con testo: "Paura di perderti" di 4tu© -  YouTube
dal web

All’improvviso mi vieni in mente.
Nel bel mezzo della mia serata solitaria.
E la tua presenza mi sconvolge.
Mentalmente, emotivamente, fisicamente.

Mi ricordo. TI RESPIRO ANCORA.

Come se fossi sempre dentro me da allora,
in ogni piega del mi corpo,
in ogni poro della pelle
con tutto il fiato che posso.

TI RESPIRO ANCORA.

E ho paura come allora
di essere me stessa
di dirti che le tue labbra
sono le uniche che voglio consumare.

Sei il profumo e il colore
di un magnifico e profumato rosso ciliegia.
Sento di volerti
fin dalla prima distanza tra di noi.

TI RESPIRO ORA.

Lo senti? Ci sei ancora?
Ho paura.
Di essere arrivata tardi
o di essere salita su quel treno troppo presto.

(Tutti i diritti riservati)

Dedicata a M. Sempre Vicky!

______________________________________________________________________________________________________________________________

Aver paura di innamorarsi troppo – LUCIO BATTISTI

Aver paura d’innamorarsi troppo
Non disarmarsi per non sciupare tutto
Non dire niente per non tradir la mente
è un leggero dolore che però io non so più sopportare.
Non farsi vivo e non telefonare
Parlar di tutto per non parlar d’amore
Cercar di farsi un po’ desiderare è proprio un vero dolore
Abbandonarsi senza più timori senza fede nei falliti amori
E non studiarsi ubriacarsi di fiducia
Per uscirne finalmente fuori
Aver paura di confessare tutto
Per il pudore d’innamorarsi troppo
Finger che anch’io le altre donne vedo
è un leggero dolor temere di mostrarsi interamente nudo
E soffocare la sana gelosia
E controllarsi non dirti che sei mia
Voler restare e invece andare via è proprio un vero dolore
Abbandonarsi senza più timori senza fede nei falliti amori
E non studiarsi ubriacarsi di fiducia
Per uscirne finalmente fuori

26 aprile 2021 Posted by | amore, Corpo, Esperienze, Sentimenti, social, Viaggi | , , , , , , | 41 commenti

I miss you, Bob!

In un oceano di silenzio, dentro di me emerge il suono dell’anima.

Grazie, Bob! Sempre Vicky ❤

11 marzo 2021 Posted by | Anima, Musica | , , , , | 8 commenti

Buon San Valentino!

Mi si scioglie la bocca – Diodato

Mi si scioglie la bocca
quando sto per dirti parole
Mi si scioglie la bocca
e ho paura si fermi anche il cuore
Mi si scioglie la bocca
mentre scivoli tra le braccia
Di qualcuno a cui sorridi a stento
Cuore mio non ti sento,
cuore mio non ti sento
Chiedilo al vento
Cosa gli ho detto di te
Cosa è venuto a cercare
il mio sguardo dentro di te
L’ho dato al vento
Il mio tormento per te
Perché ho temuto che il fuoco
potesse ridurmi in cenere, amore
Mi si scioglie la bocca
Proprio quando ti sono vicino
E vorrei raccontarti il dolore,
la prontezza rapace
Con cui uccide il tuo odore
A me piace sentirlo scavare
Fino in fondo al mio petto capace 
Di afferrare e fermarlo,
questo cuore che non mi dà pace
Chiedilo al vento
Cosa gli ho detto di te
Cosa è venuto a cercare
il mio sguardo dentro di te
L’ho dato al vento
Il mio tormento per te
Perché ho temuto quel fuoco
potesse ridurmi in cenere, ooh
Chiedilo al vento
Cosa gli ho detto di te
Cosa è venuto a cercare
il mio sguardo dentro di te
L’ho dato al vento
Il mio tormento per te
Perché ho sperato quel fuoco potesse
ridurmi in cenere 
E sono cenere, ooh
Che soffia il vento
Che soffia il vento
Che soffia il vento
Sulle tue labbra
Sugli occhi
Sulle tue gambe
Sul tuo corpo nudo
che ho immaginato, immaginato
Caldo per me

Dedicato a chi sa cosa è amare, lo cerca, lo custodisce ❤

Buon Amore a tutti! Sempre Vicky!

14 febbraio 2021 Posted by | amore, Esperienze, Musica, Sentimenti | , , , , , | 21 commenti

Cara mamma

Cara mamma" di Giuseppe Fabrizio per Farepoesia - Napoliflash24 - Giornale  di informazione su Napoli e Campania

Cara mamma,
spero tanto che possa sentirmi da dove ti trovi ora.
Prima di tutto voglio augurarti buon compleanno, sarebbe stato il tuo 94º su questa terra.

Ho un groppo alla gola e tanta voglia di piangere, mamma. Mi manchi!

Un altro compleanno senza di te, un’altra giornata cominciata senza il tuo bacio quotidiano. Quanto sono stata stupida e superficiale, anche un po’ egoista nel rifiutarti qualche volta in malo modo quella tua “invadente” manifestazione dell’amore che avevi per me. Mi sentivo troppo grande per essere ancora la tua bambina e adesso… Quanto vorrei esserlo! Ho bisogno della tua consolazione, del tuo ascolto, del tuo amore incondizionato.


La solitudine è la mia compagna di vita in troppi momenti.

Oggi l’ho cercata, perché ti meriti, mamma, i miei pensieri e perché no le mie lacrime lontano da tutti. Ci siamo solo tu e io.
Voglio raccontarti un po’ di cose. Prima di tutto voglio dirti che nonostante siano passati cinque anni e mezzo da quando ti ho vista l’ultima volta non ho smesso neanche per un minuto di volerti bene.


Sto cercando di mettere in parole una piccola tempesta che ho dentro, che trova sfogo scendendo come cascata dai miei occhi, gocce di acqua salata nel deserto che a volte è la mia esistenza senza di te.
In mezzo a questo gorgheggiare che è la mia dettatura tramite la sintesi vocale sento risuonare la mia voce che trema, sono costretta a tradurre in suoni i miei pensieri e le emozioni, insomma i miei ricordi così vivi e ancora traducibili nei particolari.


Tu sei principalmente in questo momento una serie di odori, collegati uno ad uno a ricordi precisi.
Sei l’odore della tua pelle che sa di buono, tanto che da bambina mi piaceva molto morderti e avrei voluto mangiarti!
Sei l’odore della tua crema sempre la stessa, sempre nella stessa confezione blu in metallo. La vedo ogni volta che vado al supermercato e mi sembra di incontrarti, di averti vicina in quel momento. L’ho comprata, per avere una a casa con me. Un altro piccolo pezzo di te che mi fa compagnia.
Ti sento quando indosso alcuni vestiti che tu non hai mai potuto conoscere, eppure sembra che mi parlino di te, perché quando li indosso ogni impressione che tu mi guardi, ho l’impressione di piacerti e questo mi dà gioia, cara mamma.
Mi manca l’odore delle frittelle pugliesi che non ci facevi mai mancare il giorno dell’Immacolata, l’8 dicembre di tutti gli anni.
Uno dei tanti odori che mi hanno sempre fatto sentire a casa, la tua, la nostra.

Mamma, c’è tanta emozione nel pronunciare questo nome perché solo tu lo porterai sempre. Da quando lo sono diventata anch’io, ne ho capito il valore unico e universale, irripetibile.


Ti saluto, ora e ti do appuntamento a presto.
Ti dedico questa canzone, credo che tu l’avresti apprezzata anzi, sono convinta che ti piaccia ora.
Ciao, amore mio!

Sempre la tua “Cenza”, e sempre la tua grande bambina Vicky!

20 dicembre 2020 Posted by | amore, Anima, Dialogo, Persone, Sentimenti | , , , , , , , , , | 25 commenti

Migliaia di candele…

“Migliaia di candele possono essere accese da una sola candela, senza che questa ne risulti intaccata. La felicità non diminuisce quando viene condivisa” – Buddha –

Migliaia di candele possono essere accese da una sola candela, senza che questa ne risulti intaccata. La felicità non diminuisce quando viene condivisa – Buddha – Sostienici con una donazione al link: emozioniperdutecom Senza […]

Migliaia di candele…

Un pensiero e uno stile di vita che è possibile provare a prescindere dal credo religioso, dalle filosofie, dallo schieramento politico, purché si sia esseri umani LIBERI di PENSARE e di PROVARE ANCORA AMORE.

Dedicato a tutti quelli che passeranno da qui 💛💛💛

Vi abbraccio di cuore da qui, sempre Vicky!

13 dicembre 2020 Posted by | amore, Anima, Idee, Mondo, Persone, Sapienza, Sentimenti | , , , , , , , , , | 17 commenti

Caro Lorenzo

Carteggi d'Amore... una lettera è per sempre - Il Quotidiano del Sud
lettera d’amore

Dedicato al mio amore. Una lettera del 5 novembre 1990. Trenta anni fa gli scrivevo questa lettera:

Caro Lorenzo,

voglio scriverti questa lunga (perché so già lo sarà) lettera per dirti che… Non so neanche io da che parte cominciare.
Devo fare un po’ di ordine nelle mie idee. Potrebbe cominciare così:

IO TI AMO!

Non so se bastano queste tre semplici parole per descrivere quello che provo per te. Sì, è vero che ti amo, ma non è tutto qui.

Ti ricordi? Tutto è cominciato quasi nove anni fa, tra di noi. Uno sguardo lungo, intenso, ed era fatta! Ci siamo innamorati. Non avevo mai pensato fino ad allora che potesse succedere. Avevo avuto altre esperienze, ma l’amore completo che provo per te non l’ho mai provato per nessun altro.

Non mi sbagliavo…

Ho sempre pensato che fossi tu tra noi due ad essere più di amore e di affetto e, realmente, c’è stato un lungo periodo in cui ero tutta presa da te e del mondo circostante non me ne fregava niente. Quanto è durato? Non potrei dirlo con esattezza, ma penso che questo sia dipeso molto dal fatto che tu avevi un problema. C’è stato il momento in cui poi non hai più avuto “bisogno” di me, almeno in quell’aspetto. Così mi si sono aperti gli occhi sulla realtà.

Cosa avevo? Cosa sentivo? In ogni momento tu hai sempre avuto la famiglia vicina, chi più, chi meno. Sai che la mia famiglia, invece, si è allontanata da me e io da lei, quando mi sono innamorato di te.

Di questo non voglio darti colpa. Doveva andare così. Sai che mi sono trovato in una situazione in cui ho dovuto scegliere. Ho scelto te. Non mi sbagliavo. È stata la cosa giusta, se poi insieme siamo riusciti a vincere quella schifosa battaglia. Finita la bufera, come dicevo prima, ho riaperto gli occhi e mi sono ritrovata quasi sola. Questo non significa che tu non contassi niente per me. È assurdo da parte tua anche solo pensarlo.

Però mi sono accorta che, al di fuori di te, non avevo nessuno.

Tutti abbiamo bisogno di qualcuno, anche se abbiamo la persona amata! Ricordi quante volte mi hai detto, tempo fa, che con te potevo parlare di tutto? Ti ho parlato del mio passato con sincerità, come non ho mai parlato con nessuno, neanche le mie più care amiche.

Ma si può veramente parlare di tutto con il tuo compagno, con tuo marito?

Sarebbe troppo bello, ma siamo così direttamente coinvolti nel rapporto da non poter dare un parere spassionato nelle varie vicende. Quante litigate abbiamo fatto! Devo averti fatto disperare un casino!

Eppure il tuo amore per me è diventato sempre più esclusivo, profondo, totale. Le varie peripezie che abbiamo attraversato ci hanno resi ancora solidi nel nostro amore. Eppure…

Perché non riesco ad amarti come tu vuoi?

Ci amiamo, su questo non ho dubbi, però non mi basti solo tu. So che questo ti fa soffrire, ma non potresti accettarmi così come sono? E io, non potrei accettarti così come sei invece di provocarti continuamente, sperando di cambiarti almeno un pochino? Sembra proprio di no, e su questo argomento entriamo sempre in “collisione”. Questo è un altro passo dobbiamo affrontare. Dobbiamo però tenere presente che il fatto di accettare una persona per come è non significa condividere quello che pensa e quello che fa, ma rispettando rispettare le sue idee.

È una cosa molto difficile, lo so, quella che ti chiedo e mi chiedo, ma abbiamo superato ostacoli ben più grossi di questi. Dai, proviamoci!

TI AMO!

Ti amo perché sei stato tu e sei sempre molto dolce e tenero con me. Ti amo perché riesci a farti coccolare e, al tempo stesso, a coccolarmi e farmi sentire protetta (chi se lo sarebbe mai aspettato con te?).

Ti amo perché mi capisci, il più delle volte, e discuti volentieri con me (sai che la discussione è il mio pane!).

Ti amo perché non sei capace di rancore e mi hai sempre perdonato i miei errori (è così?).

Infine ti amo perché sei il mio amico e mi ami anche tu.

Mi ami quando mi guardi, quando mi parli, quando mi tocchi, quando facciamo l’amore, quando ti arrabbi con me, quando sei triste per me, quando sei geloso, tutte le volte che hai pianto con me o per colpa mia, dei miei perché, mi ami perché cerchi di alleviare i miei problemi e cerchi di non crearne altri (anche se non sempre ci riesci!)… E tanti altri perché.

Io so solo una cosa (mi luccicano gli occhi): che nessuno mi ha mai amata come tu hai amato e tuttora ami ancora me. Come spero di corrispondere il tuo amore!

Ecco perché non devi avere paura.

Ecco perché non devi essere geloso.

Ecco perché ti amo.

5 maggio 1990                                                                                       ciao, Vicky

(Una lettera scritta su un foglio di quaderno, bagnata qua e là di lacrime)

Un abbraccio, sempre Vicky ❤

28 novembre 2020 Posted by | amore, Anima, Dialogo, Sentimenti | , , , , , | 28 commenti

Buongiorno!

Amici miei,

quale gioia più grande di vestirmi con la mia nipotina Benedetta che mi esplora e mi “aiuta” tra giochi e bacetti?

Vi auguro tutto il bene possibile!

Buona giornata 😊 Sempre Vicky!

7 novembre 2020 Posted by | Uncategorized | , , , , , , | 27 commenti

Willing Yourself To Win

Life, love and destiny.

Pensieri Parole e Poesie

Sono una donna libera. Nel mio blog farete un viaggio lungo e profondo nei pensieri della mente del cuore e dell anima.

Il blog di Mammaformica

Cuoca per caso, tester per hobby, mamma per vocazione

Yolanda - "Det här är mitt privata krig"

Kreativ text, annorlundaskap, dikter, bipolaritet, Aspergers syndrom, samhällsdebatt

parole e basta

d'amore, sesso, vita e poesia

EmoticonBlu

Mi contraddico? Certo che mi contraddico! Sono grande, contengo moltitudini! (W. Whitman)

cocinaitaly

comida italiana

❤AAISHA ❤ GOUR❤

❤❤❤अधूरे ख्वाबो को पूरे करने की हिम्मत रखती हु पंख नही है तो क्या हुआ हौसलो से उड़ान भरती हु ❤❤❤

BE THE CHANGE

Refresh and start a new chapter

The 4th Dimension

Random Stuff I Think You'll Like

RIVA OMBROSA

Quando si ama si dona

deluarhossain336@gmail.com

deluarhossain336@gmail.com

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

Meereskind

Reisen beginnt im Kopf

SCEGLI TU...POI TI CONSIGLIO IO

"IL MONDO SAREBBE UN POSTO MIGLIORE, SE UNO DEI CINQUE SENSI FOSSE STATO L'IRONIA"

Jakob Iobiz

Scrittore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: