Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

A Giulietta


Ho risposto al tuo invito, finalmente. E’ stato un appuntamento solo rimandato per un po’ di mesi. Sapevi che sarei venuta. Sentivo che mi avresti aspettata. Mi hai attirata col fascino misterioso dell’amore. Hai conquistato tutta Vicky con la dolcezza della tua voce non udita eppure per me così familiare e riconoscibile tra innumerevoli suoni, rumori, silenzi…

Sono uscita di casa senza meta precisa, delusa da risposte mancate, ma determinata a non restare. Fisicamente sola sono uscita di casa, ho atteso il pullman, preso la metropolitana e corso incontro al viaggio che qualcuno aveva già preparato per me. Dove ti ho già incontrata, incantevole creatura? Nel mio sogno più dolce sei il romanticismo e la passione che solo un cuore totalmente donato può capire, intuire, sperare.

Ho percorso in un lampo i chilometri che mi dividono da te. Senza sentire ansia, ho vissuto il viaggio come una preparazione di tutti i sensi e di quella di spirito, mente e cuore. Ti avrò delusa forse, mia cara, per il mio aspetto non proprio armonico… Tu hai premiato molte mie solitudini, molte oasi di silenzio hai colmato lasciando rieccheggiare dentro il vuoto di Vicky le tue fresche risate, tu sei penetrata nel suo spirito di cercatrice d’oro e di cose preziose mostrando la bellezza e la nudità del tuo amore. Ti sei affacciata una volta ancora, il mio cuore è stato il tuo cortile. Era accogliente e raccolto?

La tua purezza mi ha legata a te. Ti sei rivelata in tanti volti. Oggi sei stata l’autista dell’autobus, che mi ha fatto salire avendo cura che avessi lo spazio necessario in mezzo a tanta gente che affollava la vettura. Poi la commessa che mi ha sistemato la camicia, perchè troppo aperta e scomoda. E ancora ti ho vista nel volto di Giulia in piazza Bra, mentre con un sorriso mi serviva il toast e la spremuta. Eri tu anche Isaac in piazza delle Erbe, che mi ha praticamente regalato dei piccoli ricordini da portare a casa. Non hai notato neppure il colore della sua pelle, tu…

Ti ho cercata, oggi. Sei stata un volto con aspetti diversi. Non eri quella statua ancorata alla terra. Ti ho amata, mia cara, come solo si può amare un sogno lontano e sconosciuto, che improvvisamente dalla fantasia emerge e prende forma, facendosi carne da toccare, vedere, sentire, ammirare. Da vivere.

Ho sentito il mio cuore cantare, la mia voce uscire appena percettibile. Era la nostalgia dell’Amore. Era la tua. E’ stata la mia.

Sempre in viaggio, sempre Vicky.

Annunci

1 aprile 2012 Posted by | Anima, Esperienze, Persone, Vita nuova | , , , , , | 22 commenti

Ritratti: 1/Al centro commerciale.

Il mio ultimo pezzo pubblicato oggi  sul Caffe Letterario Online Le Cercle http://www.le-cercle.it/argArt.php?id=26

“Alla cassa insiste che io passi avanti. Non mi conosce, non sa che non cederò. Rifiuto sorridendo.
Lo guardo, lo osservo, ecco…ora lo vedo. Sono alla distanza giusta. E subito mi cattura, quel vecchio, quell’uomo che ha tanto da raccontare.
Basta tenere gli occhi, e non solo quelli, aperti.

Non conosco il suo nome, mi piacerebbe, a posteriori, averglielo chiesto.

Io ora so chi è, non so il suo nome ma… quanti noti sconosciuti attraversano la vita?

Tutto di lui mi parla. Ho tempo. Mi fermo. E’ molto bello, alto, sguardo attento e severo. Chissà chi era nella sua vita ‘sociale’?

Ora finalmente non abbiamo ruoli assegnati. Io posso scrutarlo e lui fare altrettanto con me, io rido delle sue enormi scarpe cinesi bianche in finta pelle, lui studia i particolari della mia tecnologica quattroruote, cercando di indovinare tutto…come sto facendo io.

Ci scappa da ridere! Era ora!

Quanto sei incantevole! Quel cappello sembra creato apposta per te, da calarsi su capelli bianchi lunghi e costituire la cornice al quadro della tua barba. Un particolare ti distingue tra l’umanità omologata di quel momento: indossi con estrema eleganza una camicia rossa. E’ proprio tua.
Un’ultima incursione nella tua vita… non so se ti rivedrò: permettimi di sbirciare nella tua spesa. Anche questa è conoscenza.

Mi sento come una ladra di tesori. Regalami il tuo!

Melanzane primo prezzo come le mie, una bottiglia di vino rosso non identificabile, delle cotolette impanate precotte superscontate. Totale: circa 9 euro. Complimenti! Qualcuno ha speso altrettanto poco fa al banco salumeria per della bresaola…

Se solo tu sapessi…quanto mi sento meno sola, e quanto lo sarò stasera ripensando a te che inconsapevolmente ‘cenerai con me’… sconosciuta carrozzata, che ti ha derubato di alcuni fotogrammi di vita.

Grazie, grand’uomo… spero di incontrarti ancora!”

Un abbraccio dal cuore, sempre Vicky!

10 giugno 2011 Posted by | Anima, Esperienze, Persone | , , , | 7 commenti

Un uomo.

Io amo.
Io amo un uomo che esiste.
Io amo un uomo che esiste sul serio.
Io amo un uomo che esiste sul serio anche per me.

Io odio.
Io odio un uomo che resiste.
Io odio un uomo che resiste sul serio.
Io odio un uomo che resiste sul serio anche a me.

Io parlo.
Io parlo a un uomo che ascolta.
Io parlo a un uomo che ascolta sul serio.
Io parlo a un uomo che ascolta sul serio proprio me.

Posso chiederti cos’è l’amore?

Io non ho la risposta.
Io non ho la risposta giusta.
Io non ho la risposta sbagliata.

Io ho solo il desiderio di vedere le sue rughe.
Io ho solo il desiderio di vedere le sue rughe e le mie.
Io ho solo il desiderio di vedere le sue rughe e le mie accartorciarsi in un sorriso.

Sempre Vicky, con tutto il cuore e la mente.

30 maggio 2011 Posted by | Anima, Esperienze, Persone, Sentimenti | , , | 12 commenti

Fotonotizia.

          … volti albanesi (da Google)

   … un volto senza patria (da Google)

“…per chi porta belle ragazze possiamo fare un’eccezione.” Questo uno degli innumerevoli commenti inopportuni della persona sorridente qui sopra. Senza patria. O almeno senza quella di quegli italiani che ragionano.

           

…alcune belle ragazze…

Una donna ‘bellissima’ secondo Bertè. Sempre Vicky.  

 

21 maggio 2010 Posted by | Cose, Persone | , , | 4 commenti

Volto.

kikai 2
(foto: Hirok Kikai su Google)

 

Guardo questo volto. Mi dico: quanto sono superficiale ed ignorante… Per me vedere un giapponese vecchio come in questa foto è stato come quando ho scoperto l’esistenza dei barboni a Tokyo, città ai miei occhi da telespettatrice perfettamente pulita, ordinata ed equilibrata.

Mi sbagliavo di grosso sui poveri di Tokyo! E’ vero, come vedevo in un servizio di ‘Turisti per caso’, che sono ordinati, non sporcano, al mattino ripongono la propria tenda-rifugio in plastica e tolgono il disturbo per ritornare sul posto solo quando è sera… restano comunque poveri senzatetto. Questa è la verità!

In quanto al volto di quest’uomo… lo ringrazio per essere anziano! Mi ha messo assuramente un senso di allegria e fratellanza che sentivo davvero poco. Li sentivo troppo lontani, e non solo geograficamente, i giapponesi. Mi è venuta voglia di conoscerli. Meglio. Di più.

Un caro saluto, sempre musica, sempre Vicky!

 

10 febbraio 2010 Posted by | Idee, Persone | , | 3 commenti

Haiti. I luoghi. I volti.

     HAITI.

 

La natura:

         

 

Le persone:

         

 

Forse per qualcuno questo non ha senso. Haiti dopo il disastroso terremoto è saltata alla ribalta dei telegiornali, dei quotidiani, dei nostri stessi occhi e menti.

Tante, troppe immagini ci mettono di fronte solo morte, macerie, desolazione. IL PRESENTE.

Vorrei che in questo momento il nostro sguardo si fermasse su altre immagini che, se vogliamo, possono servire a ricominciare: IL PASSATO E IL FUTURO.

Quanti di noi onestamente conoscevano Haiti? Chi aveva guardato in viso queste persone? Io non c’ero. Nè allora, nè adesso…

Diffondo questo come segno di speranza. Come icona di vita. Come inno alla bellezza. Un debito enorme di amore, umanità e vicinanza da colmare. Ora dopo ora, giorno dopo giorno.

Impegno: per citarne solo alcuni…    Mostra immagine a dimensione intera

 

Due brani nella mia mente in questo momento davanti a tanta meraviglia e tanto dolore. Un abbraccio spirituale a tutti… Vicky.

 

  

20 gennaio 2010 Posted by | News, Persone, Sentimenti | , , | 6 commenti

   

La libreria di Farfalla Legger@

gocce di libri letti e qualcosina in più...

MiddleMe

Becoming Unstuck

DUST IN THE WIND (poesía)

"El raquitico dios de la tierra sigue siendo de igual calaña y tan extravagante como el primer día. Un poco mejor viviera si no le hubieses dado esa vislumbre de luz celeste, a la que da el nombre de Razón y que no utiliza sino para ser más bestial que toda bestia" Goethe

Think Thoughts

Academic Essays

Education Motivation Inspiration

Warm welcome! This is more than an exploration. Discovery of new ideas and new ways of being.

Life lessons

This site is all about enlightenment

Sobrevivir a Trabajar en Casa

Trabajo en casa, ¿Tú también? ¡Bienvenid@! ¿No trabajas casa pero quieres saber de qué va la historia? ¡También eres bienvenid@!

Etiliyle

Lascia un messaggio nella bottiglia e affidalo alle onde...

Un bosco nella mente

Sogna sempre in grande

Trust and Believe in the Unseen

Live with Light of Faith

Lost Route

Riscopriamo la bellezza della natura, camminando. Itinerari e percorsi adatti a tutti gli escursionisti, prevalentemente nella nostra bellissima Toscana.

Ecrire À l'aventure...

“Il n’y a pas de liberté sans risque, sans ignorance, sans aventure.”Jacques Attali

Sunday mood

·Don't look back. You are not going that way·

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: