Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

I numeri, la vita.

Chi dice che domani è un altro giorno… non ha guardato abbastanza in profondità dentro di sè oppure ha voluto cancellare tutte le tracce che riconducono alla coscienza e ai segreti consapevoli del cuore.

Io credo nel valore del tempo. Io sono il mio tempo. Il mio tempo mi identifica e mi trapassa da parte a parte. Il mio tempo, senza numeri, non sarebbe mio. Il mio tempo, con i riferimenti, resta un ‘qui e ora’ ma diventa anche il mio passato e il mio futuro.

Anche il tuo, se vuoi condividere. Ti parlerò di alcuni dei ‘miei’ numeri e di quanto siano vivi e parlino, a me e a te che leggi.

Uno. E’ il numero primo per eccellenza, è il Dio in cui credo, è il mio io, il giorno del mio compleanno, il numero dei miei figli, l’opportunità e la bellezza di sentirti ‘dentro’, uno con me appunto.
Due. Siamo io e te. Donna e uomo, madre e figlia, amica e amico… tutto quanto è relazione. Siamo in contatto. E’ il mio secondo compleanno, la mia seconda vita iniziata con questo corpo nuovo. Il due novembre è una data da non dimenticare.
Diciannove. Gli anni che avevo quando ho perso l’uomo più importante della mia vita. Gli anni che aveva mia figlia quando ha perso il più importante della sua. Brutte coincidenze…che ci accomunano. A diciannove anni mi sono sposata. Lo rifarei.
Da ultimo… mi viene in mente un altro numero che, tutt’altro che freddo, mi da’ altri brividi.
Cinquantotto. L’età del mio papà… era troppo giovane per lasciarci, vero? E’ anche l’anno di nascita di due uomini che lasciano il segno nel mio cuore e nella mia mente. Uno è il mio passato, l’altro il mio presente. Entrambi Amore, con la maiuscola.

La mia breve conversazione con te la voglio terminare col numero che più mi rappresenta, quello che apparentemente non conta ma…

Zero. Il numero che sembra contare nulla e invece… E’ il principio e la fine, ellittico come l’evoluzione del pianeta Vicky, che conosce punti oscuri e misteriosi e insieme zone e tempi sfavillanti di luce propria. E’ zero il punto da cui riparto, anche ora. Un numero, non scordarlo, fondamentale. ‘Perchè’ – ti domandi… Ho trovato questo dentro di me da dirti. Vedi, da solo conterebbe nulla… ma se sta accanto al numero uno che sei stato, sei e sarai tu, si moltiplica. Diventa dieci, cento, mille… e così via!

Ecco perchè ti sussurro all’orecchio… quando qualcuno ti dice: ‘Non conti nulla’, tu digli ‘Io conto zero’.

Dedicato a chi oggi ricomincia. Sempre Vicky!

Pubblicato su http://www.le-cercle.it/argomenti.php il 5 maggio 2011

Annunci

4 maggio 2011 Posted by | Anima, Esperienze, Persone | , , | 4 commenti

Ad Antonella. Con tutto il mio amore.

 

Quanto eri bella stamattina! Sembravi vera, presente… che gioia rivederti amore mio dopo tutti questi anni!
Mi manchi tantissimo, lo sai. Eppure vederti ha di colpo annullato le distanze. La distanza tra vita e morte è a volte così grande a volte inesistente. Oggi è un giorno pieno di luce. Oggi ci sei!

Perchè racconto questo mi chiedo… Ti rivedo, penso alla tua vita, al tuo destino ingiusto, alla tua morte fisica… Come chiunque ha perso un amore penso a ciò che sarebbe potuto avvenire nella tua vita. Un sospiro. Un attimo di vita fugge. E’ andato già.

Ripenso. Un film scorre davanti ai miei occhi. Vedo te, poco più che bambina, rinunciare a dare una nuova vita. Da sola, col sì di un giudice, senza il tuo grande uomo, oppure senza amici… sola. Mi rendo conto che anch’io, con la tua stessa età, non ho potuto esserci. Avevamo solo 14 anni e la morte di qualcuno non ancora nato è un dolore per chi ama… è un peso per chi è indifferente, per chi ama solo sè stesso.

Ripenso.  La tua vita forse sarebbe stata diversa, chi può immaginarlo? Probabilmente mi piace pensarlo per credere ancora oggi che avresti avuto un’altra possibilità, se solo… Mi fermo qui. Non posso e non voglio giudicarti. Voglio tornare a te, come ti ho vista stamattina. Soprattutto voglio fermarmi su quello che mi hai detto, sull’espressione del tuo viso, sulla luce che diffondeva e che illuminava tutte le cose, me compresa che ti stavo ammirando.

Ti osservo. Guardo meglio. Non sei sola, al tuo fianco cammina una bambina piccola. C’è però un particolare che mi colpisce ancora di più della bambina, come se io già la conoscessi oppure sapessi chi fosse: sei incinta! Quanto sei bella! Nel sogno non mi pongo domande, non ho ricordi, rimpianti oppure pregiudizi su di te. Sono semplicemente felice.

Vorrei parlare con te. Riesco solo a farti due domande. Ora che ci penso devono esserti sembrate molto stupide, eppure sono state le più dirette e semplici che il cuore mi ha suggerito.

“Come stai ora? E che fai?”

Le tue risposte semplici, semplicissime eppure cariche di una verità evidente. “Non vedi?” mi dici indicandomi con lo sguardo la tua pancia già molto evidente “Faccio quello che so fare: do la vita!”.

Dov’è finito il tuo peccato, la tua colpa da cui probabilmente sei fuggita e ti sei nascosta nella vita breve e frenetica che hai avuto? Chi ti ruberà più il sorriso e il dono? I farisei, colpevoli di non esserci se non per caricare sulle spalle di chi non ha forza dei pesi più grandi di quelli che potrebbe sopportare, ti hanno già giudicato a suo tempo. Io ti ho amato e continuo a farlo, senza mai vergognarmi di una persona come te che ha attraversato la mia vita illuminandola. Anche oggi.

Grazie Antonella! Arrivederci, sempre Vicky.

 

27 luglio 2010 Posted by | Anima, Persone, Sentimenti | , , | 2 commenti

   

Le cose minime

Prendo le cose gravi alla leggera, e le cose piccole molto sul serio.

Il Pensator Cortese

Penso quindi so(g)no, tra un bicchiere di vino e un libro

Il Blog per TE

psicologia, curiosità, musica, cinema, moda e tanto altro!

Artliteral

Aqui trago contos e pensamentos, de personagens que passaram e passam por mim, pela minha mente. Emprestei fragmentos meus, a cada um dos mesmos... ou talvez tenha sido o contrário. Resumindo o que disse Lispector "escrever é uma maldição. Mas escrever apenas uma linha, basta para salvar a alma." E escrever é isso. Lançar em letras, o que não se pode medir, o que não se pode tocar com as mãos. Também trarei trechos de livros e crítica de artes em geral, bem como, desenhos autorais. Música Indie também fará parte do acervo.

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

EnigmaDebunked

Thoughts that provoke yours.

giro bloggando ...

Tutti i pensieri intelligenti sono già stati pensati; occorre solo di tentare di ripensarli 🌞J. W. Goethe

Il Blog di AltreAfriche

oltre gli stereotipi

L'arte dei piccoli passi

ci sono tante strade da percorrere insieme

J. H. Ward's life Blog

Some Photography, and Short Stories on Humanity, Love, Honor, Addiction, etc.

Top Education Hub

Education is key if it's success you wish to see!

Gin & Lemonade

...with a twist

non c'è rosa senza spine By GiuMa

...Io sono felice che le spine abbiano le rose. Alphonse Karr

PIATTORANOCCHIO

Piattoranocchio non è solo un blog di ricette! Allieta la tua giornata con storie divertenti e saziati di foto!

Posso venire in abbraccio?

Domani ti dico ciao e ti voglio bene

Dreamer's Travel Diary

Share with people my experiences and travels

TUTORING YOU

Loving to Learn. Living to Share.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: