Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Musica è PJ

Risultati immagini per copertina backspacer pj

Pearl Jam – Backspacer 2009

 

Amici, vi auguro buona notte con questo brano profondo e toccante dei PJ che mi porto dentro da tempo e mi tiene malinconicamente e dolcemente compagnia.

Questo il testo e la traduzione:

 
Just breathe

Yes I understand that every life must end, aw huh,.. 
As we sit alone, I know someday we must go, aw huh,.. 
I’m a lucky man to count on both hands 
The ones I love,.. 

Some folks just have one, 
Others they got none, aw huh,.. 

Stay with me,.. 
Let’s just breathe. 

Practiced are my sins, 
Never gonna let me win, aw huh,.. 
Under everything, just another human being, aw huh,.. 
Yeh, I don’t wanna hurt, there’s so much in this world 
To make me bleed. 

Stay with me,.. 
You’re all I see. 

Did I say that I need you? 
Did I say that I want you? 
Oh, if I didn’t now I’m a fool you see,.. 
No one knows this more than me. 
As I come clean. 

I wonder everyday 
as I look upon your face, aw huh,.. 
Everything you gave 
And nothing you would take, aw huh,.. 
Nothing you would take,.. 
Everything you gave. 

Did I say that I need you? 
Oh, Did I say that I want you? 
Oh, if I didn’t now I’m a fool you see,.. 
No one know this more than me. 
As I come clean. 

Nothing you would take,.. 
everything you gave. 
Hold me till I die,.. 
Meet you on the other side.

 

Si, capisco che ogni vita deve finire 
Mentre sediamo da soli, so che un giorno ce ne dovremo andare 
Sono un uomo fortunato che può contare su entrambe le mani 
Quelli che amo… 

Qualcuno ne ha soltanto uno, 
Altri non hanno nessuno

Resta con me… 
Respiriamo soltanto.

I miei peccati sono allenati,
Non mi lasceranno mai vincere 
Dopo tutto, sono solo un altro essere umano
Si, non voglio ferirmi, c’è già così tanto in questo mondo 
che mi fa sanguinare

Resta con me… 
Sei tutto ciò che riesco a vedere 

Ti ho detto che ho bisogno di te? 
Ti ho detto che ti voglio? 
Se non l’ho fatto sono un cretino, vedi…
Nessuno lo sa meglio di me.
Mentre confesso tutto

Ogni giorno mi stupisco, 
Mentre ti osservo in volto
Tutte le cose che hai dato 
E nulla che tu abbia voluto trattenere
Non c’è niente che tu abbia voluto trattenere
Di tutto ciò che hai dato

Ti ho detto che ho bisogno di te? 
Ti ho detto che ti voglio? 
Se non l’ho fatto sono un cretino, vedi…
Nessuno lo sa meglio di me.
Mentre confesso tutto

Non c’è niente che avresti voluto trattenere
Di tutto quello che hai dato
Stringimi fino al giorno in cui morirò
Ti incontrerò dall’altra parte

 

Con tutto il mio affetto, sempre Vicky!

 

 

 

 

Annunci

11 aprile 2018 Posted by | Anima, Dialogo, Esperienze, Musica, Persone, Sentimenti | , , , , , , | 11 commenti

Artigianato Milano Rho 2017

Risultati immagini per fiera artigianato milano africa

Risultati immagini per fiera artigianato milano africa

Risultati immagini per fiera artigianato milano marocco

Risultati immagini per fiera artigianato milano 2017

(immagini dal web)

Ci sono stata mercoledì e dopo Puglia (per l’assaggio e l’ordine di olio), Sicilia (per mangiare in compagnia un arancino meraviglioso, una panella con milza, limone e pecorino mai provata prima) e Sardegna (per ammirare una moltitudine di minerali e cristalli), mi sono immersa in Africa. La “mia” Africa.

Una scorribanda emozionale attraverso Marocco, Tunisia, Senegal, Rwanda, Madagascar, Etiopia, Capo Verde, Egitto

Uno dei momenti più toccanti è una danza accompagnata dal ritmo incalzante dei tamburi. Mi scorrono lacrime. Non so il perchè. O forse sì.

Sono un’italiana con un’anima nera, che si commuove girando per gli stand come fosse a casa propria e si sente a casa tra gente che parla lingue familiari nel suono e sconosciute nel significato.

Sempre bello come “tornare a casa”. Il mondo, certo mondo è la mia casa.

Sempre Vicky!

 

8 dicembre 2017 Posted by | Esperienze, Mondo, Persone, Viaggi | , , , , , , , , , , | 18 commenti

Siamo colpevoli

2017-05-30 12-53-49.395

 

In questo periodo, bombardata attraverso qualsiasi mezzo di comunicazione (televisione, social network, giornali, siti Internet eccetera), mi sento soffocare da un certo senso di inadeguatezza, di insufficienza, di occasioni mancate.

Sono prevalentemente circondata da notizie di morte.

Metto una mano sugli occhi, come se la mettessi idealmente sul cuore per non restare troppo ferita, ma questo non mi solleva per nulla…

Siamo (tutti) colpevoli eppure impuniti. Non esiste un reato di indifferenza perseguibile nè penalmente nè civilmente. Esistono solo due realtà: la consapevolezza e la cecità. Entrambe sono sia sociali che personali. Riguardano stati e periodi della vita differenti.

Oggi mi fermo in particolare a riflettere su tanti casi di suicidio che si verificano intorno a noi. Mai il mondo è stato così piccolo…

Non intendo esprimere giudizi né fornire ricette per affrontare questo fenomeno sempre più in diffusione, soprattutto fra i giovani e gli anziani. Vorrei soltanto lasciar emergere lo stato d’animo confuso e molto triste, a causa di un senso schiacciante di impotenza.

Detto così sembrerebbe non esserci alcuna via d’uscita, alcuna soluzione, alcun sollievo a questa “malattia dell’infelicità“. Ogni volta che vengo a conoscenza attraverso i media di vite stroncate da “voli” fisici del corpo o “chimici” della mente, mi viene da chiedermi: “Dove abbiamo sbagliato? Quando non ci siamo stati? Dov’è andata a finire la compassione e l’attenzione?” E molte altre ancora.

Esercito la memoria. Mi ricordo quella volta in cui avevo mal di schiena e non ho avuto la pazienza di ascoltare chi stava dall’altra parte del telefono oppure, peggio, non ho risposto. O magari dell’altra occasione in cui ho visto piangere qualcuno e, per paura di rischiare e intromettermi, ho dimenticato cosa sia la consolazione e il conforto anche da parte di una sconosciuta…

O ancora, in modo molto superficiale e anche cattivo, non ho detto un “Sei stata bravo!” o anche “Conta pure su di me!” a chi con un linguaggio non verbale mi chiedeva una mano…

Mi vergogno della mia mancanza di prossimità, di sensibilità, di occasioni d’amore mancate.

Esiste un momento nella vita di ognuno in cui la consapevolezza deve servire pur a qualcosa e prevedere un cambio di direzione. Il senso della mia sta cambiando.

In passato, ad esempio, mi rifiutavo di assumere medicine per il dolore; questo mi impediva di avere spazi nella giornata da usare per attività sociali o semplicemente per avere del tempo da dedicare a qualcuno, fosse anche solo al telefono o per strada durante una passeggiata. Mi sbagliavo. Così ho cominciato a prendere qualcosa con regolarità, guadagnandoci soprattutto nell’umore e nella disponibilità d’animo e poi nella volontà di perseguire un obiettivo.

In secondo luogo sto cercando di smettere di lamentarmi con chiunque dei miei guai, provando a regalare l’ascolto di cui una volta ero capace e che col tempo e con dolore interiore oltre quello fisico stavo perdendo quasi senza accorgermene. Non aspetto più la telefonata per l’uscita con qualcuno, nel senso che ho ridotto di molto le mie aspettative sulle persone aumentando piuttosto il “movimento del dare”. Quando ci riesco sono felice.

Ognuno dà quello che può, in ogni senso. Questo ho imparato, questo sto cercando di vivere. Questo è il solo “capitale umano” degno di essere investito, soprattutto riguardo la vita preziosa nostra e altrui.

Non si può aspettare ancora, la gente muore di infelicità e di solitudine fuori da qui!

Siamo tutti in cerca del “tu” diverso e speciale. Sempre Vicky.

 

 

 

 

2 giugno 2017 Posted by | Esperienze, Idee, Mondo, News, Persone, Sentimenti, Storia | , , , , , , , , , , , , , , , , | 31 commenti

Assenza

Ciao a tutti, ragazzi e ragazze!

Non sono sparita, tutt’altro. il fatto è che ho in mente tante cose e devo riuscire a metterle a fuoco. In più, cosa non trascurabile, mi piace molto leggervi per tenere un filo di comunicazione aperta con voi e conoscervi.

Questa cura degli altri che mi arricchisce così tanto non è inferiore alla voglia di scrivere. Anzi direi che sono interdipendenti.

I vostri pensieri elaborati dalla mia fantasia e dalla mia interiorità fanno emergere vita nuova.

Occorre tempo e io me ne sto concedendo.

Un abbraccio, sempre Vicky!

 

10 marzo 2017 Posted by | Dialogo, Idee, News, Persone | , , , , , , , , , | 12 commenti

Le vite degli altri

Risultati immagini per viale illuminato(Google)

Oggi ho passato il pomeriggio a leggere e commentare i post su blog di WordPress, alla maggior parte dei quali sono iscritta. Negli ultimi tempi ho aggiunto le visite anche a blogger stranieri, ma non è questo il punto importante.

Quando mi sono fermata mi sono resa conto di aver vissuto per qualche ora le vite degli altri.

Ho letto di tutto un po’, perché sono convinta che ci sia da apprendere da tutti, pur facendo una selezione secondo il mio gusto o il mio stato d’animo.

L’immagine sopra traduce la riflessione ultima personale: non ho buttato via il mio tempo, perché le luci che si prendono dalle vite degli altri in periodi bui servono a illuminare il nostro cammino. Ogni singola vita è preziosa se osservata nel modo giusto, con rispetto e stupore. Anche quello che secondo il giudizio comune è negativo può servire a evitare errori e pensieri deprimenti, che talvolta possono arrivare quando si sta in solitudine a casa davanti a un monitor..

La testimonianza di esistenze fuori dalla mia mi aiuta a non diventare troppo dura e a mantenere un giusto rapporto col mio prossimo, in un atteggiamento di umiltà e ascolto per quanto possibile, vista la mia natura impetuosa e a volte bisognosa di briglie!

Mi teneva compagnia anche questa musica:

Grazie a tutti, sempre Vicky!

19 febbraio 2017 Posted by | Esperienze, Idee, Mondo, Persone, Sentimenti | , , , , , , , , , , , , | 14 commenti

Hesse scava

Risultati immagini per hermann hesse (Wikipedia)

In poche parole, che mi sono permessa di  tradurre commossa, Hermann Hesse svela la Bellezza e la Verità a ognuno di noi e sicuramente a sè stesso.

Non aggiungo altro. Sempre Vicky.

 

“Die Gottheit ist in dir, nicht in den Begriffen und Büchern. Die Wahrheit wird gelebt, nicht doziert.”
– Hermann Hesse, Das Glasperlenspiel
Traduco:
“La divinità dimora in te, non nei concetti e nei libri. La verità va vissuta, non insegnata.”

26 gennaio 2017 Posted by | Anima, Dialogo, Dio, Musica, Persone | , , , , , , , , , , , | 4 commenti

2014: il viaggio continua

(Google)

Proprio così!
Dopo aver vissuto il 2013 come un viaggio un po’ diverso, in parte fatto in due – magari ognuno nel suo viaggio come direbbe Vasco Rossi – per il resto da sola come da un po’ di anni a cicli alterni, con altrettanta alterna soddisfazione… non mi resta che augurarmi che augurarvi un 2014 pieno di nuovi obiettivi da raggiungere, sogni da fare, visioni da inseguire.

E perché no? Nuovi amori, nuove amicizie, nuovi orizzonti di conoscenza.

Questo è quanto vorrei succedesse nelle nostre vite, così lunghe e così brevi allo stesso tempo! Restiamo in contatto, compagni di viaggio virtuali e non, vorrei tanto che aumentassero le “vicinanze dei corpi” oltre a quelle di menti e cuori con molti di voi. Questa è una delle mie visioni che inseguo! Potere incontrare di persona il maggior numero possibile dei miei amici virtuali, per far circolare sempre di più il bene, il positivo, l’intelligenza e per ultimo ma non per importanza l’amore.

Vi abbraccio tutti in attesa di farlo davvero!

Sempre Vicky!

http://www.youtube.com/watch?v=SImXMQBX5-k

31 dicembre 2013 Posted by | Uncategorized | , , , , , | 17 commenti

   

Un Blog in Famiglia

Una famiglia alle prese con un budget ristretto che si inventa e reinventa per sbarcare il lunario

partyepartenze

alla ricerca della felicità...

ascanio massimo

Mediterranean dream

Read Treat

Welcome to my cozy nook where we dwell in fantasies and cast the magic spells of positivity.

Youth. Rise up!

Vivi e lascia vivere è un modo gentile per dirvi di non rompere i coglioni.

SIGNORASINASCE by Stefania Diedolo

Si finisce sempre per dare il bacio della buonanotte alla persona sbagliata. Arthur Bloch

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Marco Cariati Blog

Area riservata agli orfani della libera informazione

Giornalista Indipendente

Riproduzione Riservata - Testata Giornalistica n.168 del 20.10.2017

Le Trame del destino: Libri e dintorni

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri” (Irving Stone)

mydaphne

this is my world, this is mydaphne

Giusy Carofiglio

And as imagination bodies forth The forms of things unknown, the poet’s pen Turns them to shapes and gives to airy nothing A local habitation and a name. – William Shakespeare

Primo non sprecare

Una genovese in cucina: piatti liguri, altri inediti, oppure i classici in versione sprint. Per il massimo risultato con il minimo sforzo.

TwinMirrors

Look into our mirrors...You will see the most amazing things...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: