Vincenza63's Blog

Conoscersi e parlarsi è un dono

Un anno in più!

Amici miei,

come ogni anno, il primo ottobre alle 00:35 compio gli anni.

Mi auguro che nel tempo a venire Dio ascolti le mie preghiere e mi sostenga nei progetti che ha messo nel mio cuore.

Ringrazio la mia famiglia (TUTTI), Benedetta in primis, mio fratello Fedele, la mia amica Louisa, Virginio, Mons. Franco Cecchin (il mio don Franco e mio direttore spirituale e amico totale) e altre poche ma importanti persone di ESSERE NELLA MIA VITA!

Mi dedico alcuni brani che ascolto spesso e hanno un significato speciale per me. Buon ascolto e buona vita, sempre Vicky!

30 settembre 2020 Posted by | Esperienze, Musica, News, Persone, Vita nuova | , , , , , | 45 commenti

El Crimen de Honor que Levantó en Furia a las Mujeres de Jordania

Amici miei,
una amica da anni scrive e pubblica sul femminismo islamico (ESISTE!) e questa volta vi chiedo di avere la pazienza di leggere cosa oggi succede ancora per esempio in Giordania.
Grazie
Sempre Vicky!

Mezquita de Mujeres

Sarkhaat Al-Nisaa, que en árabe significa “Los Gritos de las Mujeres”, es el nombre de una nueva campaña organizada por activistas feministas en Jordania, a raíz del brutal asesinato de una mujer de 30 años por parte de su padre en un llamado “crimen de honor”, que ha puesto el tema de la violencia contra las mujeres en el país bajo el foco de atención, reavivando la furia pública y los llamados a la acción.

La mujer llamada Ahlam, divorciada y de poco más de 30 años, había sido devuelta recientemente a su familia después de ser ingresada en un centro de detención para mujeres por quejarse de ser víctima de abuso doméstico.

“Esta no es la primera vez, y lamentablemente no será la última”, dijo la activista de 31 años Fatin Otoom. “La madre no hizo nada … le hizo una taza de té a su marido y él…

View original post 558 altre parole

5 agosto 2020 Posted by | Diritti umani, Idee, News, Persone, Storia | , , , , , , , , | 11 commenti

Milano è…

wp-15955261939492283171639262164310.jpg

 

Durante una delle mie piccole grandi passeggiate a Milano mi ritrovo per spese a questo incrocio apparentemente qualunque di periferia sud.

Vi chiederete cosa ci sia di speciale in questa foto, a parte che l’ha scattata una “fotografa” a ridottissime capacità manuali come la sottoscritta.

Regalatevi un paio di secondi per ingrandire le indicazioni del nome delle vie che si incrociano e…

Il viale dei Missaglia è una grande strada che collega piazza Abbiategrasso al quartiere Gratosoglio a sud di Milano ed è dedicata a una famosa famiglia di armaioli vissuti nel XV secolo a Milano in quella famosa via Spadari in centro.

La piccola via che vedete a sinistra è dedicata a un poeta (è scritto così), tale FABRIZIO DE ANDRE’.

I miei complimenti. Non aggiungo altro.

Rispondo con un testo universalmente noto. Sempre Vicky!

 

24 luglio 2020 Posted by | Esperienze, Mondo, Musica, News, Persone, Sentimenti, Storia | , , , , , , , , , , | 23 commenti

C’era una volta

il_buono_il_brutto_il_cattivo_triello

(da Google immagini)

 

Oggi è passato oltre Ennio Morricone e con lui una valanga di ricordi legati alla sua musica e alla sua classe.

Un pensiero affettuoso alla sua famiglia.

Una dedica breve e a dir poco sublime! Sempre Vicky!

 

 

6 luglio 2020 Posted by | Cinema, Musica, News | , , , , | 16 commenti

Il nero e il blu

Amici miei,
con amarezza condivido il pensiero esposto e lo ripubblico.
Uno spunto di riflessione mentre intorno imperversa sempre più la guerra per accaparrarsi le poltrone e il comando nei luoghi di potere economico e politico.

Un abbraccio, nonostante tutto. Sempre Vicky!

Cronache di periferia

Quello che segue è il riassunto di una conversazione che ho avuto con un amico che vive a New York da nove anni.

85

Poco più di una settimana fa New York era una città fantasma. I negozi e gli uffici erano chiusi e i marciapiedi, solitamente percorsi da migliaia di persone, quasi deserti. Regnava un silenzio irreale.

Ma alle otto di sera tutti i giorni dalle finestre e dai balconi si levava un applauso scrosciante, lungo e senza fischi. Era rivolto al personale sanitario che lottava, e lotta ancora, contro il corona virus. Ma, purtroppo, nonostante il loro impegno, a volte eroico, l’88 per cento dei malati gravi non ce l’ha fatta. Si trattava di pazienti affetti da altre patologie come ipertensione, diabete o obesità che non si erano curati perché non potevano permettersi un’adeguata e costosa assicurazione sanitaria.

La pandemia ha peggiorato la condizione di gran parte di coloro…

View original post 320 altre parole

3 luglio 2020 Posted by | Esperienze, Mondo, News, Persone, Storia | , , , , , , , | 9 commenti

Coronavirus | Etats-Unis : un homme fait ses courses avec une cagoule du Ku Klux Klan en guise de masque de protection contre le Covid-19

Amici miei,
non posso credere ai miei occhi…
Il virus sta mietendo anche questo tipo di vittime.
Un abbraccio,
sempre Vicky!

Aphadolie

Il a été interpellé par le responsable du supermarché et invité à se décoiffer ou à quitter les lieux. Les faits se sont déroulés le week-end dernier dans une petite ville de Californie. La police a ouvert une enquête.

Vêtu de la reconnaissable capuche du Ku Klux Klan, un Californien est allé faire ses courses dans une épicerie de San Diego, dans le comté de Santee, samedi 2 mai. L’incident s’est déroulé au lendemain de l’annonce du port obligatoire du masque dans les lieux publics de ce comté.

KKK - 1

Le Los Angeles Times rapporte que l’homme a déambulé dans la boutique avec son caddie sous les yeux ébahis et choqués de la clientèle. Tiam Tellez, un client présent ce jour-là, a partagé des photos de l’homme sur les réseaux sociaux. Il assure avoir vu plusieurs employés du magasin lui demander de retirer son chapeau, en vain. Mélissa…

View original post 200 altre parole

16 maggio 2020 Posted by | Esperienze, Mondo, News, Persone, Storia | , , , | 17 commenti

Virus, danno i numeri

Oddio… Quanti numeri, quante parole mi frullano in mente…
Sono confusa, sono arrabbiata!
Sono privata della libertà personale senza neppure la minaccia armata.
Il grande fratello non ha più bisogno di telecamere. Siamo inchiodati alla tv – meglio se Sky e affini – e i cellulari.
Non c’è più bisogno di catene.

Ho paura. Sto ricominciando a pensare e dubitare.

È pericoloso. Buona lettura! Resto sempre vicky!

Il simplicissimus

dare-i-numeri-1Oh i numeri, la struttura del mondo fin dai tempi di Pitagora e del suo teorema che disgraziatamente era già stato formulato in India da Baudayana tre secoli prima senza che però la cosa sia mai stata presa in considerazione. Tuttavia i numeri bisogna saperli leggere altrimenti possono diventare la base di qualsiasi fantasia o narrazione ingannevole, compresa quella di una terribile epidemia da sfruttare per la  lotta di classe al contrario passando dallo stadio di crisi sanitaria per diventare  crisi economica, crisi finanziaria e in definitiva crisi sociale che si va a sostanziare anche nello sdoganamento di controlli capillari dei cittadini, dei loro movimenti, delle loro idee e dei loro contatti. Cosa per la quale – tanto per fare un esempio –  già Google e Microsoft hanno annunciato la realizzazione di un sistema di controllo via cellulare per scansionare i movimenti degli “infetti” ma anche dei loro contatti. Per…

View original post 1.253 altre parole

16 aprile 2020 Posted by | Diritti umani, Idee, Mondo, News, Persone, Storia | , , , , , , , , , , , | 20 commenti

Selezione naturale?

guttuso mano del Crocifisso
Renato Guttuso 1965 – Mano del Crocifisso

 

Amici miei,
quello che segue è il commento che ho lasciato a questo post gli untori pubblicato sul blog di Elisa Falciori, che di solito apprezzo per le sue poesie.

Dal testo e dai commenti emerge come l’impressione di un destino segnato per alcuni (Cristo compreso?) voluto e/o quale conseguenza di una selezione naturale che, anche ai nostri tempi, salva solo i più forti. L’ho sentito dire e l’ho letto anche a proposito del coronavirus

Vi lascio al testo da me appena letto. Spero ancora che la mia sensibilità si sia sbagliata e chiedo a voi lumi. 

“Gli untori – di Elisa falciori

Passano, toccano, vivono
ridono, innocenti e pericolosi.
Ti salutano, sputacchiano
ti abbracciano e ti donano
nuovo Dna e antiche paure
o l’occasione per rinascere
ad abitudini consolidate
alla tua noia.

Ma allora parlami fratello
mutami fratello e rinnovami.
Anche se a volte
non potrò raccontarlo

forse sarò più forte
forse sarò più umano
forse solo più cattivo
oppure diventerò roccia

perché così dura il mondo
perché così resiste la specie
così è da sempre l’evoluzione.
I forti restano, gli altri muoiono.
E gli untori?
Ah, quelli sono immortali.”

 

Il mio commento:

“Non apprezzo la tesi della selezione naturale. I deboli vanno difesi. E non abbandonati e lasciati morire.
Che umanità è questa?
Anche il Cristo di Guttuso è morto.
La storia racconta che non si è trattato di selezione naturale.
Il chiodo conficcato neppure.
Questo è quanto.
Spero ancora di aver capito male, Elisa.”
Un po’ disorientata. Ascolto musica bella. Dedicata. Sempre Vicky!

 

 

19 marzo 2020 Posted by | Anima, Esperienze, News, Persone, Sentimenti, Storia | , , , , , , , , , | 26 commenti

Petrolio

Amici miei,

Qualcuno sa spiegarmi perché se il petrolio è oggi sotto i 30 dollari al barile noi continuiamo a pagare la benzina 1.54 euro al litro?

Grazie! Sempre Vicky!

17 marzo 2020 Posted by | Mondo, News | , , | 29 commenti

High hopes

download

 

High hopes – Pink Floyd

Beyond the horizon of the place we lived when we were young
In a world of magnets and miracles
Our thoughts strayed constantly and without boundary
The ringing of the division bell had begun

Along the Long Road and on down the Causeway
Do they still meet there by the Cut

There was a ragged band that followed in our footsteps
Running before times took our dreams away
Leaving the myriad small creatures trying to tie us to the ground
To a life consumed by slow decay

The grass was greener
The light was brighter
When friends surrounded
The nights of wonder

Looking beyond the embers of bridges glowing behind us
To a glimpse of how green it was on the other side
Steps taken forwards but sleepwalking back again
Dragged by the force of some in a tide
At a higher altitude with flag unfurled
We reached the dizzy heights of that dreamed of world

Encumbered forever by desire and ambition
There’s a hunger still unsatisfied
Our weary eyes still stray to the horizon
Though down this road we’ve been so many times

The grass was greener
The light was brighter
The taste was sweeter
The nights of wonder
With friends surrounded
The dawn mist glowing
The water flowing
The endless river

Forever and ever

 

Dal concerto PULSE un brano profondo, malinconico, intimo.

Quanto mi mancano certe speranze!

Buon ascolto, sempre Vicky ❤

 

 

7 dicembre 2018 Posted by | Anima, Esperienze, Musica, News | , , , , , , , | 23 commenti

"Semplicemente insieme" Lucetta

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

Lluís Bussé

Barcelona's Multiverse | Art | Culture | Science

Silly Old Sod

Grumpliciousness

Unlocking The Hidden Me

Tranquil notions, melange of sterile musings & a pinch of salt

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

MYSELF

AS HUMILDES OPINIÕES DE UMA MULHER DE CORAGEM QUE DIZ SIM À VIDA!

VOYAGE ONIRIQUE

Photos, Artistes, Livres, Films, Voyages, Wallpapers, Fonds d'écran

Frammenti vitali

Omnia quae ventura sunt in incerto iacent: protinus vive.

Kamal's Blogging Café

English Language, Literature, Creative Writings & Decode PROXY

The Journey of My Left Foot (whilst remembering my son)

I have Malignant Melanoma, my son had Testicular Cancer

PeoPlaid

People, Places, Ideas, and More

Mutazioni del Silenzio

...perché il Sogno si può camminare, danzando parole sul foglio,si può cantare, danzando l'anima sul respiro...Ma alla fine il Sogno è soprattutto Visione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: