Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Il grande mistero Orlandi

 (Google)

Dal blog del giornalista Pino Scaccia, al quale sono iscritta:

http://pinoscaccia.wordpress.com/2012/05/22/quel-pasticciaccio-brutto-di-santapollinare

Il mio pensiero al riguardo con cui ho commentato:

Alla data dei fatti avevo solo 19 anni e restai colpita da entrambi gli avvenimenti. Si trattava di due ragazze quasi mie coetanee e me le sentivo dentro in tutta la loro disperata solitudine. Purtroppo la stessa che sento ora leggendo queste nauseanti novità. E’ proprio vero: il sangue degli innocenti non smette mai di urlare per chiedere giustizia. Ascoltiamolo.

Due richieste: che i colpevoli paghino, religiosi o meno, rinunciando alla propria intoccabilità e che il diritto canonico sia riformato, permettendo, come già avveniva nel passato, che i religiosi possano rinunciare al celibato.

Lo chiedo a nome di tutte le vittime a tutti i religiosi: NON PRONUNCIATE PIU’ IL NOME DI DIO INVANO.”

Molto triste e arrabbiata, aspetto la verità, sempre Vicky!

22 maggio 2012 Posted by | Esperienze, News, Persone | , , , , , , | 9 commenti

Tre domande.

La felicità sessuale è per tutti. Fin qui non ci piove. Per alcuni di più, per altri meno, per altri ancora è nulla oppure solo a livello mentale. Quando questa è però allineata secondo principi moralmente e bigottamente accettati… tutto va bene. Fuori da queste categorie… non se ne può parlare, figuriamoci accettarle. Io, notoriamente insofferente verso chi mi vuole ingabbiare in una categoria, ne parlerò eccome!

Qui e ora. Aperta al confronto, al dialogo, anche alle provocazioni. Non mi tiro indietro.

Questa sono io, Vicky, 47 anni, capelli legati, in una foto di circa 2 anni fa a Civitanova Marche.  Sono una persona dinamica e attiva ( non ridete… ), attenta, sensibile (dicono…) e… sessualmente viva. Già, perchè per chi pensasse che le persone con disabilità il desiderio, la passione, l’affettività cessino perchè sostituite o uccise da una qualsiasi limitazione….. si sbagliano.

Di questo ho già trattato tempo fa in un post. Desidero condividere un episodio che si replica nel tempo e non ha fine. Come l’imbecillità.

Vorrei solo brevemente fermarmi su un particolare davvero sgradevole, per non dire vomitevole – ooopppsss l’ho detto! – che vivo sulla mia pelle quasi tutte le volte in cui un uomo mi contatta in rete: le tre domande ‘di rito’, spesso senza alcun preliminare.

Eccole servite in forma un po’ depurata:

– che ti è successo?
– puoi ancora farlo?
– hai sensibilità?

‘Interessanti’ argomenti, non c’è che dire. Ancor più interessante è la completa assenza di sensibilità. Molte donne e uomini che mi leggono possono certamente confermare che di queste domande ormai non ci si stupisce più… che è la norma… Non sono d’accordo. Se le si accetta diventano la norma. E si subiscono tutte le regole e le conseguenze, senza lamentele. Per me è sempre una scelta.

Oggi scelgo di dare la risposta a modo mio, ovviamente. Per l’ambito che mi riguarda, fin dove mi sento. Molto brevemente, perchè fare ‘outing’ o ‘coming out’ sulle proprie preferenze sessuali è un conto, raccontare nei dettagli solo per soddisfare la curiosità effimera degli altri è un altro. L’unica regola valida, non solo per me, sarebbe VIVIMI.

Le mie risposte? Per chi mi conosce già… non servono, non hanno senso. Per chi non mi conosce ed è interessato è presto detto. Giusto 15 anni fa ho avuto un’ischemia al midollo spinale che mi ha rubato il movimento volontario della parte inferiore  del mio corpo e delle dita delle mani.  Questo non sempre è direttamente collegato e proporzionato anche al danno che si può riportare per la sensibilità al tocco, al calore, alla pressione… In casi misteriosi come il mio, la lesione causata dall’evento vascolare non è completa, come potrebbe avvenire in un trauma alla colonna causato da un incidente stradale per esempio. E’ un rebus, piacevole.

Nel tempo, poi, si acquisisce una conoscenza e consapevolezza del proprio corpo ancora maggiore a prima… Sembra strano, ma gesti e sensazioni che in precedenza passavano velocemente oppure addirittura inosservati – come ho descritto nel mio post precedente ‘Il tocco’ , diventano fondamentali e mettersi in ascolto del proprio corpo e di quello altrui  è ‘un esercizio’ che paga…

Mi fermo qui. Credo di essere stata sufficientemente chiara per ora. Ci tengo qui a ringraziare proprio te, sì, tu che leggi… Con la tua curiosità non ti rendi conto che, in mezzo a molta sfacciataggine, mi hai aiutato ad affrontare l’io malato con la sfrontatezza e la strana incoscienza che molti di noi diversamente abili crediamo di aver perso. Insieme all’enorme dolore da lasciarci alle spalle!

Un grazie particolare a un Uomo che oggi è riuscito a farmi cantare dopo non so quanto tempo. A lui dedico il brano che segue… lui sa perchè.

Un caloroso abbraccio a tutti, sempre Vicky!

1 novembre 2010 Posted by | Esperienze, Persone | , , | 18 commenti

   

The 4th Dimension

Random Stuff I Think You'll Like

RIVA OMBROSA

Quando si ama si dona

deluarhossain336@gmail.com

deluarhossain336@gmail.com

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

Meereskind

Reisen beginnt im Kopf

SCEGLI TU...POI TI CONSIGLIO IO

"IL MONDO SAREBBE UN POSTO MIGLIORE, SE UNO DEI CINQUE SENSI FOSSE STATO L'IRONIA"

Jakob Iobiz

Scrittore

Free Fonts

Fonts Download

365 dni w obiektywie LG/Samsunga

365 days a lens LG/Samsung

AMblogger

AM_blogger

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

study material

Try try try but don't cry

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Revolver Boots

Scream for me...

Nengkoy

ruminations & travesties of the favorite yet naughty son of Nengkoy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: