Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Single

Cari amici, blogger, lettori e visitatori,
scusatemi se per qualche tempo non leggerò e commenterò i vostri blog e siti.
Da oggi sono nuovamente sola.
E’ una scelta senza alternativa.

Sto male.

Sono molto arrabbiata e non vedo l’ora che lui arrivi e porti via le sue cose dopo avergli comunicato la mia decisione.

E’ un dolore.

Ho bisogno del vostro affetto e vicinanza. Non l’ho mai sottovalutato rispetto a quello dato di persona. E’ un amore diverso. Va bene così.

Grazie!

Mai testo fu più azzeccato… Sempre Vicky.

30 marzo 2017 Posted by | amore, Anima, Esperienze, Persone, Sentimenti | , , , , , , , | 41 commenti

Le domande consuete

Risultati immagini per abbracci tra donneGoogle

Il mio regalo a me stessa e a tutte le anime femmine. Sempre Vicky ❤

 

Canzone delle domande consuete (Francesco Guccini)

Ancora qui a domandarsi e a far finta di niente

come se il tempo per noi non costasse l’uguale,

come se il tempo passato ed il tempo presente

non avessero stessa amarezza di sale.

Tu non sai le domande, ma non risponderei

per non strascinare le parole in linguaggio d’azzardo;

eri bella, lo so, e che bella che sei;

dicon tanto un silenzio e uno sguardo.

Se ci sono non so cosa sono e se vuoi

quel che sono o sarei, quel che saro’ domani…

non parlare non dire piu’ niente se puoi,

lascia farlo ai tuoi occhi alle mani.

Non andare… vai. Non restare… stai.

Non parlare… parlami di te.

Tu lo sai, io lo so, quanto vanno disperse,

trascinate dai giorni come piena di fiume

tante cose sembrate e credute diverse

come un prato coperto a bitume.

Rimanere cosi’ annaspare nel niente,

custodire i ricordi, carezzare le eta’,

e’ uno stallo o un rifiuto crudele e incosciente

del diritto alla felicita’

Se ci sei, cosa sei? Cosa pensi e perché?

Non lo so, non lo sai; siamo qui o lontani?

Esser tutto, un momento, ma dentro di te.

Aver tutto, ma non il domani.

Non andare… vai. Non restare… stai.

Non parlare… parlami di te.

E siamo qui, spogli, in questa stagione che unisce

tutto cio’ che sta fermo, tutto cio’ che si muove;

non so dire se nasce un periodo o finisce,

se dal cielo ora piove o non piove,

pronto a dire “buongiorno”, a rispondere “bene”

a sorridere a “salve”, dire anch’io “come va?”

Non c’ vento stasera. Siamo o non siamo assieme?

Fuori c’e’ ancora una citta’

Se c’e’ ancora balliamoci dentro stasera,

con gli amici cantiamo una nuova canzone…

…tanti anni, e sono qui ad aspettar primavera

tanti anni, ed ancora in pallone

Non andare… vai. Non restare… stai.

Non parlare… parlami di te.

Non andare… vai. Non restare… stai.

Non parlare… parlami di noi.

8 marzo 2017 Posted by | amore, Anima, Dialogo, Esperienze, Musica, Persone, Sentimenti | , , , , , , , , , , | 5 commenti

Io uccido

tempo-fermo-orologi (Google)

Tempo

 

Oggi mi sono lasciata vivere dal tempo.

Volevo ingannarlo…

poi ci siamo feriti a vicenda 

e infine

l’ho ucciso.

Per non dover soccombere.

Per non sentire più dolore.

Mi vorrò bene

finalmente.

 

Sempre Vicky!

17 gennaio 2017 Posted by | Anima, Esperienze, Idee, Persone, Sentimenti | , , , , , , , | 19 commenti

20 dicembre 1926

img-20150405-wa0002

Ciao mamma… già mi verrebbe voglia di fermarmi per un nodo in gola che mi impedisce di dettare oltre, ma mi faccio forza e continuo, perché ne sento il bisogno.

Approfitto di questa data per farti i miei auguri di compleanno, sarebbero stati novanta se fossi stata ancora fisicamente qui con me. Voglio farti un regalo insieme a questi piccoli luccichii di sale, che accompagnano la tua mancata presenza.

Porta un grazie da parte mia a Dio e alla mia cara nonna Vincenza, che ti hanno generato e dato la vita in questa data impressa nella mia carne e tatuata sul mio cuore per sempre, nei secoli dei secoli, amen!

Oggi mi sono venuti in mente tanti pensieri, belli e brutti. Posso parlartene, vero?

Ora so che tu sai. Non provo più vergogna neanche a pensarli, spero solo fermamente che nel luogo dove la nostra fede ci fa credere che saremo eternamente felici tu lo sia pienamente, alla fine della tua vita terrena che ha conosciuto momenti tragici uniti a momenti bellissimi nei quali c’ero anch’io a partire dalla mia nascita, quella consapevole dei primi anni dell’infanzia e molto ancora.

Devo fare una pausa, infastidita da rumori nella stanza di voci che entrano senza bussare (proprio come facevi anche tu) e squilli sul cellulare di H. che mi fanno incazzare e diventare gelosa, perché mi chiedo chi cavolo possa avere l’autorizzazione per sentirsi libero/libera di chiamare a quest’ora (sono le 23:44). Preferisco non pensarci e andare oltre entrambi i disturbi per concentrarmi su di te, mamma.

Vorrei tanto che tu riuscissi a parlarmi,a spiegarmi tante cose che non riesco a capire e per le quali, nonostante i miei cinquantatre anni, non riesco ancora a darmi pace.

Ora però devo interrompere momentaneamente perché i disturbi continuano e non ho la privacy necessaria per parlarti come vorrei. Io di privacy ne ho sempre pochissima, vicina allo zero ma questo è un altro discorso…

Sappi comunque che ci ritroveremo presto, molto presto. Senti che bello questo testo! Ti parla di me, di noi!

Buon compleanno, mamma!

Sempre la tua “Cenza” Vicky!

 

21 dicembre 2016 Posted by | Anima, Dialogo, Dio, Esperienze, Persone, Sentimenti, Vita nuova | , , , , , , , , , | 31 commenti

Amore

Amico mio, mi hai chiesto: “Che cos’è l’amore?”

“Conoscere una persona e non riuscire più a immaginare una sola giornata della tua vita senza di lei.”

Sempre Vicky.

https://www.youtube.com/watch?v=hAC2Oo_q7xE

13 marzo 2013 Posted by | Anima, Esperienze, Persone, Sentimenti | , , , , | 6 commenti

Tre domande.

La felicità sessuale è per tutti. Fin qui non ci piove. Per alcuni di più, per altri meno, per altri ancora è nulla oppure solo a livello mentale. Quando questa è però allineata secondo principi moralmente e bigottamente accettati… tutto va bene. Fuori da queste categorie… non se ne può parlare, figuriamoci accettarle. Io, notoriamente insofferente verso chi mi vuole ingabbiare in una categoria, ne parlerò eccome!

Qui e ora. Aperta al confronto, al dialogo, anche alle provocazioni. Non mi tiro indietro.

Questa sono io, Vicky, 47 anni, capelli legati, in una foto di circa 2 anni fa a Civitanova Marche.  Sono una persona dinamica e attiva ( non ridete… ), attenta, sensibile (dicono…) e… sessualmente viva. Già, perchè per chi pensasse che le persone con disabilità il desiderio, la passione, l’affettività cessino perchè sostituite o uccise da una qualsiasi limitazione….. si sbagliano.

Di questo ho già trattato tempo fa in un post. Desidero condividere un episodio che si replica nel tempo e non ha fine. Come l’imbecillità.

Vorrei solo brevemente fermarmi su un particolare davvero sgradevole, per non dire vomitevole – ooopppsss l’ho detto! – che vivo sulla mia pelle quasi tutte le volte in cui un uomo mi contatta in rete: le tre domande ‘di rito’, spesso senza alcun preliminare.

Eccole servite in forma un po’ depurata:

– che ti è successo?
– puoi ancora farlo?
– hai sensibilità?

‘Interessanti’ argomenti, non c’è che dire. Ancor più interessante è la completa assenza di sensibilità. Molte donne e uomini che mi leggono possono certamente confermare che di queste domande ormai non ci si stupisce più… che è la norma… Non sono d’accordo. Se le si accetta diventano la norma. E si subiscono tutte le regole e le conseguenze, senza lamentele. Per me è sempre una scelta.

Oggi scelgo di dare la risposta a modo mio, ovviamente. Per l’ambito che mi riguarda, fin dove mi sento. Molto brevemente, perchè fare ‘outing’ o ‘coming out’ sulle proprie preferenze sessuali è un conto, raccontare nei dettagli solo per soddisfare la curiosità effimera degli altri è un altro. L’unica regola valida, non solo per me, sarebbe VIVIMI.

Le mie risposte? Per chi mi conosce già… non servono, non hanno senso. Per chi non mi conosce ed è interessato è presto detto. Giusto 15 anni fa ho avuto un’ischemia al midollo spinale che mi ha rubato il movimento volontario della parte inferiore  del mio corpo e delle dita delle mani.  Questo non sempre è direttamente collegato e proporzionato anche al danno che si può riportare per la sensibilità al tocco, al calore, alla pressione… In casi misteriosi come il mio, la lesione causata dall’evento vascolare non è completa, come potrebbe avvenire in un trauma alla colonna causato da un incidente stradale per esempio. E’ un rebus, piacevole.

Nel tempo, poi, si acquisisce una conoscenza e consapevolezza del proprio corpo ancora maggiore a prima… Sembra strano, ma gesti e sensazioni che in precedenza passavano velocemente oppure addirittura inosservati – come ho descritto nel mio post precedente ‘Il tocco’ , diventano fondamentali e mettersi in ascolto del proprio corpo e di quello altrui  è ‘un esercizio’ che paga…

Mi fermo qui. Credo di essere stata sufficientemente chiara per ora. Ci tengo qui a ringraziare proprio te, sì, tu che leggi… Con la tua curiosità non ti rendi conto che, in mezzo a molta sfacciataggine, mi hai aiutato ad affrontare l’io malato con la sfrontatezza e la strana incoscienza che molti di noi diversamente abili crediamo di aver perso. Insieme all’enorme dolore da lasciarci alle spalle!

Un grazie particolare a un Uomo che oggi è riuscito a farmi cantare dopo non so quanto tempo. A lui dedico il brano che segue… lui sa perchè.

Un caloroso abbraccio a tutti, sempre Vicky!

1 novembre 2010 Posted by | Esperienze, Persone | , , | 18 commenti

   

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

Meine Fotos! My photos!

Hier geht es um meine "gefallen mir von mir"-Fotos und um Vieles was dazu gehört. Here I will display photos from me which I like and many other related issues. Viel Freude. Enjoy.

"Luce" di Giovanna Foresio

Un invito ad abbandonare il silenzio-ombra per inoltrarsi nella parola-luce

Sveva's Hacks

Be yourself, accept yourself, embrace life and never forget that there's no better you than the you that you are!

FRANZ

un navigatore cortese

Skyscapes for the Soul - Jeni Bate

"I paint the skies with peace and passion, because that's the way they paint me."

❀ Rоѕa ❀

♥ chiunque può simpatizzare con il dolore di un amico,ma solo un animo nobile riesce a simpatizzare con il suo successo ♥

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

Mona_Khaan

tha blogs is about styles beauty health true story's love poetry many more )): my blog my own thoughts) monakhaan.com

Pietrobrilla's Blog

Just another WordPress.com site

La giraffa

tutto può accadere, l'importante è ricordare chi sei

Autobiografia del Blu di Prussia

“Tutti gli usi della parola a tutti. Non perché tutti siano artisti, ma perché nessuno sia schiavo” (Gianni Rodari)

Marco Gasperini

poesie, racconti, frammenti esistenziali

majazze

Quello che dirò non è un segreto...

Storie di Ritratti

Inseguendo Itaca

quelcherestadellafesta

uno sguardo sui locali e sulle discoteche di Bologna e della Romagna

Frank Iodice

Education is the most powerful weapon which you can use to change the World (Nelson Mandela)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: