Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Covid-19 | Europe : des documents piratés révèlent les coulisses de l’approbation rapide du vaccin Pfizer/BioNTech [Vidéos]

ANCORA A PROPOSITO DI PFIZER

Amici miei,
è incredibile venire a sapere cosa accade in ambito della ricerca scientifica (?) e di tutta la macchina degli interessi che vi gravitano intorno.

Il covid-19? Un affare.

Chi sopravviverà?

Vi invito a leggere il post di Aphadolie, è in francese ma col tasto Google translate otterrete una traduzione comprensibile.

Vi saluto di cuore, sempre Vicky.

Aphadolie

Des documents confidentiels concernant les médicaments et les vaccins contre le Covid-19 ont été publiés sur internet après une cyberattaque survenue en décembre 2020 contre l’Agence européenne des médicaments. Le vaccin Pfizer-BioNTech est concerné.

.

Le quotidien Le Monde a eu accès à des documents confidentiels de l’Agence européenne du médicament (AEM) mis en ligne par des hackers. Ces données dérobées, puis diffusées sur le Dark Web, montrent la pression à laquelle faisait face l’agence pour approuver au plus vite le vaccin Pfizer-BioNTech.

Pourquoi l’Europe a-t-elle mis trois semaines de plus que le Royaume-Uni pour autoriser l’utilisation du vaccin de Pfizer contre le Covid-19 ? Un consortium de journalistes européens, dont Le Monde fait partie, a pu avoir accès à des documents confidentiels de l’Agence européenne des médicaments (EMA). Mis en ligne par des hackers, ils répondent en partie à cette question.

Selon le quotidien, « En novembre, l’agence européenne…

View original post 510 altre parole

24 gennaio 2021 Posted by | Diritti umani, Mondo, News | , , , , , , | 10 commenti

Gogna fantozziana.

      

Estrapolo da un pezzo, che assolutamente non posso che condividere, questo brano di memoria grottescamente fantozziana… se purtroppo non fosse assolutamente reale e non partorito dalla mente di Neri Parenti – lui ci faceva ridere sulle piccole e grandi meschinità e debolezze dell’animo umano. Come direbbe Troisi: “Non ci resta che piangere”.

E invece no! Non piangeremo proprio per nulla! Usiamo questa occasione di estrema vergogna di un quotidiano, che come tanti altri deve la sua vita ai contributi pubblici, quindi non ai soldi di chiunque altro ma proprio i nostri, quelli che vediamo buttati in queste guerre di regime, in queste gogne mediatiche. Ne abbiamo veramente piene le scatole e come dice il protagonista di un film favoloso e molto avanti per il suo tempo, Quinto Potere, “Non sopporteremo più tutto questo!”

Questa la parte del pezzo che mi ha colpito:

“È un invito esplicito allo stalking, che è un reato ma anche una patologia. È un incitamento a molestare, che è un delitto punito dal codice ma anche un’ossessione. Ieri il quotidiano Libero ha pubblicato le foto segnaletiche e gli indirizzi mail dei parlamentari di centrodestra che hanno deciso di non votare la fiducia a Berlusconi: «Scrivete ai traditori» è il titolone di prima pagina che suona come uno spasmo bilioso e come un ordine al plotone di esecuzione: “puntate!”. Di sicuro nella sollecitazione all’offesa persecutoria controi traditori c’è il tradimento (ops), anzi il naufragio del giornalismo, ben oltre la faziosità che è legittima e può essere persino una risorsa, il capitale vivo dell’informazione. Ed è un naufragio professionale confessato e certificato dallo stesso direttore Maurizio Belpietro che mette le mani avanti perché sa bene che sta usando, come scrive nelle prime righe, «la carta stampata come un manganello». (segue – Fracesco Merlo da La Repubblica).

Del Direttore di ‘Libero’ – un nome perlomeno fuori luogo per un quotidiano simile – per par condicio, pubblico la foto in modo che sappiate di chi stiamo parlando e accusatore ed accusati siano ben visibili ai nostri occhi. Un inciso: perché non fare così con tutti quei deputati inquisiti e condannati che ancora siedono nel nostro Parlamento e sono regolarmente stipendiati con le nostre tasse? Perchè non applicare lo stesso metodo di misura che nel passato ha permesso di coprire i vari ‘pianisti’ ed assenteisti? Per non parlare poi dei corrotti e dei collusi con la mafia e la camorra che tuttora troviamo occupare posti di prestigio e responsabilità nella politica, nell’economia, nell’amministrazione pubblica in generale.

Dov’era il signor Belpietro in quelle occasioni? Voglio, vogliamo vedere le facce e i nomi degli iscritti alle logge e molto, molto di più.

Se la gogna mediatica deve diventare uno stile manganello, che sia applicato a tutti. Finora non è stato ancora inventato un lodo Alfano per i camorristi, i mafiosi, i corrotti che con loro si arricchiscono alle nostre spalle. Se inquisizione deve essere, che lo sia!

Ovviamente, al di là del lato grottesco della cosa e della rabbia per l’impotenza di fronte ai soprusi subiti quotidianamente, non condivido affatto questo metodo. Le bagarre interne di un partito o di una coalizione non devono usare i miei soldi e quelli pubblici per coinvolgerci in uno stile di caccia alle streghe che sta diventando la politica di questo regime. Difendo i politici così sputtanati pubblicamente non perché appartengano a un partito che io appoggi, ma perché persone che come tutti sono stati eletti e hanno il diritto dovere di esprimersi e di votare di conseguenza. Un governo che fallisce deve ammettere le sue colpe, i suoi limiti, le sue responsabilità.

Lungi da me il condividere metodi simili, che denotano un regime e non uno Stato di diritto, in cui la violenza sia fisica – attraverso le cariche della polizia agli studenti, ai lavoratori, a chiunque protesti, colleghi poliziotti compresi… – che morale, attraverso questa forma di stalking neanche tanto sommerso, tenta di tenerci ancora in pugno con il ricatto e l’intimidazione tipici di un governo totalitario, o almeno tutt’altro che democratico.

In questo momento faccio appello a tutti coloro che ci rappresentano e che sentono arrivare il momento in cui bisogna dire no. Spinti dalla motivazione della giustizia e non del profitto personale o di partito. Abbiamo fame. Fame di idee, ideali e facce sbattute in prima pagina per quanto sono riusciti di buono a fare non per il proprio elettorato, ma per l’intera nazione. In caso l’avessero dimenticato, noi vorremmo ricordarglielo.

Un brano che fa pensare… Grazie Cash! Sempre Vicky.

6 dicembre 2010 Posted by | Esperienze, Idee, News | , , | 5 commenti

   

SCEGLI TU...POI TI CONSIGLIO IO

"IL MONDO SAREBBE UN POSTO MIGLIORE, SE UNO DEI CINQUE SENSI FOSSE STATO L'IRONIA"

J. Iobiz

Scrittore. In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più

Free Fonts

Fonts Download

365 dni w obiektywie LG/Samsunga

365 days a lens LG/Samsung

AMblogger

AM_blogger

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

study material

Try try try but don't cry

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Revolver Boots

Scream for me...

Nengkoy

ruminations & travesties of the favorite yet naughty son of Nengkoy

The other side to the knowns

Write what you feel, coz it doesn't make you fear. A doctor by profession and writer by passion✌️

blackwings666

Horror, Science Fiction, Comic Books and More

Roadtirement

"Traveling and Retired"

Pat Fitzgerald

Thoughts of a Not So Tortured Mind

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.

Lo Scribacchino del web

La scrivania virtuale dove sono appoggiate le mie parole

HIC SUNT LEONES

Sintesi del Tavellismo in piena libertà...o quasi

LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

Libertà è la parola chiave: libertà di scrivere - libertà di leggere - libertà di essere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: