Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Maschere

La MASCHERA e il suo arcaico significato – Radio Luce
dal web

Ci ho messo una vita
ad imparare
a far cadere le mie maschere

Poi
è arrivato
il covid19

Sempre Vicky.

22 novembre 2020 Posted by | Anima, Corpo, Esperienze, Mondo, Persone, Sentimenti, social, vita indipendente | , , , , , , , | 12 commenti

Un vago senso di dolore/1

 (Google)

“Ciao, grazie del tuo tempo ieri ma preferisco non continuare nulla. Scusa e mi dispiace molto ma penso di non essere ancora pronto a uscire con una donna come te. Anche se faccio volontariato a Lourdes. Scusa ancora. “

Un vago senso di dolore. E’ quello che resta. Dopo una bella conversazione con qualcuno che si crede possedere il minimo di umanità, di rispetto,  di verità… tutta un’illusione, una maschera. Oggi parlando di questo con un amico, si è fatta una considerazione effettivamente molto vicina alla probabile realtà: una persona così sta scappando non da “una donna come me” ma da sè stessa, per non dover confessare o condividere chissà cosa, o magari più semplicemente per non farsi conoscere così com’è.

Angelo dice che si indossano maschere nella vita sociale. La mia risposta è che si può più o meno consapevolmente decidere di indossarle, così come si può scegliere il materiale di cui esse sono composte. Io, qualche volta l’ho scelto. Sia di indossarle sia il materiale… ho detto che i miei materiali preferiti sono la cera e il rame, perché più duttili rispetto al bronzo e al ferro. In questo modo posso decidere più o meno velocemente se e dove, oppure con chi indossarle e successivamente toglierle… oppure ancora concedere a qualcuno di togliermela…

A una donna come me è successo più volte di veder scappare via qualcuno. Con le motivazioni più differenti. Si equivalgono. Tutti o quasi gli spettatori della mia vita hanno dato loro retta e a volte apertamente ragione, dimenticando il rispetto dei miei sentimenti e il mio diritto a dignità e rispetto.

A tutti quelli che sono scappati da me, per un motivo o per l’altro più o meno a me noti, dedico questo post, perché faccia loro capire chi c’è dietro una maschera, qualsiasi maschera… una persona. Uno sconosciuto, una sconosciuta che in certi momenti vorrebbe essere portato via… come me ora.

Triste ma… sempre Vicky.

 

https://www.youtube.com/watch?NR=1&v=NxOraBXCD6c&feature=endscreen

23 dicembre 2012 Posted by | Anima, Cose, Dialogo, Esperienze, Persone, Sentimenti | , , , , , | 31 commenti

   

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Mágica Mistura

Espaço poético, rotineiro e alternativo

Le Mie Cose

Parole In Flusso

PAZZI X I TESTER

...abbiate pazienza...stiamo testando per voi!

音楽好き仲間

みんなの思い出の音楽

Nasil Gezdim?

Alternatif Gezi ve Seyahat Rehberi

Charly W. Karl

El siguiente, es un espacio de libre opinión, divulgación y reflexión...

ore de drum

impresii de călătorie, artă, cultură, spiritualitate, gastronomie, vinuri

Invisibly Me

Live A Visible Life Whatever Your Health

WordDreams...

Jacqui Murray's

Storyteller's Eye Word

immagina un mondo di amore teatrale

Chef Kevin Ashton

Recipes, advice, reviews, travelogues & news

phehinothatemiyeyelo - Vento nei Capelli

Kicizapi Cante Waste Ya - Combattere allegramente

Mohamad Al Karbi

محمد القربي

Lignes invisibiles

Invisible lines associating ideas, creating images.

Houcin

Un intellectuel au-dessus de tout soupçon

Sebastián Felgueras

-Historias por blog-

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: